CISA - Centro internazionale di studi sulla storia e l’archeologia dell’Adriatico

Istituito nel 2019, con sede amministrativa presso il Dipartimento di Studi umanistici dell’Università degli Studi di Macerata, il centro si pone come fine la promozione e il potenziamento delle indagini di natura storica e archeologica sull’Adriatico, in campo nazionale e internazionale, attraverso programmi e progetti comuni di ricerca, formazione, valorizzazione e gestione, ancorati a un orizzonte esteso dalla Preistoria all’Altomedioevo e calibrati su uno sguardo aperto anche all’intero bacino mediterraneo.

In particolare, il Centro si propone di: elaborare progetti di ricerca scientifica sulle tematiche di riferimento; curare la pubblicazione di studi scientifici del settore, favorendo l’open access; realizzare il catalogo digitalizzato e geo-localizzato dei siti archeologici dello spazio adriatico; realizzare progetti finalizzati alla valorizzazione, gestione e pianificazione urbanistica e territoriale del patrimonio storico-archeologico dello spazio adriatico, con particolare attenzione all’applicazione delle ICT; contribuire alla conservazione del patrimonio storico-archeologico dello spazio adriatico attraverso la realizzazione e diffusione di ricerche specifiche con riferimento anche a un approccio globale all’archeologia dei paesaggi; elaborare progetti e definire programmi finalizzati allo sviluppo dell’archeologia pubblica potenziando la propensione delle singole Unità all’apertura verso il contesto socio-economico, mediante la valorizzazione e il trasferimento delle conoscenze (‘terza missione e public engagement’); organizzare seminari, convegni e mostre sulle tematiche di riferimento; strutturare progetti e realizzare programmi di formazione con particolare attenzione a quella di III livello, all’alta formazione ed alla formazione continua; partecipare a bandi e a progetti di ricerca, nazionali e internazionali, solo per il tramite di Università, Centri e Istituti di Ricerca convenzionati e in relazione all’effettivo apporto che le Unità stesse renderanno disponibili per i progetti.

Fanno parte del centro università ed enti di ricerca, da anni attivamente impegnati in progetti di ricerca, scavo e studio dell’area adriatica:

  • Università degli Studi di Macerata – Dipartimento di Studi Umanistici;
  • Aix-Marseille Université e Centro nazionale di ricerca scientifica (CNRS), che partecipano a proprio nome e a nome del Centre Camille Jullian - Histoire et Archéologie de la Méditerranée et de l’Afrique;
  • Università degli Studi di Bari Aldo Moro – Dipartimento di Studi Umanistici (DISUM);
  • Alma Mater Studiorum - Università di Bologna – Dipartimento di Storia Culture Civiltà;
  • Université de Bordeaux Montaigne e Centro nazionale di ricerca scientifica (CNRS), che partecipano a proprio nome e a nome dell’AUSONIUS, Istituto di ricerca sull’antichità e Medioevo (IRAM), unità mista di ricerca (UMR) n°5607;
  • Università degli Studi di Chieti-Pescara – Dipartimento di Scienze psicologiche, della salute e del territorio;
  • Università degli Studi di Ferrara – Dipartimento di Studi Umanistici;
  • Università degli Studi di Foggia – Dipartimento di Studi Umanistici. Lettere, Beni culturali, Scienze della formazione;
  • Centro di ricerca dell’Accademia Slovena di Scienze e Arti di Lubiana – Istituto di Archeologia;
  • Università degli Studi di Padova – Dipartimento di Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'arte, del Cinema e della Musica;
  • Università Juraj Dobrila di Pola, Facoltà di Lettere e Filosofia, Centro per la ricerca interdisciplinare in archeologia del paesaggio;
  • Università di Rijeka – Dipartimento di Storia della Facoltà di Lettere e Filosofia e Scienze sociali;
  • École Française de Rome;
  • Università del Salento – Dipartimento di Beni Culturali;
  • Accademia di Studi Albanologici di Tirana – Istituto Archeologico;
  • Università degli Studi di Trieste – Dipartimento di Studi Umanistici;
  • Università degli Studi di Venezia;
  • Università degli Studi di Verona – Dipartimento di Culture e Civiltà;
  • Università di Zara – Dipartimento di Storia (Sveučilište u Zadru - Odjel za povijest).

La referente per il Dipartimento di Culture e Civiltà dell’Università di Verona è Patrizia Basso che partecipa al Consiglio direttivo del centro, costituito da un rappresentante per ente. Fanno parte del gruppo di lavoro del centro anche le colleghe Mara Migliavacca e Diana Dobreva.

Vedi sito web (in fase di allestimento): https://www.adria-cisa.eu/

News for students

There you will find information, resources and services useful during your time at the University (Student’s exam record, your study plan on ESSE3, Distance Learning courses, university email account, office forms, administrative procedures, etc.). You can log into MyUnivr with your GIA login details.

MyUnivr

no category found.

Organisation

Department facilities