Storia della chiesa medievale (p) (2009/2010)

Codice insegnamento
4S01259
Docenti
Mariaclara Rossi, Valeria De Fraja, Giuseppina Gasparini
Coordinatore
Mariaclara Rossi
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-STO/07 - STORIA DEL CRISTIANESIMO E DELLE CHIESE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
II semestre dal 22-feb-2010 al 5-giu-2010.

Orario lezioni

Obiettivi formativi

Attraverso l’esame di alcuni personaggi e dei movimenti a cui hanno dato origine si intende fornire agli studenti un primo approccio alla ricerca storica, aiutandoli nell’acquisizione di uno spirito critico in grado di individuare, nelle fonti e nella storiografia, le diverse problematiche della storia religiosa.

Programma

Prerequisiti: conoscenza basilare della storia medievale; conoscenza anche elementare della lingua latina.

Contenuto del corso: I movimenti pauperistico-evangelici, Valdesio di Lione e Francesco d’Assisi. Vicende biografiche dei personaggi e problematiche dei movimenti da essi derivati.

Testi di riferimento: Per quanto riguarda i movimenti pauperistico-evangelici si partirà dal saggio di Grado Merlo, I movimenti religiosi, le chiese ereticali e gli ordini mendicanti, in La storia. I grandi problemi dal medioevo all’età contemporanea, diretta da N. Tranfaglia e M. Firpo, I: Il medioevo. I quadri generali, Torino 1988, pp. 391-423.
Per Valdesio: come pagine introduttive generali:
- G.G. Merlo, Eretici ed eresie medievali, Bologna 1989 (o edizioni seguenti), in particolare l’Introduzione: A partire da Falcio Illirico (pp. 9-19), il capitolo quinto: Valdesio di Lione: il rinnovarsi della missione apostolica (pp. 49-56) e il capitolo nono: Giovanni da Ronco: l’estremismo lombardo e gli sviluppi del valdismo (pp. 75-84);
- A. Vauchez, Movimenti religiosi fuori dall’ortodossia nei secoli XII e XIII, in Storia dell’Italia religiosa, I, Roma-Bari 1993 (ed edizioni seguenti), pp. 311-346;
Riguardo all’esperienza valdese:
- G. G. Merlo, Valdesi e valdismi medievali, Torino 1984;
- C. Papini, Valdo di Lione e i «poveri nello spirito». Il primo secolo del movimento valdese (1170-1270), Torino 2003 (alcune parti del volume saranno discusse criticamente durante il corso);
- Valdesi medievali. Bilanci e prospettive di ricerca, a cura di M. Benedetti, Torino 2009 (in particolare il saggio di G. G. Merlo sulla storiografia). Degli questi ultimi tre volumi saranno eventualmente segnalati a lezione i capitoli utili per l’esame.
Dati gli obiettivi del corso espressi sopra, durante il corso sarà analizzata una serie di fonti. I testi, tratti prevalentemente dai volumi di G. Gonnet, Enchiridion fontium valdensium, Torre Pellice 1958, saranno forniti durante le lezioni.
Per Francesco d’Assisi: il programma prevede l’analisi di alcuni scritti attribuiti all’Assisiate con alcuni confronti con le fonti bio-agiografiche, in particolare con la Vita prima di Tommaso da Celano. Saranno di supporto i testi reperibili in La letteratura francescana, I: Francesco e Chiara d’Assisi, a cura di C. Leonardi, Commento di M. Solvi, Milano 2004. In generale: R. Rusconi, Francesco d’ Assisi, santo Francesco (Francesco di Pietro Bernardone), in Dizionario biografico degli Italiani, 49, Roma 1997.

Metodi didattici: lezioni frontali e seminari.

Modalità d'esame

esame orale