Storia dell'arte contemporanea (i+p) (2018/2019)

Codice insegnamento
4S02170
Crediti
12
Coordinatore
Roberto Pasini
Altri corsi di studio in cui è offerto
L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
I MODULO PARTE (I) 6 L-ART/03-STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA Sem. 1A Roberto Pasini
II MODULO PARTE (P) 6 L-ART/03-STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA Sem. 1B Roberto Pasini

Obiettivi formativi

Introduttivo
L’insegnamento di Storia dell’arte contemporanea esamina il percorso storico-artistico dalla fine del ‘700 - quando prende le mosse la rivoluzione spaziale operata da Turner nell’ambito del Romanticismo, che dà vita allo spazio contemporaneo -sino alla fine del ‘900, in cui si afferma la poetica del Postmodernismo. Copre quindi due secoli di ricerche e problematiche artistiche, che vengono analizzate attraverso un’attenta lettura delle opere unita ad un’ampia indagine sui contesti culturali, nella consapevolezza che la Storia dell’arte si compone di due elementi inscindibili ed egualmente importanti, l’arte e la storia: i percorsi particolari vanno sempre inseriti nel contesto in cui si incarnano per trovare la giusta sintesi fra apporti individuali e panorama generale.
Lo studio della Storia dell’arte contemporanea viene condotto su due binari, autonomi ma collegati: da un lato, l’analisi di artisti, situazioni e movimenti sul versante specifico dello stile, della poetica e del continuo intrecciarsi fra il singolo e la dimensione contestuale; dall’altro, l’indagine sulle relazioni che legano il percorso storico-artistico ai vari settori della cultura, come la letteratura, la filosofia, la scienza, il cinema, i media, secondo il principio dei vasi comunicanti a livello culturale. In questo modo si conseguono gli strumenti per capire la connessione fra la ricerca artistica e il tempo in cui si esplica, ottenendo il quadro d’insieme del momento, del periodo, dell’epoca e sviluppando una conoscenza sinottica che consente di comprendere più a fondo le ragioni del metabolismo artistico e culturale.

Progredito
Approfondire in senso monografico, ma con apertura al contesto artistico e socio-culturale del periodo, i protagonisti dell’arte contemporanea, i movimenti principali e le problematiche più significative, in un quadro generale di proficua convergenza fra arte e cultura.
Chi intende conseguire 3 Cfu porterà all’esame solo la Sezione 1. Chi invece vuole conseguire 6 Cfu le porterà entrambe.

Programma

Corso Introduttivo

L' ARTE CONTEMPORANEA, DA TURNER AL POSTMODERNO

Bibliografia essenziale

Parte metodologica

R.Pasini, Che cos'è l'arte? (2007), QuiEdit, Verona 2013

Parte storica

R.Barilli, L'arte contemporanea (1984), Feltrinelli, Milano 2005 (Capp. 1-14)
R.Pasini, L'informe nell'arte contemporanea (1989), Mursia, Milano 2011

Focus

L'IMMAGINE FOTOGRAFICA, TRA ARTE E FOTOGRAFIA

R. Barthes, La camera chiara (1980), tr. it., Einaudi, Torino 2003
C.Marra, Fotografia e arti visive, Carocci, Roma 2014
Premio Internazionale UVA, catalogo Biblioteca Civica, Verona 2018


Corso Progredito

A. ARTE E LETTERATURA NEL '900 (II) Percorsi, collegamenti, incroci

Bibliografia essenziale

Appunti delle lezioni.

In sostituzione, per i non frequentanti, uno a scelta dei seguenti testi:

R.Barilli, Scienza della cultura e fenomenologia degli stili (1982), Bononia University Press, Bologna 2007
H. Marcuse, La dimensione estetica (1977), tr.it., Guerrini e associati, Milano 2005
M.Vitta, Dell'abitare, Einaudi, Torino 2008



B. IL RAPPORTO FRA LA PRATICA DELL'ARTE E LA DIMENSIONE DELLA LIBERTÀ 

Bibliografia essenziale

R.Pasini, L' arte è libertà?
Dalle pitture delle caverne alle ricerche extraartistiche, dal cane di Van Gogh alla filosofia di Marcuse, QuiEdit, Verona 2017 (Parte prima - Arte e arte,  pagg. 9-79)


Corso Magistrale

A. BIENNALE DI VENEZIA, 1948: PRIMO PREMIO PER LA PITTURA A GIORGIO MORANDI

Bibliografia essenziale

F.Arcangeli, Giorgio Morandi (1964), Allemandi, Torino 2007

R.Pasini, Morandi (1989), CLUEB, Bologna 2010


B. IL TEMPO DELLA FORMA: LA RICERCA ARTISTICA DI ADRIANO PITSCHEN

Bibliografia essenziale

R.Pasini, Adriano Pitschen. La forma, la proliferazione, il vuoto, Pendragon, Bologna 2003

A. Pitschen, Nel vivo, catalogo Museo d'arte, Mendrisio 2010

A. Pitschen, Forme presenti, catalogo Villa Pia, Fondazione Lindenberg, Lugano 2018
































































Modalità d'esame

Modalità didattiche e d’esame

All’interno dei Corsi avranno luogo visite a musei e mostre - al fine di promuovere la conoscenza diretta delle opere-, seminari, presentazioni di libri, incontri con i protagonisti della cultura contemporanea: tutte modalità che incontrano grande favore da parte degli studenti.
Dal punto di vista iconografico, la prova d’esame verte sugli artisti e le opere viste a lezione e presenti nei testi. Si avvisano gli studenti che la storia dell'arte contemporanea recente ha affrontato temi e problematiche a volte forti, diretti, scabrosi: tutto questo rientra nella libertà di espressione e nei diritti della ricerca artistica per cui se ne declina ogni responsabilità.
L’esame consiste in una prova scritta. I principali parametri valutativi sono: 1) effettivo interesse e livello di preparazione; 2) padronanza della materia di studio; 3) capacità argomentativa; 4) qualità espressiva.
La correzione degli elaborati richiede di norma circa 7 giorni e nel caso in cui il numero degli esaminandi sia molto alto può variare.
Si ricorda agli studenti che, per i testi in commercio dotati di copyright, è vietata la riproduzione, anche parziale, con qualsiasi mezzo effettuata, compresa la fotocopia, che non sia stata autorizzata. Si fa presente inoltre che l’acquisto dei testi è libero e può essere sostituito dal prestito bibliotecario.
Il regolamento prevede l'obsolescenza dei programmi: in ragione di ciò lo studente che non abbia sostenuto la prova entro i sei appelli consentiti (da gennaio a settembre) è tenuto a portare all'esame il programma dell'ultimo anno, eccezion fatta per studenti fuori corso e part time.


Modalità di ricevimento

Vengono offerte due tipologie di ricevimento: frontale e telematico. Al ricevimento frontale è opportuno prenotarsi tramite mail, di modo che lo studente riceve per sua comodità un appuntamento con giorno e orario precisi; in aggiunta a questo, il ricevimento telematico - a cui si risponde, salvo urgenze, di mercoledì - viene espletato per tutte le mail a cui si ritiene sia dovuta una risposta, se l’ indirizzo di posta elettronica viene accettato e lo studente ha inviato la mail all’indirizzo giusto: si prega quindi di prenderne nota bene: pasini.roberto@univr.it


Tesi

Lo studente è invitato a sottoporre al docente tre argomenti, fra i quali si concorderà quello su cui sarà svolta la tesi.