Storia greca (i+p) (2013/2014)

Codice insegnamento
4S02149
Crediti
12
Coordinatore
Luisa Prandi
Altri corsi di studio in cui è offerto
Altri corsi di studio in cui è offerto
Altri corsi di studio in cui è offerto
L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
I MODULO PARTE (I) 6 L-ANT/02-STORIA GRECA II semestrino A Luisa Prandi
II MODULO PARTE (P) 6 L-ANT/02-STORIA GRECA II semestrino B Luisa Prandi

Obiettivi formativi

Modulo: I MODULO PARTE (I)
-------
proporre un quadro sintetico delle principali vicende dei Greci nell’antichità, con attenzione al contesto geografico; l’evoluzione storica viene interpretata e valutata alla luce delle realizzazioni del popolo greco sul piano delle Istituzioni e del ruolo avuto nel bacino del Mediterraneo;


Modulo: II MODULO PARTE (P)
-------
analizzare in modo monografico un aspetto della vicenda storica dei Greci, sulla base delle testimonianze antiche a noi giunte.

Programma

Modulo: I MODULO PARTE (I)
-------
Prerequisiti:
parte “i” - nessuno

Contenuto del corso:
parte “i” - Vicende, istituzioni e ruolo dei Greci nel Mediterraneo antico

Testi di riferimento:
parte “i”
- C.BEARZOT, Manuale di storia greca, Bologna (Il Mulino) 20112

Metodi didattici:
parte “i” - lezioni frontali di presentazione dei momenti principali della storia greca, con attenzione al problema metodologico del rapporto fra documentazione in nostro possesso e possibilità di ricostruzione storica.


Modulo: II MODULO PARTE (P)
-------
Prerequisiti:
parte “p” - superamento dell’esame di Storia greca “i” (o di esame corrispondente alle conoscenze di base di Storia greca)

Contenuto del corso:
parte “p” – Alleanze interstatali nel mondo greco: il caso di Atene e Platea (VI-IV sec. a. C.)

Testi di riferimento:
parte “p”
- L. Prandi, Platea. Momenti e problemi della storia di una polis, Padova 1988; L. Prandi, Autonomia e identità nei rapporti di Platea con Atene, Tebe e Sparta, in S. Cataldi – E. Bianco G. Cuniberti (Eds), Salvare le poleis, costruire la concordia, progettare la pace, Alessandria 2012, 181-91. Altre indicazioni bibliografiche verranno fornite durante il corso
- Un fascicolo di passi sul tema sarà predisposto all’inizio delle lezioni
- Appunti presi a lezione.
- Almeno un libro fra i seguenti:
W.BURKERT, Da Omero ai Magi. La tradizione orientale nella cultura greca, Venezia (Marsilio) 1999
C.BEARZOT, La giustizia nella Grecia antica, Roma Carocci) 2008
G.CAMASSA, Atene. La costruzione della democrazia, Roma (L'Erma di Bretschneider) 2007
C.BEARZOT, Il federalismo greco, Bologna (Il Mulino) 2014
J.DE ROMILLY, La costruzione della verità in Tucidide, Firenze (La Nuova Italia Editrice - Biblioteca di cultura/Forme dell’antico) 1995
S. DE VIDO, Le guerre di Sicilia, Roma (Carocci) 2013
F. LANDUCCI GATTINONI, Filippo re dei Macedoni, Bologna (Il Mulino) 2012
F. LANDUCCI GATTINONI, L’ellenismo, Bologna (Il Mulino) 2010
G.DAVERIO ROCCHI, Il mondo dei Greci, Milano (Bruno Mondadori) 2008
Altri titoli possono essere concordati con la Docente

Metodi didattici:
parte “p” - lezioni frontali, durante le quali vengono presentati, tradotti e commentati passi di autore antico pertinenti al tema del corso e fondamentali per la sua comprensione.

Modalità d'esame

Modulo: I MODULO PARTE (I)
-------
parte “i” - colloquio orale, nel corso del quale si richiede agli studenti di mostrare appropriata conoscenza dello svolgimento della storia dei Greci dalle origini alla conquista romana; è necessaria anche una buona conoscenza della geografia politica del mondo antico, per cui è fondamentale l’uso di un Atlante storico.


Modulo: II MODULO PARTE (P)
-------
colloquio orale, nel corso del quale si richiede agli studenti di mostrare una conoscenza precisa dei temi politici e storiografici del tema del corso “p”, colto attraverso le testimonianze antiche opportunamente commentate, e di saper discutere in modo critico i saggi di approfondimento.