Master’s degree in Tradition and Interpretation of Literary Texts

Overview

The postgraduate degree in Tradition and Interpretation of Literary texts has as its main objective the acquisition of a well-grounded preparation so as to develop the capacity for doing independent research, sharing knowledge, elaborating ethodologies and technical analysis in the field of the philological and literary disciplines. These abilities will be developed along with specialized high-level competencies in any cultural or professional field connected with the production, circulation and analysis of texts. Therefore the postgraduate degree in Tradition and Interpretation of Literary texts aims at developing the following competencies: - the ability to apply a solid theoretical knowledge of the processes of communication in general and the mechanisms of production as well as verbal and literary communication in particular; - the ability to do in depth analysis of philological, rhetorical and stylistic, ideological and literary components of any text whether creative or scientific; - the ability to elaborate complex texts whether they are creative, technical or scientific texts; - the ability to accurately compare and collect texts of any genre and to establish relationships among them; - the ability to transform, adjust and recreate any text by referring to specific techniques of analysis and choosing essential thematic components as well as stylistic register; - the ability to organize, coordinate and produce texts such as dictionaries, grammar books, scholastic texts, and to carry out editing tasks with the use of computer technology and telematics; The course of study is differentiated into two tracks: one is dedicated mainly to Italian philology and literary culture, while the other is aimed at the presence of the classical literary tradition, i.e. Greek and Latin, found in modern and contemporary literary culture and hermeneutics. Apart from the two tracks mentioned above and in consideration of the objectives, the course involves some shared subject matter within the fields of the theory of literature and the European literary tradition – as well as a wide range of topics concerning theoretical and historical linguistics, philological and historical disciplines, art-history, educational disciplines as well as didactic methods. In any case, since these concern foundational disciplines, such subjects are aimed at providing a shared groundwork, and as such will be covered in the first year of study, while the other subjects represent the culmination of the critical study, which will be covered in the second year.

Since the academic year 2015/2016, the University of Augsburg (Germany) and the University of Verona activate the joint Italian-German master's degree with double degree in “Europäische Kommunikationskulturen/Italienisch” / “Trazione e interpretazione dei testi letterari - curriculum internazionale”, The curriculum includes the first year at the headquarters of Verona and the second at the headquarters in Augsburg. The period of studies in Verona is aimed at providing specialist skills and offers in particular professional knowledge in the fields of research, journalism, publishing and communication; The period of studies in Augsburg has an interdisciplinary character thanks to the interplay between various disciplines such as Romance Linguistics, Romance Literature, History of Art, Medieval, Modern and Contemporary History, Musicology, Greek and Roman Archeology, Integrated in already-activated degree programs such as “Internationale Literaturen”, “Kunst- und Kulturgeschichte”, “Ethik der Textkulturen”, “Europastudien”, “Anwendungsorientierte Interkulturelle Sprachwissenschaft”.

Students must submit their application by June 30 of each year, enclosing the following documentation:
- Curriculum in Italian or German
- Self-certification of the attached documentation
 
Students who are enrolled in Augsburg must send the documentation to the postal address:
Lehrstuhl für Romanische Sprachwissenschaft, Prof. Dr. Sabine Schwarze – Universität Augsburg, Universitätsstraße 10, D-86159 Augsburg
or email:- sabine.schwarze@philhist.uni-augsburg.de

Students who are enrolled in Verona must send the documentation to the postal address:
U.O. Didattica e studenti di Culture e Civiltà, Università degli Studi di Verona, via san Francesco 22, 39100 Verona
or mail: - didattica.lettere@ateneo.univr.it

Referents: prof.ssa Sabine Schwarze e prof. Fabio Forner

Web University of Augsburg
 

Course details

Type
Postgraduate and Master's programmes
Duration
2 years
Category
LM-14 - Postgraduate degree in modern philology
Controlling body
Collegio Didattico di Lettere
Contact person
Andrea Rodighiero
Teaching and course administration
Operational unit Culture and Civilisation Teaching and Student Services Unit
Site
VERONA
Learning outcomes
La LM 14, Laurea magistrale in Tradizione e interpretazione dei testi letterari, ha come proprio obiettivo principale quello di garantire l'acquisizione di una preparazione avanzata di carattere disciplinare, in ambito filologico-letterario-linguistico. Tale formazione avviene grazie alla specificità degli insegnamenti disciplinari previsti dal piano nel corso del biennio, relativi allo studio delle lingue classiche, delle filologie antiche, medioevali romanze e moderne, della Letteratura italiana umanistica, moderna e contemporanea, con peculiare attenzione rivolta agli stili, ai generi letterari, alla trasmissione dei testi e alla loro analisi filologica e storico-letteraria. Il biennio magistrale offre al discente le condizioni e i saperi per innescare e mettere in pratica in piena autonomia percorsi di ricerca, progetti di diffusione/mantenimento/incremento delle conoscenze nell'ambito sopra descritto, nonché elaborare tecniche e metodi di analisi nell'ambito delle scienze filologiche e letterarie. Lo studente dovrà acquisire una piena e autonoma capacità di gestione di tutte le attività connesse con la produzione, l'analisi, la circolazione e la definizione della qualità di forme testuali (anche differenti da quelle legate specificamente alla produzione filologico-letteraria). La LM mira agli obiettivi formativi qui di seguito elencati e contestualizzati più nel dettaglio con riferimento di volta in volta ad aspetti, contenuti, ambiti del sapere compresi nella specificità del percorso di formazione, secondo un ordine che interseca la sequenza logico-temporale con quella più propriamente contenutistico-disciplinare. - Uno dei principali obiettivi formativi del CdS è quello di fornire la capacità di padroneggiare un quadro teorico avanzato di riferimento dei contesti storici e culturali e dei processi della comunicazione verbale e testuale, dei meccanismi e degli ambiti della produzione, diffusione, custodia, trasmissione dei testi (con specifico riferimento alla comunicazione letteraria). La specificità di tali obiettivi è raggiunta attraverso le modalità di insegnamento consueto (lezioni frontali, seminari, laboratori), spalmato sul biennio e relativo alle aree disciplinari delle storie letterarie antiche e moderne. - Lo Studente deve essere inoltre formato alla capacità di analisi testuale, deve in altre parole essere in grado di individuare tutti gli aspetti implicati nella produzione di un testo: aspetti stilistico-retorici, storico-letterari, ideologici. - Deve essere formato all'analisi e alla comprensione delle componenti filologiche del testo, sia esso di contenuto letterario/creativo o scientifico (apparati critici e paratestuali, edizioni, saggistica, ecc.), nonché alla capacità di storicizzare e di collocare tali componenti all'interno del più vasto ambito della storia della cultura. - Un ulteriore obiettivo formativo consiste nel dotare lo Studente della capacità di confrontare e di collazionare con metodo testi di qualsiasi genere, e della capacità di stabilire eventuali rapporti genetici intercorrenti fra di loro; la specificità dei due obiettivi che precedono è garantita dagli insegnamenti più spiccatamente improntati alla metodologia filologica applicata ai testi antichi greci e latini, mediolatini, romanzi e della storia letteraria nazionale, nonché allo studio della filologia nel suo formarsi come scienza autonoma. - L'intero percorso formativo del biennio magistrale, data la sua specifica vocazione letteraria, ha fra i propri obiettivi anche l'assimilazione di modelli testuali modificabili e riproducibili a seconda delle specificità del contesto di elaborazione: il percorso formativo riguardante le tipologie testuali è garantito dagli insegnamenti storico-letterari, da insegnamenti di linguistica e grammaticali, nonché dall'insegnamento della stilistica e della metrica italiana, dell'ermeneutica letteraria e dall'insegnamento delle letterature secondo le modalità della comparazione delle diverse forme del testo, dell'analisi critico-letteraria, dall'attenzione per la produzione letteraria novecentesca, e per l'intero corso di studio (di nuovo quindi in una prospettiva ‘olistica' e integrata fra primo e secondo anno) da una precipua attenzione per i principali testi teorici e critici di ciascuno degli ambiti disciplinari previsti dalla LM. - Obiettivo preminente è anche l'acquisizione da parte dello Studente (più in sintesi e con una differenziazione per ambiti) di una preparazione approfondita atta a sviluppare autonome capacità nei settori della filologia classica, medievale, moderna e contemporanea e delle relative letterature, sulla base di conoscenze metodologiche, teoriche e critiche; l'obiettivo è garantito, all'interno del percorso formativo, dagli insegnamenti disciplinari delle filologie delle lingue classiche, mediolatine, romanze, e della letteratura italiana, erogati sia nel corso del primo anno che nel corso del secondo. - Obiettivo formativo perseguito dalla LM è anche quello di far acquisire una panoramica sui metodi di lavoro in ambito archivistico, bibliotecario ed editoriale: l'obiettivo è raggiunto attraverso gli insegnamenti relati alla paleografia e alle ricerche d'archivio, anche di ambito storico. - Fra gli obiettivi formativi va considerato anche l'apprendimento di una lingua straniera a scelta: l'obiettivo previsto dal percorso formativo è raggiunto dalla necessità per lo studente di superare il livello B2 completo in una delle seguenti lingue: inglese, francese, russo, spagnolo, tedesco.
Job opportunities
Promotore e divulgatore culturale, Organizzatore di eventi e addetto al management in ambito turistico, Assistente alla ricerca e alla produzione scientifica, Addetto Uffici stampa ed elaboratore di testi, Formatore degli adulti e docente. Funzione in un contesto di lavoro: a) Compiti di professionalità elevata con funzione organizzativa, di gestione e promozione della cultura; mansioni di supporto a figure dirigenziali, supporto nella progettazione di eventi e iniziative, nell'elaborazione di strategie di comunicazione, ruolo e funzione di supporto nella definizione di forme di diffusione culturale e di alta divulgazione. b) Funzioni di elevata professionalità in istituzioni pubbliche e private, ruoli-chiave nella promozione del patrimonio culturale del territorio, funzione di pianificazione di progetti culturali per il turismo, organizzazione di pacchetti di eventi culturali con finalità di ‘attrazione' per potenziali visitatori. c) Funzione di supporto alla ricerca e alla produzione scientifica: elaborazione di testi, progettazione, raccolta di materiali bibliografici, correzione di bozze, attività di redazione di manuali scolastici, produzione di letteratura digitale, ecc. d) Attività di supporto e coordinamento, di scrittura di testi presso Uffici stampa, cura delle pubbliche relazioni, in particolare in ambiti italo-tedeschi (con riferimento al curr. internazionale: stesura e revisione di testi nelle due lingue di riferimento). e) Attività e funzioni legate all'insegnamento nelle più varie forme (assistenza e supporto individuale, ecc.) e alla trasmissione del sapere umanistico (ambito filologico-letterario). Funzioni di formazione degli adulti. Competenze associate alla funzione: La preparazione del dottore magistrale che termini il proprio percorso formativo in ambito filologico-letterario comprende la capacità di adoperare i propri strumenti culturali in maniera duttile e adattabile ai contesti in cui egli si trovi a operare, a partire dall'ambito scolastico (cfr. funzione ‘e', e tutte le altre funzioni). Il laureato magistrale saprà assumere un habitus mentale flessibile e che si distingua per potenzialità di coinvolgimento e di condivisione (lavoro in équipe, capacità di problem-solving: specie se impegnato in ambito scolastico competenze metodologico-didattiche e organizzativo-relazionali [funzioni ‘a', ‘b', ‘d', ‘e']). Si prevedono capacità di comunicazione, di sintesi e di rielaborazione dei dati (funzioni ‘c', ‘d', ‘e'), specie nell'ambito dei servizi riguardanti la cultura (ad esempio nell'elaborazione di progetti culturali, nella selezione dei dati, nella definizione sintetica di proposte culturali al territorio a fini turistici [funzioni ‘a', ‘b']). Rimane fondamentale l'acquisizione di vaste competenze linguistico-letterarie e filologiche, quali capacità di analizzare anche a prima vista un testo e/o di editarlo a partire dalle proprie conoscenze linguistiche antico-moderne, capacità di proporre un commento articolato (anche di tipo linguistico-filologico, oltre che letterario [funzioni ‘c', ‘d', ‘e']); si aggiungano le competenze utili a scrivere e parlare in maniera corretta (funzioni ‘c', ‘d', ‘e'), nonché secondo i criteri dell'impostazione scentifica dell'ermeneutica letteraria, aperta anche alla divulgazione del sapere, tramite l'elaborazione di pensieri e testi complessi (funzioni ‘c', ‘d', ‘e'). Capacità di immaginare, redigere, rivedere, correggere testi in funzione del contesto di riferimento (testi target oriented: tutte le funzioni). Sbocchi occupazionali: I laureati che avranno crediti in numero sufficiente in opportuni gruppi di SSD potranno partecipare alle prove di ammissione per i percorsi di formazione per l'insegnamento secondario, come previsto dalla legislazione vigente (sbocco professionale previsto: l'insegnamento in strutture scolastiche pubbliche o private). Il conseguimento della Laurea magistrale in Tradizione e interpretazione dei testi letterari rende potenzialmente possibili anche altri tipi di impiego con funzioni di coordinamento, di sviluppo e di ricerca presso enti, biblioteche, archivi e musei, fondazioni culturali, contesti accademici; nell'editoria (aziende di produzione libraria, enti pubblici e privati con annessa attività editoriale e di publishing); nel campo della comunicazione e dello spettacolo (istituzioni culturali, fondazioni, enti teatrali, enti pubblici e privati, enti e aziende occupati nella promozione turistica), negli studi e negli uffici stampa di aziende pubbliche e private come redattori o revisori di testi. Attività nei settori espositivi e pubblicitari (enti e fiere, aziende pubbliche e private, comparto turistico) grazie alle acquisite competenze linguistico-letterarie (anche in ambito tedesco per il curriculum internazionale). Attività nel settore dei media e giornalismo (redazioni, giornali, aziende attive nell'ambito dei media), lavori di redazione presso Organizzazioni internazionali e istituzioni UE, ecc.
Reference Department
Culture and Civilisation
Macro area
Humanities
Disciplinary area
Literature, Arts and Social service

SUA-Cds

Documents