Psicologia del lavoro sc (p) (2016/2017)

Codice insegnamento
4S01392
Docente
Andrea Ceschi
Coordinatore
Andrea Ceschi
crediti
6
Settore disciplinare
M-PSI/06 - PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. IIA, Sem. IIB

Orario lezioni

Sem. IIA
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 8.30 - 11.50 lezione Aula T.2  
Sem. IIB
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 8.30 - 10.10 lezione Aula 1.3  
lunedì 10.10 - 11.50 lezione Aula T.2  

Obiettivi formativi

Il corso ha l’obiettivo di introdurre gli studenti alla psicologia del lavoro e delle organizzazioni come ambito di studio e di intervento. In particolare si propone di ampliare le conoscenze sull’interazione tra persona (differenze individuali e non), caratteristiche lavorative e variabili organizzative. Alla fine del corso lo studente dovrà essere in grado di riconoscere costrutti come il Work Engagement e il Burnout, applicare modelli organizzativi come il Job demands-resources o il Demand-Control, valutare comportamenti come il Job crafting o il Counterproductive Work Behavior. Per quanto riguarda l’applicazione dei contenuti, agli studenti sarà chiesto di comprendere e risolvere interattivamente dei casi organizzativi basati su evidenze empiriche sempre nell’ambito della psicologia del lavoro.

Programma

1) Introduzione teorica alla psicologia del lavoro

• Psicologia e Psicologia del lavoro
• Taylorismo e Fordismo
• Hawthorne Studies
• Kurt Lewin: leadership e group dynamics
• Herzberg: job design e job enrichment

2) Risorse umane e funzioni organizzative

• Lo sviluppo organizzativo
• Il clima e il clima di sicurezza: stress, mobbing, burnout e infortuni sul lavoro
• Selezione e valutazione
• Formazione e Orientamento
• Organizational policies and Diversity Management
• La valutazione della posizione
• La valutazione della prestazione
• La valutazione del potenziale

3) Decidere nelle organizzazioni
• Il ruolo del cognitivismo nelle funzioni organizzative
• Euristiche e bias applicati ai contesti organizzativi
• Decisioni manageriali e decisioni rischiose

4) Il ruolo delle differenze individuali
• Le variabili socio-anagrafiche: età, genere, esperienza lavorativa e grado di scolarizzazione
• Questionari e test
• La misurazione dei costrutti
• Tratti di personalità
• Inclinazione al rischio

5) I costrutti principali della psicologia del lavoro e delle organizzazioni:
• Effort and Rewards
• Job Resources and Job Demands
• Esaurimento, Cinismo, Disingaggio lavorativo
• Work Engagement
• Job Performance

6) I modelli organizzativi di riferimento

• Il modello Vitamin model di Warr
• Il modello Demand Control
• Il modello Effort-Reward Imbalance
• Il modello Job Demands-Resources

7) Il comportamento organizzativo

• Definizione di comportamento
• La teoria del comportamento pianificato
• Il comportamento controproducente
• Il comportamento prosociale
• Tecniche avanzate per la previsione del comportamento

8) Job Crafting e tecniche di formazione

• Metodi di formazione orientati al Job Crafting
• Metodi di formazione resources-based
• Coaching e mentoring

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Robert Kreitner, Angelo Kinicki Comportamento organizzativo (Edizione 2) Apogeo 2013 9788850331468
Rino Rumiati, Nicolao Bonini Decisioni manageriali. Come fare scelte efficaci (Edizione 1) Il Mulino 2010 9788815137500
Franco Fraccaroli, Cristian Balducci Stress e rischi psicosociali nelle organizzazioni. Valutare e controllare i fattori dello stress lavorativo (Edizione 1) Il Mulino 2011 9788815150714

Modalità d'esame

L’esame sarà scritto e comprenderà domande aperte e chiuse tratte dagli argomenti del corso.

Opinione studenti frequentanti - 2016/2017