Storia della musica (p) (2019/2020)

Codice insegnamento
4S001451
Docente
Vincenzo Borghetti
Coordinatore
Vincenzo Borghetti
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
L-ART/07 - MUSICOLOGIA E STORIA DELLA MUSICA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem 1B dal 11-nov-2019 al 11-gen-2020.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

L’obiettivo del corso è offrire agli studenti i metodi e gli strumenti per analizzare in modo approfondito la musica come parte di un contesto storico, per comprendere i suoi rapporti con la letteratura, la cultura e la società.
Al termine del corso, che si concentra ogni anno su uno o più case study, gli studenti acquisiranno le basi concettuali, metodologiche e culturali necessarie per analizzare ed interpretare il ruolo e il significato della musica sia in alcuni momenti fondamentali nella storia della musica e del teatro musicale, sia come strumento della comunicazione e dell’interazione tra gli esseri umani, sia come mezzo della costruzione dell’identità di gruppi sociali, oggi e nel passato.

Programma

Contenuto del corso. La “Gerusalemme liberata” in musica: Tasso, Monteverdi, Lully, Rossini. La “Gerusalemme liberata” di Torquato Tasso ebbe un impatto enorme sulla musica del suo tempo e su quella dei secoli seguenti. Già negli anni intorno alla sua pubblicazione iniziarono a circolare intonazioni di ottave nelle stampe di madrigali. Dall’inizio del Seicento, poi, il poema diventerà una delle principali fonti di ispirazione per il teatro d’opera, che si nutrirà delle sue storie in modo continuativo fino ai primi decenni dell’Ottocento. Le storie della maga Armida e del suo amore per il paladino Rinaldo, quelle di Tancredi e di Clorinda costituiscono due dei più importanti nuclei narrativi della “Gerusalemme liberata” e sono tra quelli che conobbero grande fortuna in musica, in particolar modo nel teatro musicale. Il corso inizierà con una analisi del testo tassesco, e si concentrerà poi su alcuni dei suoi esiti musicali e operistici particolarmente significativi e distanti nel tempo: il ciclo di madrigali sul lamento di Armida «Forsennata gridava» (1592) e il madrigale rappresentativo “Il combattimento di Tancredi e Clorinda” (1638) di Claudio Monteverdi; “Armide” di Jean-Baptiste Lully (1687), e “Armida” di Gioachino Rossini (1817). Questi fungeranno da “case studies” su cui sperimentare i metodi e affinare gli strumenti di analisi sia delle trasformazioni estetiche, drammaturgiche nel passaggio di un soggetto da generi e media differenti (dal poema cavalleresco al madrigale, al madrigale rappresentativo, al teatro musicale), sia per approfondire alcuni momenti fondamentali nella storia della musica e del teatro musicale (il madrigale cinquecentesco, forme teatralmusicali del primo Seicento, la “tragédie en musique” nella Francia di Luigi XIV e il melodramma italiano primottocentesco).

Prerequisiti: nessuno. Non è necessario saper leggere la musica: il corso ha come obiettivo imparare a individuare e riflettere sulle conseguenze drammatiche di precise scelte musicali. Ad ogni modo i concetti musicali di base per orientarsi nell'analisi delle opere verranno spiegati a lezione e sono comunque affrontati nella bibliografia d'esame.

Testi di riferimento:
- appunti dalle lezioni;
- EMILIO RUSSO, "Guida alla lettura della 'Gerusalemme liberata' di Tasso, Roma-Bari, Laterza 2014;
- MARIO ARMELLINI, “Le due ‘Armide’. Metamorfosi estetiche e drammaturgiche da Lully a Gluck”, Firenze, Passigli 1993, pp. 9-86;
- CHARLES S. BRAUNER, “Da Tasso a Rossini: le metamorfosi di Armida”, in “Armida”, a cura di C. S. Brauner, Pesaro, Fondazione Rossini 2000 (I libretti di Rossini, 7), pp. XI-CXXIV;
*- PAOLO FABBRI, "Monteverdi", Torino, EDT 1985, pp. 248-252;
* - STEFANO LA VIA, "Il lamento di Armida abbandonata nella lettura polifonica di Claudio Monteverdi. Un’analisi poetico-musicale del madrigale “Vattene pur, crudel” (1592).", solo le pp. 1-20 (fno a al paragrafo 3.4 incluso);
*- BRUNO CAGLI, “Dolci inganni, soavi catene”, in Gioachino Rossini, “Armida”, progamma di sala del Rossini Opera Festival 2014, pp. 13-21;
*- PATRICIA B. e CHARLES S. BRAUNER, “’Armida’: l’edizione critica e l’opera”, in Gioachino Rossini, “Armida”, progamma di sala del Rossini Opera Festival 2014, pp. 35-42;
- EMANUELE SENICI, "L'opera italiana del primo Ottocento", in "Musiche nella storia. Da Dante alla Grande Guerra", a cura di Andrea Chegai e altri, Roma, Carocci, 2017, pp. 453-488.
l’asterisco (*) contrassegna il materiale che sarà disponibile sulla piattaforma E-Learning all'inizio del corso; il resto della bibiografia si trova nelle biblioteche di Ateneo.

I testi/libretti delle opere/composizioni analizzate:

- un'edizione della"Gerusalemme liberata" di Torquato Tasso. Il testo, senza commento, è disponibile a questo link: http://www.liberliber.it/mediateca/libri/t/tasso/gerusalemme_liberata/pdf/gerusa_p.pdf; un'edizione commentata si può scaricare liberamente al seguente link: http://scans.library.utoronto.ca/pdf/9/14/lagerusalemmel00tass/lagerusalemmel00tass.pdf.


*- MONTEVERDI, "Combattimento di Tanbcredi e Clorinda", testo
*- LULLY, “Armide”, libretto;
*- ROSSINI, “Armida”, libretto.
l’asterisco (*) contrassegna il materiale che sarà disponibile sulla piattaforma E-Learning di Ateneo all'inizio del corso.
Si raccomanda di portare a lezione i libretti/testi delle opere/composizioni analizzate;

Audio/Video delle composizioni/opere analizzate:
- CLAUDIO MONTEVERDI, "Vattene pur crudel" (audio disponibile su YouTube https://www.youtube.com/watch?v=btdY76ugzcQ);
- CLAUDIO MONTEVERDI, "Il combattimento di Tancredi e Clorinda" (disponibile su YouTube https://www.youtube.com/watch?v=-baTqmCVnb8)
- JEAN-BAPTISTE LULLY, “Armide”, regia di Robert Carsen, direzione di William Christie, 2 DVD FRA Musica 2011 (disponibile presso la Biblioteca Frinzi, sezione Reference; disponibile su YouTube https://www.youtube.com/watch?v=2zrbaEHomag)
- GIOACHINO ROSSINI, “Armida”, regia di Mary Zimmermann, direzione di Riccardo Frizza, 2 DVD Decca 2010 (disponibile presso la Biblioteca Frinzi, sezione Reference; disponibile su YouTube l'edizione diretta da
Carlo Rizzi, Rossini Opera Festivan 2014: atto 1 https://www.youtube.com/watch?v=T59oqypWkg4; atto 2 https://www.youtube.com/watch?v=J6H6-XXP21w; atto 3 https://www.youtube.com/watch?v=EsBRiy0ojr8).

Ulteriore bibliografia potrà essere eventualmente indicata nel corso delle lezioni.

NON È PREVISTA BIBLIOGRAFIA SPECIFICA PER I NON FREQUENTANTI

Modalità didattiche: lezioni frontali con ascolti e videoproiezioni. Durante tutto l’anno accademico, inoltre, è disponibile il servizio di ricevimento individuale gestito dal docente, negli orari indicati sulle pagine web (senza necessità di fissare uno specifico appuntamento) e costantemente aggiornati (si prega di controllare sempre nella sezione "avvisi" eventuali variazioni).

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
*PATRICIA B. e CHARLES S. BRAUNER “’Armida’: l’edizione critica e l’opera”, in Gioachino Rossini, “Armida” 2014 pp. 35-42
CHARLES S. BRAUNER Da Tasso a Rossini: le metamorfosi di Armida, in “Armida”, a cura di C. S. Brauner Fondazione Rossini 2000 pp. XI-CXXIV
*BRUNO CAGLI Dolci inganni, soavi catene”, in Gioachino Rossini, “Armida” 2014 pp. 13-21
EMILIO RUSSO Guida alla lettura della 'Gerusalemme liberata' di Tasso Laterza 2014
*STEFANO LA VIA "Il lamento di Armida abbandonata nella lettura polifonica di Claudio Monteverdi. Un’analisi poetico-musicale del madrigale “Vattene pur, crudel” (1592)" 2013 solo le pp. 1-20 (fno a al paragrafo 3.4 incluso)
MARIO ARMELLINI Le due ‘Armide’. Metamorfosi estetiche e drammaturgiche da Lully a Gluck Passigli 1993 pp. 9-86
Emanuele Senici "L'opera italiana del primo Ottocento", in "Musiche nella storia. Dall'età di Dante alla Grande Guerra", a cura di Andrea Chegai e altri Carocci 2017 pp. 453-488
*PAOLO FABBRI Monteverdi EDT 1985 pp. 248-252

Modalità d'esame

L'accertamento dei risultati d'apprendimento prevede una prova scritta che consiste in un questionario a risposte aperte. Le domande saranno tre e verteranno sulle opere/composizioni analizzate dirante il corso, per esempio una domanda sul "Combattimento di Tacredi e Clorinda", una su "Armide" e una su "Armida". Per rispondere alle domande i candidati avranno a disposizione 1h e 30m.

Istruzioni per l’iscrizione all’esame
Chi intende sostenere l'esame deve:
1) iscriversi all’appello SCRITTO NON VERBALIZZANTE
2) dopo la prova escritta, attendere la pubblicazione del voto nella sezione “avvisi” della pagina personale del docente (http://www.dcuci.univr.it/?ent=persona&id=4950&lang=it#tab-avvisi).
3) Chi ACCETTA IL VOTO deve iscriversi all’appello VERBALIZZANTE (o di VERBALIZZAZIONE). Questo appello NON richiede la presenza degli studenti: è un procedimento telematico.