Filosofia e deontologia della comunicazione (2013/2014)

Codice insegnamento
4S02208
Crediti
12
Coordinatore
Gianluca Solla
L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
ETICA E DEONTOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE (P) II MODULO 6 M-FIL/03-FILOSOFIA MORALE II semestrino A, II semestrino B Gianluca Solla
FILOSOFIA DELLA COMUNICAZIONE (I) I MODULO 6 M-FIL/01-FILOSOFIA TEORETICA I semestrino A, I semestrino B Antonino La Russa

Obiettivi formativi

Modulo: ETICA E DEONTOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE (P) II MODULO
-------
Il corso intende sviluppare la capacità di cogliere e analizzare criticamente i principali temi e problemi etici che, nella società attuale, sono implicati esplicitamente o implicitamente nella comunicazione, in vista della riflessione sulle loro conseguenze e le loro possibili o effettive derive.


Modulo: FILOSOFIA DELLA COMUNICAZIONE (I) I MODULO
-------
Introdurre ad una riflessione critica sul problema della comunicazione, individuandone le premesse razionali e le implicazioni nella comunicazione interpersonale.

Programma

Modulo: ETICA E DEONTOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE (P) II MODULO
-------
Titolo: Guerra civile globale?


Il corso intende proporre alla discussione e all’approfondimento la questione della “guerra civile” e dell’utilità di tale concetto per pensare la vita pubblica e l’esercizio della responsabilità etica nella contemporaneità. In che misura il concetto di “guerra civile” è in grado di rendere conto delle tensioni, dei conflitti e delle trasformazioni tanto all’interno della nostra società, quanto nel pianeta globalizzato? In che misura il concetto di “guerra civile” permette una percezione più realistica di un mondo che, come quello occidentale, pretende di vivere in pace, almeno fin dal 1945? D’altra parte, in che misura se non il concetto, ma quantomeno una certa retorica da “guerra civile” è frutto delle strumentalizzazioni e di una strategia del conflitto che inventa uno scontro tra culture per condizionare l’opinione pubblica e costringerla nella logica della paura (dell’altro, dello straniero, del diverso, della convivenza tra culture)?


Testi di riferimento:
1. Nicole Loraux, La città divisa, Neri Pozza, Vicenza 2006, scelta di capitoli.*
2. Roger Caillois, La vertigine della guerra, Casa di marrani, Brescia 2013.
3. Tiqqun, Introduzione alla guerra civile (pdf disponibile su internet).
4. Gianluca Solla, Memoria dei senzanome, ombre corte, Verona 2013.


* Consultare il sito internet del docente a corso iniziato per indicazioni più precise.


Modulo: FILOSOFIA DELLA COMUNICAZIONE (I) I MODULO
-------
Prerequisiti: Conoscenze di carattere generale con particolare riferimento al linguaggio comune nei suoi diversi registri d'uso e di significato.

Contenuto del corso
Relazioni dialettiche fra verità e persuasione cominciando dal principio di non contraddizione come regola aurea di ogni comunicazione e sviluppando analiticamente le sue implicazioni argomentative.
Il contesto ermeneutico e l'incontro tra i diversi orizzonti culturali.

Testi di riferimento
1) Aristotele, Metafisica, libro IV (si consiglia l'edizione Bompiani, testi a fronte a cura di G. Reale, oppure, in aggiunta, l'edizione scolastica per l'editrice La Scuola di Brescia a cura di E. Severino; per un'introduzione generale alla Metafisica può essere utilmente consultato G. Reale, Guida alla lettura della Metafisica, Laterza).
2) I due saggi di Giovanni Giulietti e di Girolamo Cotroneo dalla sezione Relazioni del testo AA.VV., Linguaggio persuasione verità, a cura della Società filosofica italiana, CEDAM, Padova 1984 (consultabile anche presso il Dipartimento di Filosofia).
3) F. L. Marcolungo, Dispensa di Filosofia della comunicazione, QuiEdit, Verona.
4) Per un eventuale approfondimento si consiglia la parte seconda (Teoria dell'esperienza ermeneutica) del testo H. G. Gadamer, Verità e metodo, Bompiani.

Metodi didattici
Lezioni con lettura e commento di testi, in particolare dal libro IV della Metafisica. Esercitazioni in preparazione all'esame con esempi di domande a risposta multipla e a trattazione breve.

Modalità d'esame

Modulo: ETICA E DEONTOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE (P) II MODULO
-------
Esame scritto con domande aperte


Modulo: FILOSOFIA DELLA COMUNICAZIONE (I) I MODULO
-------
Prova scritta costituita da domande a risposta multipla e a trattazione breve.