International PhD in Arts and Archaeology

ricerche archeologiche ad Aquileia

Period
summer 2019 6 credits a week

Academic staff
Patrizia Basso

Series to which this belongs

34° ciclo

Description

Su concessione ministeriale e con il sostegno economico della Fondazione Aquileia, l’Università di Verona (sotto la direzione di Patrizia Basso e Diana Sergeeva Dobreva) sta conducendo un progetto di ricerca nell’area degli ex Fondi Pasqualis dove le indagini condotte ancora nel 1953-54 da Giovanni Brusin avevano individuato due aree pavimentate in lastre lapidee, interpretate come piazze per la vendita di merci e due cinte murarie parallele fra loro e al fiume Natissa. Le ricognizioni geosifiche e i saggi aperti nel 2018 e 2019 hanno attestato varie fasi di frequentazione dell'area e una stretta connessione fra il fiume, le mura e le piazze, rivelando come il settore urbano, posto immediatamente a sud della basilica, giocò un ruolo cruciale nell’urbanistica e nella vita economica e sociale di una fase di grande vitalità di Aquileia quale fu il tardoantico. L’area è aperta alle visite del pubblico anche durante le indagini di scavo, in un progetto di public archaology che mira a coinvolgere la cittadinanza e i numerosi turisti estivi.

Thanks to the permission of the Ministry and the economic support of the 
Fondazione Aquileia the Univ. of Verona (under the direction of P.Basso and D.Dobreva) is carrying out a research project in the area of the former Pasqualis fields, where G. Brusin dug in 1953-54 and discovered two floors on stone, which were supposed to be squares for merchants, and two citiy wall lines running parallel to one other and to the river Natissa. Geophysical surveys and some trenches dug in 2018-2019 allowed us to recognize different phases and a strong connection among river, squares and city walls. They also  showed that this urban zone, abutting the southern part of the basilica, played a crucial role in the urbanism, in economy and social life of Aquileia, especially in a period of economic effervescence in the late antiquity. This is also a project of public archaeology.