Storia della scienza (i) (2018/2019)

Codice insegnamento
4S01266
Docente
Luca Ciancio
Coordinatore
Luca Ciancio
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-STO/05 - STORIA DELLA SCIENZA E DELLE TECNICHE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. 2A dal 18-feb-2019 al 30-mar-2019.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Il corso intende mostrare come lo sviluppo della scienza moderna in Europa (secoli XV-XVIII) sia strettamente legato ai contesti culturali e sociali in cui tale sviluppo ha avuto luogo. Si vuole inoltre evidenziare il significato dirompente di tale fenomeno rispetto alle concezioni tradizionali del cosmo e dell’uomo. In tal modo gli studenti di Lettere, Filosofia e Beni culturali avranno l'opportunità di collegare le rispettive aree di interesse al processo di affermazione delle scienze fisiche e naturali.

CONOSCENZE:
1. Il pensiero e l'azione dei protagonisti della Rivoluzione scientifica.
2. I principali sviluppi teorici avvenuti nelle scienze fisiche e medico-biologiche tra Cinquecento e primo Settecento in Europa.
2. I contesti intellettuali, sociali e materiali che hanno favorito lo sviluppo della nuova scienza.

ABILITÀ:
1. Saper presentare in modo chiaro e coerente alcuni quadri concettuali tipici della cultura del passato.
2. Saper individuare i nessi esistenti tra scelte teoriche e interessi politico-sociali in gioco.
2. Affinare la sensibilità per la natura dell''indagine scientifica quale strumento indispensabile per la gestione dei problemi collettivi cui l'umanità deve far fronte.

Programma

Lo studente sarà guidato in una ricognizione delle principali tappe della Rivoluzione Scientifica dal Quattrocento al primo Settecento dedicando particolare attenzione alle idee, alle pratiche e alle istituzioni che hanno profondamente trasformato l’immagine della natura e dell’uomo.

1. Contenuti, strumenti, obiettivi del corso
2. Una storia 'storica' della scienza
3. Il mutamento scientifico: l’epistemologia postpositivistica
4. Il Quattrocento: la rinascita del sapere naturale
5-6. Leonardo, il metodo, il corpo, la Terra
7-8. Il cosmo degli antichi
9-10. La rivoluzione di Copernico
11. Reazioni a Copernico
12. Tycho Brahe
13. Johannes Kepler
14-19. Galileo: natura scienza, potere
20. Medicina nel Rinascimento
21. L’anatomia: Andrea Vesalio
22. William Harvey
23. Tradizioni esoteriche
24. Storia naturale rinascimentale
25-28. Il meccanicismo di Descartes
29. Accademie scientifiche: Italia, Gran Bretagna, Francia
30-36. Isaac Newton

METODI DIDATTICI
Gli incontri in aula prevedono una lezione frontale integrata da slide che consentono di leggere e commentare testi, rappresentazioni visive, documenti originali. La parte finale della lezione è riservata alle domande degli studenti e a una discussione sintetica sui temi più rilevanti emersi dalla lezione.

PREPARAZIONE DELL'ESAME
Oltre al testo obbligatorio (uno a scelta tra i due indicati), soprattutto i non frequentanti seguano le istruzioni contenute nel file “Lessico corso (i) 2018-19” scaricabile dalla piattaforma di e-learning. Per chiarimenti di tipo concettuale o fattuale si può ricorrere anche al sito www.treccani.it Nella piattaforma di e-learning è anche disponibile un file word chiamato "A. Clericuzio, La macchina del mondo" in cui sono indicate le pagine del testo omonimo che si può evitare di studiare.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Clericuzio, Antonio La macchina del mondo Carocci 2006 Questo testo, indicato in alternativa a quello di Maiocchi, è più adatto agli studenti di filosofia e di lettere.
Maiocchi R. Storia della scienza in Occidente, La Nuova Italia 2000 Questo testo è indicato in alternativa a quello di Clericuzio perché più tradizionale e meno dispersivo. Si studino le seguenti sezioni (nell'impaginazione dell'edizione 2000): pp. 79-89 (fisica di Aristotele), 128-135 (Tolomeo e Galeno), 191-368 (Parte IV, V, VI), 543-49 (Conclusioni). Quest’ultimo testo non è più in commercio e va dunque fotocopiato oppure preso a prestito.

Modalità d'esame

L'esame si svolge in forma di colloquio orale. L'obiettivo della prova d'esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati; in particolare, si chiede allo studente di illustrare due o più punti del programma. Il docente valuterà l'ampiezza e l'accuratezza dei contenuti acquisiti dallo studente, la chiarezza e logicità dell'argomentazione, l'autonomia e originalità del pensiero.
Gli studenti in Erasmus devono necessariamente contattare il docente.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018