Laurea magistrale in Editoria e giornalismo

logo

Presentazione

Il corso di laurea magistrale si propone di offrire un’adeguata preparazione nel settore oggi in rapida espansione dell'editoria e del giornalismo nelle sue più diverse espressioni (dalla carta stampata alla radio e alla televisione, così come nei new media), con particolare riguardo al campo dell'innovazione tecnologica, della multimedialità, nonché degli scenari internazionali del commercio del libro e degli altri prodotti editoriali. Il corso intende inoltre fornire un'adeguata preparazione professionale di base nel settore più generale delle relazioni pubbliche, nel quale si assiste sempre più all'emergere di nuove figure professionali alle quali viene affidato il compito di monitorare le comunicazioni con il pubblico, sia nel campo istituzionale come in quello delle aziende private.

Scheda Unica Annuale (SUA-CdS)
Nell’ambito di un sistema di Assicurazione della Qualità, il Corso di Studio rende disponibili a tutti gli interessati informazioni complete, aggiornate e facilmente reperibili su obiettivi, attività formative, risorse utilizzate e risultati conseguiti.​ Queste informazioni sono riportate nella Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) ​che​ contiene una Presentazione e tre sezioni pubbliche (Obiettivi della formazione, Esperienza dello studente, Risultati della formazione) che costituiscono insieme lo strumento di informazione completa su ciascun Corso di Studio. Contiene ​inoltre ​una sezione organizzativa che non è pubblica (Organizzazione e gestione della Qualità).
La Scheda Unica Annuale (SUA-CdS) è uno strumento gestionale funzionale alla progettazione, alla realizzazione, all'autovalutazione e alla ri-progettazione del Corso di Studio, utile anche per lo studente per la scelta del corso di studio.

► Dati statistici del corso di studi su opinione degli studenti, carriera universitaria e sbocchi occupazionali
 

Scheda del corso

Tipo
Corsi di laurea magistrale
Durata
2 anni
Classe di appartenenza
LM-19 - Classe delle lauree magistrali in informazione e sistemi editoriali
Organo di controllo
Collegio Didattico di Scienze della comunicazione
Referente
Vincenzo Borghetti
Gestione didattica e studenti
Unità operativa Didattica e Studenti Culture e Civiltà
Sede
VERONA
Obiettivi formativi
Il corso di laurea magistrale ha come obiettivo formativo specifico quello di offrire una preparazione approfondita nei settori oggi in rapida espansione dell'editoria, del giornalismo e delle pubbliche relazioni nelle loro più diverse espressioni, con particolare riguardo al campo dell'innovazione tecnologica, della multimedialità, nonché degli scenari internazionali del commercio del libro e degli altri prodotti editoriali.
Per chi è interessato al campo dell'editoria, del giornalismo delle relazioni pubbliche, attraverso opportune scelte tra gli insegnamenti impartiti, il corso intende fornire una preparazione professionale in relazione alle diverse figure che attualmente vengono richieste nei campi di riferimento, dalla carta stampata, alla radio, alla televisione, così come nei new media. In tutti questi settori si assiste sempre più all'emergere di figure professionali alle quali viene affidato il compito di monitorare le comunicazioni con il pubblico, sia nel campo istituzionale che in quello delle aziende private.

Il percorso formativo del corso di laurea magistrale prevede attività differenziate per tre aree di apprendimento con lo scopo sia di fornire e consolidare le competenze trasversali, sia di costruire competenze specialistiche necessarie per operare negli ambiti della comunicazione orale e scritta, del giornalismo e dell'editoria: 1) Area Linguistica e informatica, che si focalizza sugli aspetti linguistici, retorici, semiologici e giuridici della comunicazione con particolare attenzione agli aspetti tecnologici che oggi la caratterizzano; 2) Area Giornalismo, che si concentra sull'approfondimento degli aspetti letterari, storici, sociologici, politici e geopolitici della scrittura e della professione giornalistica; 3) Area Editoria e multimedialità, che mira a fornire competenze specifiche sia nel campo dell'editoria e dei processi editoriali, e in quello a questo strettamente collegato dei nuovi media, delle loro tecniche e dei loro linguaggi, sia sull'impatto che questi media hanno sulle società e sulle culture nel mondo contemporaneo. Le tre aree hanno evidenti zone di intersezione; tutte insieme concorrono a fornire i fondamenti teorici, le capacità analitiche e le competenze pratiche per operare nel sistema dei media e delle attività editoriali, giornalistiche, comunicative.
Il percorso formativo è organizzato per progressione cronologica. Gli insegnamenti relativi alle tre aree di apprendimento sono distribuiti in modo omogeneo nel biennio. Nel primo anno, in cui il corso di laurea magistrale intende fornire le conoscenze fondamentali nei settori disciplinari di riferimento, ci sono soprattutto corsi a scelta obbligata, mentre al secondo anno le attività sono tutte a scelta tra gruppi predeterminati, legate ai differenti ambiti disciplinari in cui gli studenti intendono specializzarsi.
Al fine di implementare le abilità pratiche e le competenze professionali relative alle aree di apprendimento, e di garantire l'acquisizione di conoscenze relative alle dinamiche concrete negli ambienti di lavoro nei settori di riferimento, il corso di laurea prevede la presenza di laboratori curricolari e un periodo di stage o tirocinio presso enti o imprese accreditati presso l'Ateneo.
Le aree di conoscenze e competenze vengono completate dalla formazione all'uso fluente di almeno una lingua della Comunità europea, con una specifica attenzione ai lessici settoriali del mondo dell'informazione e della comunicazione.
Sbocchi professionali
Responsabile dei processi di comunicazione in campo giornalistico ed editoriale

Funzione in un contesto di lavoro:

Il laureato magistrale in Editoria e giornalismo è un professionista dotato di una preparazione avanzata nei settori dell'editoria, della comunicazione e del giornalismo; è inserito in gruppi e contesti di lavoro dove elabora e gestisce attività di comunicazione interna ed esterna per enti, istituzioni e imprese sia pubbliche sia private; elabora testi e contenuti per l'informazione e per la pubblicità; progetta, gestisce ed esercita funzioni di controllo nell'ambito delle attività editoriali; progetta e realizza prodotti e contenuti di tipo multimediale per le piattaforme digitali. È in grado di prendere iniziative autonome, di rivestire ruoli di coordinamento e di ricoprire funzioni di responsabilità.

Competenze associate alla funzione:

Elaborazione e gestione di attività di comunicazione interna ed esterna per enti, istituzioni e imprese pubbliche e private:
- conoscenze e competenze linguistiche, retoriche e argomentative specializzate;
- conoscenze e competenze approfondite degli strumenti e dei linguaggi specifici dell'informazione e della comunicazione;
- conoscenze e competenze specializzate nel campo delle risorse informatiche e delle tecnologie multimediali.

Elaborazione di testi e contenuti per l'informazione e la pubblicità:
- conoscenze e competenze linguistiche, retoriche e argomentative specializzate;
- conoscenze e competenze in campo sociologico, politico e geopolitico;
- conoscenze e competenze specifiche nell'ambito della diffusione e della comprensione delle notizie;
- conoscenze e competenze specializzate nel campo delle risorse informatiche e delle tecnologie multimediali.

Progettazione, gestione e controllo nell'ambito delle attività editoriali:
- conoscenze e competenze specializzate dei processi produttivi delle tecnologie in ambito editoriale;
- conoscenze e competenze specializzate nel campo delle risorse informatiche e delle tecnologie multimediali.

Progettazione e realizzazione di prodotti e contenuti di tipo multimediale per le piattaforme digitali:
- conoscenze e competenze specializzate nel campo delle risorse informatiche e delle tecnologie multimediali.
- conoscenze e competenze approfondite degli strumenti e dei linguaggi specifici dell'informazione e della comunicazione.

Sbocchi occupazionali:

Il laureato potrà trovare occupazione in: uffici delle pubbliche relazioni nella Pubblica Amministrazione; in uffici stampa nella Pubblica Amministrazione, di enti, istituzioni e imprese culturali, e di aziende private; in agenzie pubblicitarie; nei diversi comparti delle imprese giornalistiche; nei diversi comparti delle imprese editoriali; in agenzie di pubbliche relazioni; agenzie di promozione turistica e del territorio; agenzie di organizzazione e gestione di eventi; in imprese di servizi editoriali; in agenzie di servizi web.
Dipartimento di riferimento
Culture e Civiltà
Macro area
Scienze Umanistiche
Area disciplinare
Lettere, Arti e Comunicazione