Antropologia del mondo antico (p) (2006/2007)

Corso disattivato

Orario lezioni

Obiettivi formativi

il corso si propone di confrontare modelli relazionali del mondo antico, con particolare riferimento alla società romana, attraverso la lettura di pagine significative della letteratura classica e di approfondire le competenze metodologiche per l’indagine antropologica dei testi antichi.

Programma

Prerequisiti: è opportuna, anche se non richiesta, una conoscenza di base della lingua latina.

Contenuto del corso: Modelli di amicizia nel mondo antico.

Testi di riferimento:
1. Estratti da Luciano, Tossari o l’amicizia; Aristotele, Etica Nicomachea, libro VIII;
Cicerone, Laelius de amicitia; Valerio Massimo, Detti e fatti memorabili, IV, 7;
Seneca I benefici, Lettere a Lucilio: i testi, da definire, saranno forniti con traduzione a fronte.
2. Tito Maccio Plauto, Le tre dracme, prefazione di C.Questa, introduzione di G.Petrone, traduzione di M.Scandola, con testo latino a fronte, Milano BUR 1993 e successive ristampe.
3. E. Narducci, Le ambiguità della amicitia, in Modelli etici e società. Un’idea di Cicerone, Pisa, Giardini, 1989, pp. 79-110; R. Raccanelli, L’ amicitia nelle commedie di Plauto, Bari, Edipuglia, 1998, pp. 7-68.
N.B. In alternativa a un saggio gli studenti potranno presentare la traduzione di passi (da stabilire) dalla commedia plautina.

Metodi didattici: lezioni frontali.

Modalità d'esame

Colloquio