Storia del teatro e dello spettacolo LT (i) (2013/2014)

Codice insegnamento
4S02188
Docente
Nicola Pasqualicchio
Coordinatore
Nicola Pasqualicchio
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
L-ART/05 - DISCIPLINE DELLO SPETTACOLO
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
II semestrino A, II semestrino B

Orario lezioni

II semestrino A
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 8.30 - 10.10 lezione Aula 1.5  
martedì 8.30 - 10.10 lezione Aula 1.5  
mercoledì 8.30 - 10.10 lezione Aula 1.5  
II semestrino B
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 8.30 - 10.10 laboratorio Aula 1.5  
martedì 8.30 - 10.10 laboratorio Aula 1.5  
mercoledì 8.30 - 10.10 laboratorio Aula 1.5  

Obiettivi formativi

Il corso si propone di fornire agli studenti metodi e strumenti di comprensione del teatro come fenomeno culturale e artistico e di lettura dell’evento spettacolare in riferimento alle linee evolutive della storia dello spettacolo e al contesto socio-culturale di appartenenza

Programma

Prerequisiti: nessuno

Contenuto del corso: La regia teatrale. La regia, intesa come fenomeno caratteristico del teatro contemporaneo, e come tale distinta da precedenti pratiche di allestimento scenico, sarà esaminata nel suo percorso storico, dalle origini ottocentesche al pieno sviluppo nel teatro del Novecento, tenendo conto sia della sua sempre più accurata definizione sul piano teorico che della sua evoluzione sul terreno concreto della pratica scenica. A tal fine sarà presa in considerazione l’opera di alcuni dei più significativi registi europei, con particolare attenzione, nella seconda parte del corso, alla figura di Giorgio Strehler, del quale saranno analizzate nel dettaglio le messe in scena dei Giganti della montagna di Pirandello, della Tempesta di Shakespeare e di Temporale di Strindberg.

Testi di riferimento:
Programma per i frequentanti (N. B.: saranno considerati frequentanti solo gli studenti in possesso e a conoscenza degli appunti relativi all’intero corso e dei materiali distribuiti durante le lezioni). Inquadramento storico e teorico generale: R. Alonge, F. Perrelli, Storia del teatro e dello spettacolo, Torino, UTET, 2012 (lo studio, che dovrà essere dettagliato e non generico, sarà limitato ai seguenti capitoli: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 9, 11, 12, 13, 14, 15,16); L. Allegri, Prima lezione sul teatro, Roma-Bari, Laterza, 2012. Parte monografica: U. Artioli ( a cura di), Il teatro di regia. Genesi ed evoluzione (1870-1950), Roma, Carocci, 2004; L. Pirandello, I giganti della montagna, W. Shakespeare, La tempesta, A. Strindberg, Temporale (le edizioni dei tre testi teatrali saranno comunicate durante le lezioni). Nel corso delle lezioni saranno distribuiti ulteriori materiali sul teatro di Strehler.
Programma per i non frequentanti. Inquadramento storico e teorico generale: R. Alonge, F. Perrelli, Storia del teatro e dello spettacolo, Torino, UTET, 2012 (lo studio, che dovrà essere dettagliato e non generico, sarà limitato ai seguenti capitoli: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 9, 11, 12, 13, 14, 15,16); L. Allegri, Prima lezione sul teatro, Roma-Bari, Laterza, 2012. Parte monografica: U. Artioli ( a cura di), Il teatro di regia. Genesi ed evoluzione (1870-1950), Roma, Carocci, 2004; uno dei seguenti libri a scelta: M. Fazio, Regie teatrali. Dalle origini a Brecht, Roma-Bari, Laterza, 2006; R. Alonge, Il teatro dei registi. Scopritori di enigmi e poeti della scena, Roma-Bari, Laterza, 2006; R. Alonge ( a cura di), La regia teatrale.
Specchio delle brame della modernità, Bari, Edizioni di Pagina, 2007 (solo i saggi in italiano).

Metodi didattici: lezioni frontali, con ausilio di materiali audiovisivi.

Modalità d'esame

colloquio orale