Laboratorio LaMeDan

Tomba Pelacani
Il LaMeDan si prefigge i seguenti scopi: 1) mettere a disposizione degli studiosi i dati e i materiali che verranno raccolti, schedati e archiviati durante i progetti di ricerca, anche attraverso la realizzazione di un apposito sito web; 2) valorizzare la strumentazione acquisita per permettere nuove campagne di ricerca e di acquisizione; 3) costituire un centro di raccolta di fondi e sussidi bibliografici di interesse specifico per consentire la diffusione del sapere negli specifici ambiti legati ai progetti di ricerca; 4) costituire un centro di raccolta, riordino e catalogazione di materiali, schede d’archivio, microfilm, repertori fotografici, riproduzioni digitali, messi a disposizione da studiosi e da privati che vogliano valorizzare e promuovere la propria esperienza di ricerca; 5) promuovere attività seminariale e di didattica di base per gli studenti a partire dai primi anni della loro carriera universitaria; promuovere iniziative di divulgazione e promozione delle attività del laboratorio in ottica di terza missione (illustrazione e promozione del sito web e delle sue potenzialità negli istituti superiori; realizzazione di attività seminariali per gli studenti di Liceo; attività di aggiornamento e formazione per i docenti delle scuole superiori).

Opening times

Venerdì 9-13
Massimiliano Bassetti
Comitato scientifico
Fabio Coden
Comitato scientifico
Edoardo Ferrarini
Comitato scientifico
Tiziana Franco
Comitato scientifico
Paolo Pellegrini
Comitato scientifico
Mariaclara Rossi
Comitato scientifico
Arnaldo Soldani
Direttore
Marco Stoffella
Comitato scientifico
Gian Maria Varanini
Comitato scientifico

Services

A partire dal primitivo progetto di ricerca il LaMeDan si prefigge di ampliare e valorizzare

nuove linee di indagine che coinvolgano settori scientifici diversi ma tutti afferenti al periodo e al contesto storico di interesse. Le principali attività del LaMeDan saranno le seguenti:

1. Attività di ricerca nei seguenti ambiti:

  1. Linguistica-filologia / Paleografia- codicologia: a partire dallo straordinario significato che

    ha rivestito la presenza di Dante Alighieri per il territorio veronese questa linea di ricerca mira alla raccolta, schedatura e digitalizzazione del materiale relativo alla produzione letteraria in volgare, latino e greco nelle biblioteche pubbliche e religiose veronesi. Attenzione particolare sarà riservata da un lato alla biblioteca della cattedrale prima dell’età carolingia valorizzando così la sezione più prestigiosa della Capitolare dall’altro a codici di epoca medievale cui poté avere accesso Dante nel corso dei suoi soggiorni veronesi. L’indagine si estende a tutto il patrimonio manoscritto che può consentire una ricostruzione esaustiva del contesto storico-culturale del medioevo veronese.

  2. Storia delle istituzioni e storia religiosa: schedatura, regesto e digitalizzazione di documenti dell’Archivio Capitolare e Archivio di Stato di Verona, sul modello del Codice digitale degli archivi veronesi ‹http://cdavr.dtesis.univr.it [1]›. Il CDav potrebbe essere implementato sul sito web del LaMeDan e arricchito con la documentazione degli altri archivi locali. Esito concreto del CDav potrebbe essere la realizzazione di un dossier prosopografico sui canonici e sul clero della cattedrale fino al scolo XIV compreso

  3. Storia dell’arte: schedatura e raccolta della documentazione archivistica e fotografica con particolare riferimento all’epoca medievale ma anche alla sua ricezione in epoche successive. Raccolta di documentazione relativa al patrimonio monumentale, alla pittura e alla miniatura del periodo medievale, con particolare riferimento a Verona e al suo territorio.

  4. Vista l’esperienza acquisita nello studio del patrimonio culturale il LaMeDan potrà aprirsi a collaborazioni con altri istituti nazionali e internazionali mettendo al servizio le proprie competenze e fornendo, a richiesta, la propria consulenza. Parimenti si potrebbe valorizzare in futuro una attività di recupero e restauro dei codici, documenti, reperti artistico-monumentali in collaborazione con altri dipartimenti dell’Ateneo attivi nel settore del Cultural Heritage.

page3image24064
  1. Biblioteca e Archivio virtuale: costruzione di una banca dati digitale che raccolga la documentazione di interesse del progetto depositata in archivi e biblioteche non veronesi, mettendo a disposizione degli studiosi schede e riproduzioni di codici e documenti direttamente o tramite collegamenti alle istituzioni partner.

  2. Sito web: realizzazione e mantenimento del sito web che gestisca tanto la parte documentaria (documenti d’archivio, repertori fotografici, riproduzioni digitali) quanto la contestuale produzione di materiale bibliografico (articoli, volumi, atti di convegni, regesti e trascrizioni; contributi e osservazioni di studiosi esteri).

  3. Deposito di materiale bibliografico e archivistico a sussidio dell’attività di documentazione e di ricerca del LaMeDan

AVVISI

Organisation

Department facilities