Generi e storia della letteratura italiana (p) (2014/2015)

Codice insegnamento
4S02895
Docente
Corrado Viola
Coordinatore
Corrado Viola
crediti
6
Settore disciplinare
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Semestrino IIA, Semestrino IIB

Orario lezioni

Semestrino IIA
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 17.20 - 19.00 lezione Aula 1.2  
giovedì 17.20 - 19.00 lezione Aula 1.2  
Semestrino IIB
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 17.20 - 19.00 lezione Aula 1.2  
giovedì 17.20 - 19.00 lezione Aula 1.2  

Obiettivi formativi

Il romanzo epistolare in Italia: forme, intrecci, temi, problemi, autori, testi

Programma

GENERI E STORIA DELLA LETTERATURA ITALIANA
Laurea in Lettere
L-FIL/LET 10 - CFU 6: ore 36
C. Viola
II semestre

OBIETTIVI FORMATIVI
Obiettivo principale del corso è quello di approfondire lo studio della letteratura italiana con particolare riferimento a un preciso genere letterario studiato nello sviluppo storico delle sue forme, attraverso l’analisi diretta dell’opera di autori particolarmente rappresentativi di quello specifico genere.


PROGRAMMA
Il romanzo epistolare in Italia: forme, intrecci, temi, problemi, autori, testi.


PREREQUISITI
Conoscenza manualistica dei testi e delle linee fondamentali di sviluppo della tradizione letteraria italiana dalle origini a tutto il Novecento


BIBLIOGRAFIA
TESTI DI RIFERIMENTO (di preparazione obbligatoria)
- U. Foscolo, Ultime lettere di Jacopo Ortis, Introduzione di D. Starnone, cura di P. Frare, Milano, Universale Economica Feltrinelli, 20079 (19941)
- C. Botta, Per questi dilettosi monti. Romanzo inedito, a c. di L. Badini Confalonieri, prem. di A. Battistini, Bologna, Clueb, 1986
- Q. Viviani, Gli ospiti di Resia, a c. di C. Viola, Verona, QuiEdit, 2015, c. s.
- G. Verga, Storia di una capinera (qualsiasi edizione, purché integrale: ad es. intr. di S. Campailla, Roma, Newton Compton, 2007; intr. di S. Pautasso, Milano, Mondadori, 1991; intr. e note di G. Carnazzi, Milano, BUR, 1995; a c. di G. Tellini, Milano, Mursia, 2005; a c. di S. Cicala, Milano, Mondadori Scuola, 2003; a c. di S. Rota Sperti, con un saggio di Federico De Roberto, Milano, Feltrinelli, 2011; a c. di T. Gurrieri, Firenze, Barbès, 2009; ecc.)
In aggiunta, lo studente dovrà leggere uno a scelta dei seguenti romanzi epistolari del Novecento:
- G. Calligarich, Posta prioritaria, Milano, Bompiani, 2014
- N. Ginzburg, Caro Michele, Torino, Einaudi, 1973 (o ediz. successive)
- N. Ginzburg, La città e la casa, Torino, Einaudi, 1984 (o Milano, Rizzoli, 1995)
- D. Maraini, Dolce per sé, Milano, BUR, 1999 (19871)
- G. Piovene, Lettere di una novizia (qualsiasi edizione)
- G. Pressburger, Di vento e di fuoco, Torino, Einaudi, 2000
- A. Tabucchi, Si sta facendo sempre più tardi, Milano, Feltrinelli, 2001
- A. Vigevani, Lettera al signor Alzheryan, con una nota di C. Fruttero, Palermo, Sellerio, 2005
Sarà predisposta una dispensa a cura del docente contenente testi di altri autori di preparazione obbligatoria (F. Petrarca, E. S. Piccolomini, A. Pasqualigo, G. P. Marana, D. Sacchi, ecc.)
Poiché i capisaldi del genere nella sua fase di maggior sviluppo appartengono alle principali letterature europee e i romanzi epistolari italiani dialogano strettamente con essi, talora dipendendone visibilmente, è obbligatoria la lettura di una a scelta fra le seguenti opere straniere, anche in traduzione italiana (si consigliano le edizioni indicate):
- H. de Balzac, Memorie di due giovani spose, trad. it. di P. Dècina Lombardi, Milano, Mondadori, 1989 (Oscar classici, 169)
- D. Diderot, La monaca, intr. di L. Binni, trad. it. di E. Klersy Imberciadori, Milano, Garzanti, 1992 (oppure: nota introduttiva di F. Cordero, trad. it. di C. Borelli, Torino, Einaudi, 19812)
- J. W. Goethe, I dolori del giovane Werther (qualsiasi ediz. purché integrale; ad es.: a c. di C. Picchio, Milano, Mursia, 1982; a c. di L. Graziani, Firenze, Sansoni, 1954; ecc.)
- Laclos, Le amicizie pericolose, intr. di A. Beretta Anguissola, trad. it. di A. Ruata, Torino, Einaudi, 1991; oppure, col titolo Le relazioni pericolose: trad. it. L. Chiaravelli, Roma, Biblioteca Economica Newton, 2006; trad. e cura di C. Bigliosi Franck, Milano, Feltrinelli, 2010; intr. di M. Cucchi, trad. it. di M. T. Nessi, Milano, Garzanti, 19895
- S. Richardson, Clarissa, trad. it. di M. D’Amico, Milano, Frassinelli, 1996
- S. Richardson, Pamela, trad. it. di M. D’Amico, Milano, Frassinelli, 2004
- J.-J. Rousseau, Giulia o La nuova Eloisa, intr. e commento di E. Pulcini, trad. di P. Bianconi, Milano, BUR, 2008
- Sénancour, Oberman, Milano, BUR, 1963 e segg.


METODI DIDATTICI
Lettura e commento analitico dei testi; lezioni di inquadramento storico-culturale; approfondimenti intertestuali, ecc.


Avvertenza
Ulteriori materiali e indicazioni bibliografiche saranno forniti nel corso delle lezioni e immessi nella piattaforma didattica e-learning, che ogni studente è tenuto a consultare con regolarità e frequenza. Poiché le introduzioni e le eventuali appendici dei volumi elencati sono parte integrante del programma, si raccomanda vivamente di valersi delle edizioni indicate in Bibliografia.

Modalità d'esame

MODALITÀ D’ESAME
L’accertamento della preparazione avverrà tramite esame orale, inteso a verificare soprattutto la conoscenza diretta e la capacità di analisi dei testi.