Teorie linguistiche, testi e contesti (m) (2019/2020)

Codice insegnamento
4S007401
Docente
Alfredo Rizza
Coordinatore
Alfredo Rizza
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
L-LIN/01 - GLOTTOLOGIA E LINGUISTICA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem 1A, Sem 1B

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

L’obiettivo principale è introdurre i temi della sintassi testuale dal punto di vista della linguistica teorica e della pragmatica (coesione e coerenza del testo, anafora, deissi, struttura dell'informazione). Il percorso prende le mosse da considerazioni più generali sul concetto di linguaggio e sulla centralità che la riflessione sul linguaggio ha avuto e continua ad avere nel dibattito culturale contemporaneo. Tramite test online opportunamente distribuiti e corretti in aula saranno consolidati alcuni temi della linguistica utili alla formazione della figura culturale e professionale dell'insegnante. RISULTATI FORMATIVI ATTESI Il corso si prefigge di fare acquisire allo studente l’uso critico dei concetti e dei metodi fondamentali della linguistica per l’arricchimento culturale e professionale della figura dell’intellettuale di formazione storico-letteraria. Al termine dell’insegnamento lo studente dovrà essere in grado di: • illustrare i fondamenti dello studio del linguaggio; • riconoscere i fondamentali della sintassi del testo e della struttura dell'informazione • saper applicare le conoscenze acquisite nell’ulteriore percorso di studio PREREQUISITI È presupposta una conoscenza della linguistica sincronica e diacronica a livello introduttivo. Si consiglia, a chi non avesse mai sostenuto precedentemente alcun esame di linguistica di consultare il docente e di avvalersi di manuali base.

Programma

AMBITI
Il corso è idealmente strutturato in tre ambiti:
1) consolidamento (per consolidare la comprensione dei fondamenti della linguistica, per la formazione professionale e culturale della figura dell’insegnante di lettere);
(2) riflessione glottologica (parte “monografica” per inquadrare sinteticamente il ruolo della riflessione sul linguaggio nella storia della cultura e l’apporto dato alla dinamica culturale contemporanea dalla disciplina dello studio del linguaggio, nei suoi metodi, nei suoi risultati, e nelle nuove prospettive);
(3) textus (parte “istituzionale” per introdurre risultati e metodi di ricerca della sintassi del testo, partendo dal concetto propriamente linguistico di ‘testo’ per concentrarsi sugli aspetti formali e funzionali della testualità).

Compresenza di curricoli diversi e di studenti stranieri e italiani

Durante lo svolgimento delle lezioni è prevista la presenza di studenti iscritti a diversi curricoli, in particolare anche studenti dell’universtà di Augsburg che seguono il curricolo internazionale. Cercheremo di sfruttare un poco di questa ricchezza nello svolgimento delle lezioni e in eventuali seminari integrativi (validi come porzione d’esame).

Programma per ambiti

Monografico (riflessione glottologica, ca. 16 ore)

«Due figure culturalmente rilevanti nell’800 “europeo”, “italiano” e “tedesco”: A. Manzoni e W. von Humboldt riflettono sul linguaggio»
Oltre a lezioni in aula è previsto un seminario integrativo con la partecipazione attiva degli studenti del curricolo internazionale. Partecipazione attiva non esclusa agli studenti degli altri curricoli.
Con il supporto del volume di recente pubblicazione su Manzoni filosofo del linguaggio (vedi § libri di testo) e delle lezioni in aula inviteremo gli studenti di lingua italiana a prepararsi sul pensiero linguistico di Manzoni e agli studenti di lingua tedesca sul pensiero linguistico di Humboldt, prevedendo la presentazione dei lavori e un seminario integrativo con degli ospiti.
I temi grosso modo includeranno l’origine del linguaggio e cenni a linguaggio e lingua; funzioni del linguaggio; creatività, pensiero e lingua(ggio); linguaggio umano e altri “linguaggi”.

Consolidamento (ca. 8 ore)
- Ortografia e analisi morfologica (esercizi).
- Il concetto di lessico mentale e di stratificazione del lessico (con lavori in aula).
- Repertorî e varietà (cenni).

Textus (ca. 12 ore)
- I significati di significato: referenza, denotazione, senso. Referente testuale.
- Coerenza e coesione: anafora e deissi.
- Struttura e distribuzione dell’informazione.
Anche per l’ambito textus è previsto un breve seminario-lezione con un docente ospite.

Modalità didattiche
(1) Lezioni frontali dedicate alle tematiche del corso favorendo l’intervento attivo dei partecipanti con domande e discussioni, e, eventualmente sollecitando gli studenti a individuare temi da sviluppare in autonomia e presentare ai colleghi in aula.
(2) Esercitazioni e test online sulla piattaforma e-learning principalmente per l’ambito consolidamento.
(3) Eventuali seminari integrativi con la partecipazione di ospiti e con il coinvolgimento attivo degli studenti (soprattutto, ma senza esclusioni a priori, quelli del curricolo internazionale), tenuto valido come porzione d’esame.

Testi per l’esame e informazioni per la preparazione

PER L’ESAME SONO RICHIESTI:
- Rizza, A., Appunti e materiali di glottologia generale forniti e raccolti a lezione.
- Una lettura a scelta (fra quelle indicate nella lista in allegato nella § materiali didattici o diversamente concordata) o una relazione seminariale.
- Andorno, C., Linguistica testuale. Un’introduzione. Carocci, capp. 1-3.

BIBLIOGRAFIA di supporto (non sono obbligatori)

A) Parte monografica:
- Zama, R., Alessandro Manzoni filosofo del linguaggio. Scritti e studi nel contesto europeo, Carocci 2018.
- Morpurgo-Davies, A., La linguistica dell’Ottocento. Il Mulino 1996.
ed. in inglese: A. Morpurgo-Davies, History of linguistics. Vol IV: Nineteenth-Century linguistics (gen. ed. G. Lepschy) Longmann 1998, pp. 98-123: «5. Wilhelm von Humboldt, general linguistics and linguistic typology».
- Graffi, G., Due secoli di pensiero linguistico, Carocci 2010, pp. 81-180: «L’Ottocento» (in part. §§ 2.1-2.2, pp. 81-120).

B) Istituzionale
- Schwarz-Friesel, M. - Consten, M., Einführung in die Textlinguistik. Darmstadt: WBG (Wiss. Buchges.) 2014.

C) Riferimenti utili *per un ripasso*
Graffi, G. - Scalise, S., Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica. Il Mulino

TESTI PER I NON FREQUENTANTI (SALVO DIVERSI ACCORDI COL DOCENTE)
- Andorno, C., Linguistica testuale. Un’introduzione. Carocci (completo).
- Colombo, A. - Graffi, G., Capire la grammatica. Il contributo della linguistica. Carocci (completo).
- Una lettura a scelta fra quelle indicate in Teorie linguistiche, testi e contesti. Proposte di lettura, o diversamente concordata (vedasi il file PDF disponibile nella sezione “materiali didattici” più giù nella pagina per un primo orientamento).

N.B.- ANCHE GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI DEVONO SUPERARE I COMPITI ONLINE (e‑learning).

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Rizza, Alfredo Appunti e materiali di glottologia generale forniti a lezione o disponibili sul moodle dell'insegnamento 2017 Frequentanti
Colombo, Adriano e Giorgio Graffi Capire la grammatica. Il contributo della linguistica Carocci 2017 9788843088904 Per i non frequentanti. (Gli studenti frequentanti possono scegliere questo libro in sostituzione della lettura individuale).
Cecilia Andorno Linguistica testuale. Un'introduzione (Edizione 7) Carocci 2015 9788843027484 Frequentanti e non

Modalità d'esame

Modalità d’esame.
Sono previste tre procedure d'esame: partecipazione ai lavori (di gruppo o individuali) in itinere; relazioni seminariali o tesina; colloquio. Tutti gli studenti, salvo accordi motivati, sono tenuti a prepararsi per il colloquio finale. Tramite tesina o relazioni possono assolvere parte delle richieste d'esame.
I compiti assegnati nei lavori di gruppo o individuali in itinere, i temi della tesina o delle relazioni e il colloquio finale verteranno sulle conoscenze acquisite e sulla capacità di applicazione delle medesime, valutando inoltre consapevolezza critica, proprietà di espressione, indipendenza nello studio.
Più in particolare la valutazione terrà conto di quanto segue.
1- (a) Fondamentali della sintassi del testo e della struttura dell’informazione (ambito 3, principalmente con domande discorsive durante la prova orale). (b) Approfondimenti relativi alla disciplina glottologico-linguistica (ambito 2, tramite relazione, tesina o colloquio).
2- (a) Applicazione dei fondamentali della linguistica (ambito 1, con lavori di gruppo o individuali in itinere). (b) Capacità di collegare fra loro e rielaborare le conoscenze.
3- Sviluppare collegamenti (anche verso altre discipline) e riflessioni critiche.
4- Proprietà di espressione: la pertinenza e la prontezza delle risposte.
5- Indipendenza nel reperire e confrontare eventuali fonti aggiuntive per lo studio.

Considerata la complessità della materia e l'articolazione dell'insegnamento, sarà prioritario nella valutazione quanto ai punti 1, 2, e 4.

PREPARAZIONE

I- Test online in itinere.
Tutti gli studenti, *frequentanti* e *non frequentanti* devono svolgere i test online dell’ambito consolidamento.
Gli studenti non frequentanti e gli studenti ERASMUS sono pertanto invitati a contattare al più presto il docente per ogni chiarimento al riguardo.

II- Tesina / Relazioni seminariali
(a) Studenti frequentanti possono preparare una consegna scritta (di ca. 5000 parole) per l’ambito riflessione glottologica utilizzando lezioni e materiali messi a disposizione nel corso delle lezioni.
(b) Studenti frequentanti del curricolo internazionale. Agli studenti del curricolo a doppio titolo con Augsburg verrà proposto di sostituire i punti II (tesina) e IV (lettura individuale) con un lavoro seminariale, riguardo al quale si daranno notizie più precise nel corso delle lezioni.
(c) Gli studenti *non* frequentanti devono concordare tema e materiali con il docente.

N.B.: gli elaborati scritti vanno consegnati in finestre temporali che si chiudono ca. una settimana prima dell’appello d’esame, per consentirne la lettura e il rinvio per eventuali migliorie prima della valutazione definitiva.

III- Orale.
(a) Gli studenti frequentanti (tutti i curricoli) si preparano sulle lezioni e sui materiali messi a disposizione durante le lezioni per l’ambito “textus”, avvalendosi anche del manuale indicato.
(b) Gli studenti *non* frequentanti possono prepararsi autonomamente con il manuale indicato o concordare temi e materiali con il docente.

IV- Lettura individuale
Tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, sono invitati a preparare una lettura individuale a scelta fra un classico della linguistica per la preparazione dell’esame. Una lista da cui trarre interi volumi o solo dei brani si trova sotto nella sezione materiale didattico. Essa è puramente indicativa. Il docente è a disposizione per concordare una lettura consona agli interessi dei singoli studenti.

Materiale didattico

Documenti