Storia contemporanea (i+p) - I MODULO PARTE (I) (2018/2019)

Codice insegnamento
4S02147
Docente
Renato Camurri
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-STO/04 - STORIA CONTEMPORANEA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. 1A, Sem. 1B

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Il corso si propone come punto di partenza per l’approccio alle tematiche e alle metodologie della storia contemporanea. Intende fornire la conoscenza dei principali avvenimenti della storia europea dal 1789 al 1914 ed è focalizzato sulla storia politica, culturale e sociale dell’Europa che viene affrontata in una prospettiva comparata e transnazionale.
Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di conoscere: a) problemi e metodi della storia contemporanea, b) le periodizzazioni connesse alla definizione di “lungo” ottocento, c) gli eventi più rilevanti del periodo considerato, sapendo distinguere tra quelli d’interesse generale e quelli relativi alle diverse realtà nazionali, d) le culture politiche più importanti, i processi economici e le trasformazioni sociali che contrassegnano il periodo indicato, e) le interpretazioni storiografiche.

Programma

Programma del corso

La storia del “lungo” Ottocento

Le prime due lezioni del corso sono dedicate a inquadrare alcune delle principali questioni metodologiche inerenti allo studio della storia contemporanea.
Successivamente, dopo aver inquadrato il significato della rivoluzione americana e di quella francese ed aver analizzato i caratteri della rivoluzione industriale, il corso si sofferma sui seguenti temi:
- le rivoluzioni borghesi del 1848,
- i diversi processi di unificazione nazionale e le trasformazioni dei sistemi politici,
- il Risorgimento e il processo di unificazione italiano,
- l’Europa delle grandi potenze,
- la prima globalizzazione e la spartizione del mondo,
- la nascita della società di massa
- la crisi degli equilibri politici europei nei primi anni del novecento.

Bibliografia

1. Il manuale:
T. Detti-G. Gozzini, Storia contemporanea, vol. I, L’Ottocento, Pearson, 2016 (con esclusione dei capitoli: 1 e 17)

2. un libro a scelta tra i seguenti:

A.M. Banti, La nazione del Risorgimento. Parentela, santità e onore alle origini dell’Italia unita, Einaudi, 2006.
L. Riall, Il Risorgimento. Storia e interpretazioni, Donzelli, 2007.
M. Isabella, Il Risorgimento in esilio. L’internazionale liberale e l’età delle rivoluzioni, Laterza, 2011.

I non frequentanti dovranno aggiungere alla bibliografia il seguente testo:

C. Pavone, Prima lezione di storia contemporanea, Laterza, 2007.

Modalità d’insegnamento:

Il corso prevede l’alternanza tra le lezioni frontali del docente, le visite didattiche, la proiezione di film e materiali audiovisi.

Modalità d'esame


Modalità d’esame

1. Modalità di accertamento: prova scritta strutturata in domande aperte e chiuse.

2. Obiettivi: verificare la capacità di esposizione dei concetti usando una terminologia storica adeguata, l’abiità nel collegare gli avvenimenti e di collocarli adeguatamente entro i singoli contesti nazionali e la conoscenza delle diverse interpretazioni storiografiche dei processi storici più rilevanti.

3. Contenuti: le domande verteranno sui temi trattati durante il corso e sviluppati nei volumi indicati nella bibliografia.

4. Modalità di valutazione: punteggio espresso in trentesimi, risultante dalla somma dei punti attribuiti a ciascuna delle domande.

Il regolamento del corso di laurea impone il rispetto della propedeuticità dei moduli: non è quindi possibile affrontare il modulo P senza aver superato il modulo I.
Si sconsiglia agli studenti di affrontare nello stesso appello il modulo I e il modulo P.

Altre informazioni

Il corso è propedeutico alla frequenza di Storia contemporanea (p) che si svolgerà nel secondo semestre.

I prerequisiti richiesti sono: conoscenze di base degli avvenimenti storici compresi tra la metà del XVIII secolo e i primi anni del XX secolo.

Studenti Erasmus (e studenti ospitati con altri programmi di mobilità internazionale) che frequentano le lezioni possono scegliere tra esame scritto e orale. Possono inoltre usare libri in lingue straniere (inglese, francese e spagnolo).

Per maggiori dettagli: contattare l'insegnante durante il suo orario d'ufficio.


Opinione studenti frequentanti - 2017/2018