Antropologia storica (m) (2017/2018)

Codice insegnamento
4S02241
Docente
Federico Barbierato
Coordinatore
Federico Barbierato
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-STO/02 - STORIA MODERNA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. 1A, Sem. 1B

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

All'interno del percorso formativo, il corso di Storia moderna M - Antropologia storica mira ad approfondire le conoscenze relative al periodo storico oggetto di indagine e a mettere in grado lo studente di valutare criticamente le fonti storiche nell’ambito spaziale e temporale dell’Età moderna. Al termine del corso lo studente dovrà dimostrare di essere in grado di conoscere ed esporre i principali nodi tematici dell’Età moderna, di valutare autonomamente il significato degli eventi storici e di comunicare con chiarezza fatti e idee.

Programma

La prima parte del corso vuole fornire agli studenti le principali coordinate per l’approfondimento dei temi fondamentali della società e della cultura di Età moderna. Si passerà poi ad affrontare il tema della censura e della circolazione clandestina del libro proibito nell’Europa di Età moderna. Si tratterà di un lavoro prettamente seminariale condotto su letture e fonti (processi inquisitoriali, relazioni, trattati etc.). Questo ultimo aspetto costituisce l’elemento fondamentale del corso, che avrà una struttura profondamente seminariale. Tutti gli studenti, quindi, sono invitati a una partecipazione attiva e dovranno essere disponibili a lavorare durante il corso sui testi messi a disposizione. Dovranno inoltre essere disponibili a discutere in modo libero le loro impressioni di lettura insieme al docente e agli altri studenti. La partecipazione attiva costituirà per i frequentanti l’elemento fondamentale di valutazione e comporterà un lavoro continuativo di letture individuali e di discussioni in aula. La frequenza è pertanto consigliata solo se potrà essere attiva.
In altri termini: nelle lezioni si discuterà apertamente e liberamente (perché per l’appunto si tratta di un seminario) di quanto si andrà leggendo, singolarmente o in gruppo, durante il corso e tutti gli studenti dovranno sentirsi a proprio agio nell’esporre i propri punti di vista ovviamente nei limiti dell’educazione e del rispetto reciproco.

Tutti gli studenti, sia frequentanti che non frequentanti, dovranno prepararsi sul testo Storia moderna, Donzelli, Roma, 1998. La conoscenza del testo verrà accertata attraverso una prova scritta a domande aperte.

Per quanto riguarda la parte monografica, gli studenti frequentanti elaboreranno una tesina su uno o alcuni dei documenti analizzati durante il corso. La tesina dovrà essere consegnata via mail almeno qualche giorno prima dell’esame orale, all’interno del quale verrà discussa

I non frequentanti dovranno invece preparare due testi a scelta fra i seguenti:

- C. Franceschini, Storia del limbo, Feltrinelli, Milano, 2017
- A. Prosperi, Dare l’anima. Storia di un infanticidio, Einaudi, Torino, 2015
- R. Schloegl, Fede e mondo moderno, NDF, Palermo, 2017
- R. Darnton, Il bacio di Lamourette, Mondadori, Milano, 1994
- R. Darnton, Censors at work. How States shaped Literature, W. W. Norton & Company, New York, 2015.
- F.P. De Ceglia, Il segreto di san Gennaro. Storia naturale di un miracolo napoletano, Einaudi, Torino, 2016
- E. Bonora, Roma 1564. La congiura contro il papa, Laterza, Roma-Bari, 2011
- N. Cusumano, Ebrei e accusa di omicidio rituale nel settecento. Il carteggio tra Girolamo Tartarotti e Benedetto Bonelli (1740-1748), Unicopli, Milano, 2012
- P.G. Wallace, La lunga età della Riforma, il Mulino, Bologna, 2006
- F. Trivellato, Il commercio interculturale. La diaspora sefardita, Livorno e i traffici globali in età moderna, Viella, Roma, 2016
- G. Ferigo, Morbida facta pecus. Scritti di antropologia storica della Carnia, Forum, Udine, 2012
- E. Cameron, Enchanted Europe superstition, reason, and religion, 1250-1750, Oxford University Press, Oxford, 2010
- C. Zika, The Appearance of Witchcraft. Print and Visual Culture in Sixteenth-Century Europe, Routledge, London, 2007
- C. Walker Bynum, Christian Materiality. An Essay on Religion in Late Medieval Europe, Zone Books, New York, 2011
- E.P. Thompson, Società patrizia, cultura plebea. Otto saggi di antropologia storica sull'Inghilterra del Settecento, Einaudi, Torino, 1981;
- R.W. Scribner, Per il popolo dei semplici. Propaganda popolare nella Riforma tedesca, Unicopli, Milano 2008.
- M. Sluhovsky, Believe Not Every Spirit: Possession, Mysticism, & Discernment in Early Modern Catholicism, University of Chicago Press, Chicago, 2007
- J.-P. Cavaillé, Les Déniaisés. Irréligion et libertinage au début de l’époque moderne, Classiques Garnier, Paris, 2014
- M. Mulsow, Enlightenment Underground. Radical Germany, 1680-1720, University of Virginia Press, Charlottesville, 2015
- P. Serna, Comme des betes. Histoire politique de l’animal en Révolution (1750-1840), Fayard, Paris, 2017
A. Bellavitis, Il lavoro delle donne nelle città dell’Europa moderna, Viella, Roma 2017

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
AAVV Storia moderna Donzelli 1998

Modalità d'esame

Parte generale
L’accertamento della conoscenza dei temi trattati nel volume Storia moderna, Donzelli, sarà costituito per tutti – frequentanti e non frequentanti – da una prova scritta a domande aperte. Gli studenti dovranno dimostrare la conoscenza dei principali snodi della storia di Età moderna, collocandoli criticamente all’interno del contesto.

Parte monografica:
L'esame si svolgerà in forma orale.
Per i frequentanti: verrà richiesta l’elaborazione di una tesina scritta il cui argomento sarà concordato con il docente. Oltre a quest’ultima, che dovrà dimostrare capacità critiche di riflessione in relazione alle fonti su cui sarà basata, sarà oggetto di valutazione anche la partecipazione attiva al corso.
Per i non frequentanti: è prevista la lettura di due libri a scelta fra quelli proposti. Nel colloquio orale verrà messa alla prova la conoscenza dei testi e gli studenti dovranno dimostrare la capacità di collocare in modo corretto e criticamente i temi affrontati.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018