Storia dell'arte moderna (i+p) - I MODULO PARTE (I) (2019/2020)

Codice insegnamento
4S02161
Docente
Enrico Dal Pozzolo
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
L-ART/02 - STORIA DELL'ARTE MODERNA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem 2A dal 17-feb-2020 al 28-mar-2020.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

STORIA DELL’ARTE MODERNA (i + p) I – ITALIANO
Settore Scientifico Disciplinare: L-Art/02
Corsi per i quali viene impartito l’insegnamento: BENI CULTURALI E LETTERE
Docente: Prof. Enrico M. Dal Pozzolo
Semestre: II
Crediti formativi: 6

Obiettivi Formativi: una conoscenza generale dei principali fenomeni della storia dell’arte moderna, in un approccio sia teorico (finalizzato all’acquisizione di specifiche conoscenze) sia pratico (finalizzato all’acquisizione di abilità di orientamento) alla lettura delle opere d’arte.
Finalità dell’acquisizione di specifiche conoscenze:
1. delineare una distinzione tra i vari periodi della storia dell'arte moderna;
2. stabilire connessioni tra i protagonisti della storia dell'arte moderna;
3. evidenziare l'importanza del contesto storico e culturale nella formazione dei protagonisti della storia dell'arte moderna;
4. evidenziare le specificità dei protagonisti e dei fenomeni nella storia dell'arte moderna;
5. fornire strumenti metodologici utili per la conoscenza della storia dell'arte moderna
Finalità dell’acquisizione di specifiche abilità:
6. sviluppare un approccio attivo e non passivo all'analisi delle opere nella storia dell'arte moderna;
7. acquisire una corretta periodizzazione dei fenomeni legati alla storia dell'arte moderna;
8. memorizzare le principali opere dei protagonisti della storia dell'arte moderna;
9. imparare a riconoscere le principali iconografie della storia dell'arte moderna;
10 imparare a ragionare ed esporre i problemi della storia dell'arte moderna in modo corretto e appropriato.

Programma

Contenuto del corso: il corso fornisce una conoscenza di base degli sviluppi principali dell’arte in Italia tra gli inizi del XV secolo (Tardogotico e primo Rinascimento) e la fine del XVIII (Neoclassicismo e primo Romanticismo). Essendo impossibile fornire un’analisi completa dei tanti aspetti connessi a tale ampio periodo, saranno proposte alcune focalizzazioni, con riflessioni sulla metodologia storico-artistica e aperture sui campi della storia del gusto e del collezionismo in una prospettiva di interrelazione metodologica.
ARGOMENTI
a. I fenomeni culturali in Italia e in Europa dal primo Rinascimento al Neoclassicismo
b. I protagonisti di tali fenomeni culturali
c. La lettura delle opere principali di tali protagonisti
Testi di riferimento: S. Settis, T. Montanari, Arte. Una storia Naturale e civile, Einaudi: vol. 3 (tutto), vol. 4, fino a p. 349 (tutto il Neoclassicismo e primo Romanticismo compreso); G. Sciolla, Studiare l’arte: metodo, analisi e interpretazione delle opere e degli artisti, Utet. Si richiede la conoscenza di tutte le immagini riprodotte nel manuale di Settis e Montanari, che saranno oggetto di prova d’esame. Per coloro che non hanno mai studiato storia dell'arte, si raccomanda la lettura di La storia dell’arte raccontata da H. Gombrich, Phaidon (o altre edizioni).

Metodi di insegnamento: Lezioni con powerpoint, video ed eventuali conferenze di approfondimento. Per migliorare la capacità personale di leggere le opere, si raccomanda la partecipazione (non obbligatoria) del "Seminario di orientamento per la lettura delle opere pittoriche" (informazioni online).

Modalità d'esame

Modalità svolgimento esame: Il modulo prevede una prova scritta suddivisa in tre parti. La prima parte (a) consiste in una prova di riconoscimento di venti immagini tratte dal manuale di Settis e Montanari, ognuna proiettata per il tempo di un minuto: bisognerà indicare il titolo dell’opera, la data (o il periodo, se la data non è certa) di esecuzione e – se possibile - il luogo di ubicazione dell’opera. La seconda (b) consiste in una domanda più ampia su un tema specifico. Il tempo concesso per l’elaborato è di 45 minuti. Seguirà una domanda più breve (c), per la quale si avranno a disposizione 25 minuti.
Si precisa che queste due prove verranno valutati non solo i contenuti, ovviamente fondamentali, ma anche la forma espositiva e il rispetto delle regole ortografiche e grammaticali.
Per ottenere un voto positivo (18 o superiore) è necessario che si riconoscano almeno dieci delle venti immagini proiettate e che le risposte ai primi quesiti (b e c) siano considerate sufficienti.