Filologia latina (m) (2012/2013)

Codice insegnamento
4S02281
Docente
Renata Raccanelli
Coordinatore
Renata Raccanelli
crediti
6
Settore disciplinare
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Semestrino IIA, Semestrino IIB

Orario lezioni

Semestrino IIA
Giorno Ora Tipo Luogo Note
giovedì 11.50 - 13.30 lezione Aula 1.2  
venerdì 11.50 - 13.30 lezione Aula 1.2  
Semestrino IIB
Giorno Ora Tipo Luogo Note
giovedì 11.50 - 13.30 lezione Aula 1.2  
venerdì 11.50 - 13.30 lezione Aula 1.2  

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone di affrontare e approfondire alcuni principi di critica testuale attraverso la lettura di due orazioni ciceroniane, in riferimento alle problematiche della trasmissione dei testi classici e alle ricerche sulla tradizione manoscritta e sulla tradizione indiretta

Programma

Prerequisiti: conoscenze progredite della lingua latina.

Contenuto del corso: Lettura di due orazioni ciceroniane parallele, al senato e al popolo romano (post reditum in senatu e post reditum ad Quirites).

Testi di riferimento:
1. M.Tulli Ciceronis Cum senatui gratias egit; Cum populo gratias egit, in M.Tulli Ciceronis Scripta quae manserunt omnia. Fasc. 21. Orationes, edidit T.Maslowski, Leipzig 1981.
2. Letture da: A.Cavarzere, Gli arcani dell’oratore. Alcuni appunti sull’actio dei Romani, Padova 2011; S. Mariotti, Scritti di filologia classica, Roma 2000; E.Narducci, Cicerone. La parola e la politica, Roma-Bari 2009.
Ulteriori indicazioni bibliografiche saranno proposte durante le lezioni.

N.B. Gli studenti non frequentanti sono invitati a rivolgersi alla docente per concordare letture integrative.

Metodi didattici: lezioni frontali ed esercitazioni

Modalità d'esame

colloquio orale condotto in parte direttamente sul testo latino.

N.B. È obbligatorio superare la prova scritta di traduzione dal latino prima della registrazione di qualsiasi esame del settore L-FIL-LET/04 (Letteratura latina, Filologia latina, Grammatica latina, Storia della lingua latina) che consenta di arrivare al totale dei 24 crediti nel settore necessari per l’accesso all’insegnamento nelle attuali classi ministeriali 51/A e 52/A. Tale prova scritta è propedeutica all’esame suddetto e quindi non dà luogo a crediti.