Storia delle religioni (i) sc (2018/2019)

Codice insegnamento
4S02209
Docenti
Attilio Mastrocinque, Federico Barbierato
Coordinatore
Attilio Mastrocinque
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-STO/06 - STORIA DELLE RELIGIONI
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. 2A dal 18-feb-2019 al 30-mar-2019.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

L’insegnamento intende approfondire la conoscenza di alcune importanti problematiche relative al rapporto fra religione e società. Per prima cosa verrà chiarita la terminologia usata per definire vari aspetti della religiosità e dei culti. Si procederà poi all’analisi di documenti relativi a comportamenti, credenze e dottrine relativi alle religioni e alle interrelazioni fra culti e fra religioni, sia in una prospettiva sincronica che in una diacronica.
Gli studenti verranno avviati ad un approccio critico sui giudizi forniti dalle differenti società a proposito di vari aspetti religiosi e pertanto verranno messi a confronto con una serie di testi e documenti che descrivono rituali e credenze. La documentazione analizzata si riferirà prevelentemente al mondo europeo dall’antichità all’età moderna, in modo da permettere una visione diacronica ampia dei fenomeni e una valutazione di differenti modalità in cui fenomeni rilevanti furono concepiti nel corso del tempo e presso differenti culture.
Gli studenti dovranno acquisire la capacità di valutare autonomamente le testimonianze presentate attraverso l’uso al confronto fra più autori o fra differenti tipi di documentazione, al fine di giudicare la loro attendibilità storica.
Gli studenti dovranno migliorare le loro capacità comunicative esprimendo le loro opinioni sulle problematiche che emergono nel corso e ricevendo risposte e indicazioni su come strutturare la loro esposizione.
Anche le loro capacità di apprendimento dovranno essere migliorate attraverso l’interazione fra la lettura critica di testi e lo studio di iconografie pertinenti.
Al termine dell’insegnamento lo studente dovrà essere in grado di capire le problematiche fondamentali affrontate nei corsi, di saper analizzare in modo critico sia le fonti che le iconografie prese in esame, distinguere i fatti dalle opinioni, esponendo le argomentazioni in modo articolato, chiaro e basato sulla documentazione.

Programma

Il corso si divide in due parti. La prima – tenuta dal prof. Mastrocinque – sarà dedicata all’Età antica mentre la seconda – tenuta dal prof. Barbierato – all’Età medievale e moderna.
Per quanto riguarda la prima, essa è costituita dalle lezioni frontali, con i passi di autori e di documenti letti e commentati durante il corso, oltre alle iconografie presentate a lezione. Alcune lezioni saranno dedicate allo studio di Ireneo di Lione, Contro le eresie. (Ireneo di Lione, Contro le eresie e gli altri scritti, Milano, Jaca Book, 1997, oppure Contro le eresie, I-II, ed. A.Cosentino, Roma 2009; verrà messa in rete una traduzione inglese dell’opera e a lezione si commenteranno alcuni brani importanti).
Nella seconda parte verrà presa in esame l’articolazione dei movimenti “ereticali” e le risposte della Chiesa di Roma fra Età medievale e moderna. Il testo di riferimento sarà P.G. Wallace, La lunga età della Riforma, il Mulino, Bologna, 2006.
Lo studio dei testi indicati dovrà essere completato con un manuale di storia delle religioni: G. Sfameni Gasparro, Introduzione alla storia delle religioni, Roma - Bari : Laterza , 2011.

Per ulteriori approfondimenti si consigliano i seguenti testi (la cui lettura non è considerata obbligatoria):
H. Jonas, Lo Gnosticismo, Società Editrice Internazionale, Torino 1958 (ristampato da Feltrinelli)
L. Felici, La riforma protestante nell’Europa del Cinquecento, Roma 2016.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Ireneo di Lione Contro le eresie La Città Nuova 2009 9788831182072
Giulia Sfameni Gasparro Introduzione alla storia delle religioni Laterza 2011
P.G. Wallace La lunga età della Riforma Il Mulino 2006 8815110038

Modalità d'esame

La didattica relativa alla parte antica è costituita dalle lezioni frontali, dedicate ai temi sopra descritti; essa si basa su una serie di powerpoint sui quali sono caricate immagini di carattere archeologico e anche testi, oggetto delle lezioni. I materiali presentati a lezione saranno caricati in rete di volta in volta, in tempo utile per essere usati a lezione. I powerpoint, i testi e le registrazioni delle lezioni saranno reperibili, per quanto possibile nella loro completezza, in E-Learning alla fine del corso. Le lezioni relative all’Età medievale e moderna avranno un carattere seminariale e avranno come oggetto documenti distribuiti dal docente.
Gli studenti che non possono frequentare una o più lezioni possono preparare l’esame attraverso le lezioni registrate e le immagini che saranno saranno disponibili nel sito E-learning dell’Università di Verona. Gli studenti non frequentanti sono comunque invitati a prendere contatto con i docenti.
Modalità di valutazione: accertamento orale durante l’esame. Le domande che verranno poste saranno volte a verificare il livello di apprendimento e verranno eventualmente chiesti approfondimenti con riferimento a testi e documenti discussi durante il corso.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018