Letteratura latina LC (i+p) (2010/2011)

Codice insegnamento
4S02189
Docente
Licinia Ricottilli
Coordinatore
Licinia Ricottilli
crediti
12
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Secondo semestre dal 28-feb-2011 al 4-giu-2011.

Orario lezioni

Obiettivi formativi

conoscenza della letteratura latina sia nelle sue problematiche fondamentali (con particolare riguardo ai generi letterari), sia in alcune sue opere particolarmente significative; acquisizione capacità di base e progredite per un’analisi grammaticale, stilistica, storico-letteraria e pragmatica. Conferma della capacità di leggere un testo metricamente.

Programma

Prerequisiti: conoscenze di base della lingua latina.
Contenuto del corso:

Parte prima
La letteratura latina ed i generi letterari; lettura e commento linguistico e storico-letterario delle satire 1, 5, 9 del primo libro, 6 e 8 del secondo libro delle Satire di Orazio e dei §§ 18-66 del de amicitia di Cicerone.

Testi di riferimento:
1. A. Cavarzere, A. De Vivo, P. Mastandrea, Letteratura latina. Una sintesi storica, Roma, Carocci, 2003; A. Traina – G. Bernardi-Perini, Propedeutica al latino universitario, Pàtron, Bologna 19986 (o ed. successive): capitoli I-IV; M. T. Cicerone, L’amicizia, introduzione e note di E. Narducci, trad. di C. Saggio, Milano, Rizzoli (BUR), 1988 e successive ristampe (traduzione dei §§ 18-66 e studio del saggio introduttivo Le ambiguità della amicitia di E. Narducci); Orazio, Satire, a c. di M. Labate, Milano, BUR, 1981, saggio introduttivo e traduzione delle satire 1, 5, 9 del primo libro e 6 e 8 del secondo libro; L. Ricottilli, La lingua d’uso in Orazio, in J. B. Hofmann - L. Ricottilli, La lingua d’uso latina, Pàtron, Bologna 20033, pp. 465-509.

Parte seconda
Analisi grammaticale, stilistica, storico-letteraria e pragmatica del libro IV e XII dell’Eneide di Virgilio. Conferma della capacità di leggere un testo metricamente.

Testi di riferimento:
A. Traina-G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario, Bologna, Pàtron, 1998 (o ed. successive): capitoli V-IX; P. Vergili Maronis opera, recogn. brevique adnotatione critica instruxit R. A. B. Mynors, Oxonii 1969 e rist. succ., oppure Virgilio, Eneide, traduz. di L. Canali, comm. di E. Paratore, Mondadori 1991 e rist. succ.; L. Ricottilli, Gesto e parola nell’Eneide, Bologna, Pàtron, 2000, pp. 81-116; A. Traina (cur.), Virgilio. L’utopia e la storia. Il libro XII dell’Eneide e antologia delle opere, Loescher, Torino 1999, pp. 101-188 e 207-214; L. Ceccarelli, Prosodia e metrica latina con cenni di metrica greca, Soc. editr. Dante Alighieri, pp. 1-36.

Metodi didattici: lezioni frontali.

Modalità d'esame

colloquio orale condotto in parte direttamente sui testi latini e teso ad accertare il raggiungimento degli obiettivi formativi. E’ presupposta e verrà verificata in sede di esame la conoscenza della morfologia, della sintassi e del lessico di base della lingua latina.

Chi non avesse tali conoscenze preliminari è invitato a frequentare il Tutorato di latino e a sostenere le relative prove di verifica (il cui superamento comporta l’acquisizione di 3 crediti F), prima di iniziare la frequenza degli insegnamenti del gruppo L-FIL-LET/04 (Letteratura latina, Grammatica latina, Storia della lingua latina).

N.B. E’ obbligatorio superare la prova scritta di latino, prima della registrazione dell’ultimo esame del settore L-FIL-LET/04 che consenta di arrivare ad un totale di 24 crediti nel settore L-FIL-LET/04 (necessari per l’accesso all’insegnamento nelle classi 51/A e 52/A).