Archeologia e storia dell'arte greca e romana (i+p) (2018/2019)

Codice insegnamento
4S02191
Crediti
12
Coordinatore
Patrizia Basso
Altri corsi di studio in cui è offerto
L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
I MODULO PARTE (I) 6 L-ANT/07-ARCHEOLOGIA CLASSICA Sem. 1B Patrizia Basso
II MODULO PARTE (P) 6 L-ANT/07-ARCHEOLOGIA CLASSICA Sem. 2A Diana Sergeeva Dobreva

Obiettivi formativi

------------------------
MM: I MODULO PARTE (I)
------------------------
ll corso intende fornire i primi strumenti metodologici e le conoscenze di base per lo studio delle espressioni materiali della civiltà greca e romana, dal IX sec. a.C. al IV d.C. In particolare, il corso si concentrerà sull’architettura del mondo greco e romano, considerandone gli aspetti tecnico-costruttivi e gli apparati decorativi e cogliendo le dinamiche storiche, socio-economiche e culturali che ne caratterizzano l’evoluzione. I risultati di apprendimento attesi sono: CONOSCENZE: 1. Conoscere la terminologia archeologica e tecnica di base. 2. Conoscere le periodizzazioni del mondo greco e romano per potervi collocare adeguatamente i complessi monumentali di maggior rilevanza. 3. Conoscere lo sviluppo diacronico delle tecniche e degli stili, le forme culturali sottese alle scelte artistiche e il ruolo della committenza. ABILITA’ 1. Saper utilizzare correttamente la terminologia archeologica di base, con particolare attenzione a quella inerente l’architettura antica nei suoi aspetti tecnici e decorativi. 2. Saper applicare un approccio metodologico interdisciplinare nella lettura e interpretazione storico-artistica dell’antico. 3. Saper contestualizzare nel quadro storico e socio-economico le manifestazioni artistiche della civiltà greco-romana. 4. Sapere comunicare aspetti del patrimonio archeologico greco e romano, con una terminologia appropriata
------------------------
MM: II MODULO PARTE (P)
------------------------
Obiettivo preminente del corso di Archeologia e storia dell’arte greca e romana (ii) è costituito dall’acquisizione delle conoscenze utili al riconoscimento e alla classificazione tipologica, funzionale e cronologica delle manifestazioni artistiche e artigianali della civiltà greco-romana tra il IX sec. a.C. e gli inizi del IV sec. d.C. Il quadro generale della produzione artistica di età greco-romana verrà sviluppato durante lo svolgersi delle lezioni seguendo una scansione per fasi cronologiche e focalizzando l’attenzione sulla scultura antica, i ritratti, le arti suntuarie, la ceramica e il vetro. Durante le lezioni un filo conduttore sarà quello di indagare il rapporto tra la cultura greca e romana e la sua manifestazione particolare nell’arte e la cultura materiale antica. I risultati di apprendimento attesi sono: CONOSCENZE: 1. Conoscere la terminologia archeologica e tecnica di base. 2. Conoscere le periodizzazioni del mondo greco e romano per potervi collocare adeguatamente i monumenti e gli oggetti di maggior rilevanza. 3. Conoscere lo sviluppo diacronico delle tecniche e degli stili, le forme culturali sottese alle scelte artistiche e il ruolo della committenza. ABILITA’ 1. Saper utilizzare correttamente la terminologia archeologica di base, con particolare attenzione a quella inerente la cultura materiale. 2. Saper applicare un approccio metodologico interdisciplinare nella lettura e interpretazione storico-artistica dell’antico. 3. Saper contestualizzare nel quadro storico e socio-economico le manifestazioni artistiche della civiltà greco-romana. 4. Saper comunicare aspetti del patrimonio archeologico greco e romano, con una terminologia appropriata.

Programma

------------------------
MM: I MODULO PARTE (I)
------------------------
1. L’architettura nel mondo greco e romano: le principali tipologie monumentali lette attraverso le fonti letterarie ed epigrafiche e i loro resti materiali, in relazione alla società e alla cultura del tempo: a. Cenni di urbanistica greca e romana b. Mura e porte c. Agorai e fori e gli edifici che vi gravitavano d. Edifici di culto e. Edifici per spettacoli f. Terme e apprestamenti idraulici g. Lo spazio privato: palazzi, case, villae, tombe 2. I materiali e le tecniche costruttive. 3. Gli apparati decorativi (elementi architettonici, pavimentazioni, pitture parietali). Non sono necessari prerequisiti, ma è preferibile avere conoscenze di base di storia greca e romana. Gli incontri in aula prevedono lezioni frontali sulla base di PowerPoint che verranno forniti agli studenti tramite la piattaforma e-learning Farà parte integrante del corso una visita guidata ai principali edifici pubblici e privati della Verona romana. Agli studenti del corso sarà offerta la possibilità di partecipare a campagne di scavo estive dirette dal titolare del corso ad Aquileia e nella bassa pianura veronese. Testi di riferimento Appunti dalle lezioni e materiale illustrativo fornito attraverso la piattaforma e-learning (Power Point delle lezioni). Ogni studente dovrà poi scegliere una classe di monumenti da approfondire, considerandone l’evoluzione diacronica dal mondo greco al romano, le specificità tecniche, gli apparati decorativi, la loro collocazione urbana e i rapporti con la realtà storica, socio-economica e culturale in cui si inserivano, traendo le informazioni dai seguenti volumi: Per l’architettura greca: R. Martin, Architettura greca, Milano 1980 oppure E. Lippolis, M. Livadotti, G. Rocco, Architettura greca. Storia e monumenti del mondo della polis dalle origini al V secolo, Milano 2007 Per l’architettura romana: P. Gros, L’architettura romana, I monumenti pubblici, I, Milano 2001. J.-P. Adam, L’arte di costruire presso i Romani. Materiali e tecniche, Milano 1988 oppure C. Malacrino, Ingegneria dei Greci e dei Romani, Verona 2013. La frequenza alle lezioni è fortemente raccomandata. Per i casi motivati di studenti non frequentanti, è previsto lo studio integrale, oltre ai PowerPoint delle lezioni, del testo di P. Gros sopra menzionato e di: Dizionario di archeologia (a cura di R. Francovich e D. Manacorda), Editori Laterza, Roma-Bari 2006, le seguenti voci: Architettura, archeologia della pp. 39-43 Contesto pp. 90-92 Storia, archeologia e pp. 286-305 Storia dell'arte, archeologia e pp. 311-319 Urbana, archeologia pp. 350-355
------------------------
MM: II MODULO PARTE (P)
------------------------
Il corso intende fornire una base introduttiva allo studio dell'evoluzione storica della civiltà greco-romana attraverso l’esame delle realizzazioni artistiche e artigianali prodotte tra il IX sec. a.C. e gli inizi del IV sec. d.C. Il programma del corso si struttura nelle seguenti unità didattiche: 1. La scultura - I modelli greci - Il repertorio ellenistico - Il rilievo storico romano - I grandi monumenti trionfali 2. I ritratti - L’arte perduta e le copie di età romana - I tipi statuari - Il rapporto tra la cultura greca e romana 3. La ceramica - La ceramica greca e magno-greca: a) Repertori e produzioni b) Nella bottega del vasaio c) La pittura a figure nere d) La pittura a figure rosse - La ceramica romana: a) Produzione e commercio b) Consumo e globalizzazione 4. Il vetro - Tecnologie e officine - Il vetro a matrice di età ellenistica - Il vetro cammeo - Il vetro soffiato Approfondimenti All’interno il corso prevede alcuni approfondimenti, sviluppati secondo un’ottica trasversale come il rapporto tra la scultura greca e romana; la ceramografia e la trasmissione d’immagine; la globalizzazione del gusto in epoca romana. È atteso che lo studente abbia frequentato la prima parte del corso – Archeologia e storia dell’arte greca e romana (i). Lo studio della materia d'esame presuppone una buona conoscenza della storia greca e romana e della geografia (si consiglia l'uso di un atlante storico). È vivamente raccomandata la partecipazione ai seminari di approfondimento e agli scavi organizzati dalle discipline afferenti al Settore di Archeologia classica. Gli incontri in aula prevedono lezioni frontali sulla base di Powerpoint che verranno forniti agli studenti tramite la piattaforma e-learning. Farà parte integrante del corso una visita guidata nel Museo Archeologico al Teatro Romano di Verona.

Modalità d'esame

------------------------
MM: I MODULO PARTE (I)
------------------------
L’obiettivo della prova di esame consiste nella verifica dei risultati d’apprendimento attesi precedentemente precisati. L’esame prevede una prova scritta che per gli studenti frequentanti verterà sul riconoscimento di 6 complessi monumentali, sulla base delle immagini contenute nelle slide fornite on line e su 4 domande aperte, di cui una riguarderà la classe di monumenti scelta dallo studente come approfondimento personale; i non frequentanti dovranno rispondere anche a due ulteriori domande sui testi di studio. Per la valutazione si terrà conto della capacità dello studente di riconoscere con competenza e sicurezza i contesti e monumenti presentati a lezione, affrontandone la descrizione e l'inquadramento cronologico.
------------------------
MM: II MODULO PARTE (P)
------------------------
L’obiettivo della prova di esame consiste nella verifica dei risultati d’apprendimento attesi precedentemente precisati. L’esame prevede una prova scritta che per gli studenti frequentanti verterà sul riconoscimento di 6 monumenti e artefatti, sulla base delle immagini contenute nelle slides fornite on line e su 4 domande aperte; i non frequentanti dovranno rispondere anche a due domande in più sui testi di studio. Per la valutazione si terrà conto della capacità dello studente di riconoscere con competenza e sicurezza i monumenti e i reperti presentati a lezione, affrontandone la descrizione e l'inquadramento cronologico e la capacità di derivare dallo studio tecnico dei manufatti riflessioni di ordine socio-economico e storico-culturale.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
R.Martin Architettura greca electa 1980 Non va studiato integralmente: è uno dei volumi da cui trarre materiale per approfondire qualche tema a scelta: si veda nel programma la spiegazione dettagliata
E. Lippolis, M. Livadotti, G. Rocco Architettura greca. Storia e monumenti del mondo della polis dalle origini al V secolo Mondadori Bruno 2007 Non va studiato integralmente. E' uno dei libri da cui trarre materiale per approfondire qualche tema a scelta. Si veda nel programma la descrizione dettagliata
R. Francovich e D. Manacorda Dizionario di archeologia Laterza 2006 Solo per i non frequentanti. Si veda nel programma la descrizione dettagliata delle voci da studiare
C. Malacrino Ingegneria dei Greci e dei Romani Arsenale editrice 2013 Non va studiato integralmente. E' uno dei libri da cui trarre materiale per approfondire qualche tema a scelta. Si veda nel programma la descrizione dettagliata
P. Gros L'architettura romana. Dal inizi del III secolo a.C. alla fine dell'alto Impero.I monumenti pubblici I Longanesi 2001 Non va studiato integralmente. E' uno dei testi da cui trarre materiale per approfondire qualche tema a scelta. Si veda nel programma la descrizione dettagliata
J.-P. Adam L'arte di costruire presso i Romani. Materiali e tecniche Longanesi 1988 Non va studiato integralmente. E' uno dei libri da cui trarre materiale per approfondire qualche tema a scelta. Si veda nel programma la descrizione dettagliata
M. Bolla Verona romana Cierre Edizioni 2015
R. Martin Architettura greca 1980
G. Bejor, M. Castoldi, C. Lambrugo Arte greca. Dal decimo al primo secolo a.C. Mondadori Università 2013 I seguenti paragrafi: Capitolo 1, paragrafi: 1.1, 1.3 Capitolo 2, paragrafi: 2.1, 2.3, 2.5 Capitolo 3, paragrafi: 3.1, 3.3, 3.5, 3.9, 3.10 Capitolo 4, paragrafi: 4.1, 4.2, 4.5, 4.6 Capitolo 5, paragrafi: 5.1, 5.4 Capitolo 6, paragrafi: 6.1, 6.3, 6.5 Capitolo 7, paragrafi: 7.1, 7.2.1, 7.2.2, 7.3, 7.4 Capitolo 8, paragrafi: 8.1, 8.2.2, 8.5
M. Papini Arte romana Mondadori Università 2016 I seguenti paragrafi: Capitolo 10, pp. 291-319. Capitolo 11, pp. 320-344. Capitolo 13, pp. 361-383. Capitolo 16, pp. 424-449. Capitolo 17, pp. 450-466.
G. Bejor, M. Castoldi, C. Lambrugo, E. Panero Botteghe e artigiani Mondadori Università 2012 I seguenti paragrafi: Capitolo 3, paragrafi: 3.1, 3.2 Capitolo 5
D. Gandolfi La ceramica e i materiali di età romana. Classi, produzioni, commerci e consumi 2005