Laurea in Lettere

logo

Presentazione

L’obiettivo della laurea triennale in lettere è quello di formare laureati interessati a  conoscere e far conoscere criticamente i «prodotti culturali» dell'umanità, nelle varie epoche della sua storia: il linguaggio, la letteratura, la storia, il territorio in quanto plasmato dall'uomo (geografia umana), la musica, lo spettacolo, ecc., l'arte.
I laureati in lettere dovranno dunque
- innanzitutto avere piena padronanza della lingua italiana, orale e scritta;
- acquisire una solida formazione di base negli studi linguistico-filologici, letterari, storici, geografici, storico-artistici, con particolare riferimento alla tradizione italiana (dall’età classica a oggi) nel contesto europeo; dovranno acquisire conoscenza diretta di testi e documenti in originale;
- conoscere una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano;
- saper utilizzare gli strumenti informatici e della comunicazione telematica;
- sviluppare adeguate capacità di comunicazione e di relazione.
 
Il corso di laurea in Lettere è articolato in due curricula, uno letterario e uno storico.
il primo anno, comune a tutti i percorsi, presenta accentuate caratteristiche propedeutiche ed ha lo scopo di fornire conoscenze, capacità e competenze relative alla formazione storico-letteraria, filologica, linguistica, storia e geografica di base. Nel secondo anno si completa la formazione di base e si lascia spazio alla specializzazione, secondo i due curricula. Il terzo anno è quasi interamente dedicato alle specificazioni del percorso scelto e alla preparazione della prova finale.
Maggiori informazioni si trovano nel «Regolamento del corso di studio».
 
Attività di tutoraggio e supporto nella compilazione del piano di studio per gli studenti sono svolti sia da altri studenti (vedi il meeting Zoom presente in questa pagina LINK), sia dai docenti tutores del corso Luca Ciancio e Paolo Scattolin.
 
I docenti referenti per l'approvazione e la supervisione degli stages sono Anna Maria Paini e Chiara Maria Concina
 

Scheda Unica Annuale (SUA-CdS)
La Scheda Unica Annuale (SUA-CdS) è la carta di identità di ogni corso di laurea, pubblicata sul portale Universitaly per presentare l’offerta didattica di tutti gli Atenei italiani. Ogni anno il Referente del CdS ne aggiorna i contenuti, in modo che siano coerenti con quanto offerto all’interno del Corso. Consulta la Scheda Unica Annuale (SUA-CdS)

Dati statistici del corso di studi su opinione degli studenti, carriera universitaria e sbocchi occupazionali

Scheda del corso

Tipo di corso
Corsi di laurea
Durata
3 anni
Classe di appartenenza
L-10 - Classe delle lauree in lettere
Organo di controllo
Collegio Didattico di Lettere
Referente
Alessandra Zangrandi
Gestione didattica e studenti
Unità operativa Didattica e Studenti Culture e Civiltà
Sede
VERONA
Obiettivi formativi
I laureati in Lettere devono acquisire una preparazione che permetta loro di conoscere e di far conoscere criticamente i «prodotti culturali» dell'umanità, nelle varie epoche della sua storia: il linguaggio, la letteratura e le altre forme di comunicazione (musica, spettacolo, ecc.), l'arte, la storia (dei vari periodi), il territorio in quanto plasmato dall'uomo (geografia umana). In sintesi:
- acquisire la piena padronanza della lingua italiana (orale e scritta);
- acquisire una solida padronanza della lingua latina e (per gli studenti che scelgano un indirizzo di studi classico) della lingua greca;
- acquisire una solida formazione di base, metodologica e storica, negli studi linguistici, filologici, letterari, geografici, storici e storico-artistici e nell'ambito delle discipline dello spettacolo;
- acquisire la piena padronanza scritta e orale di almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano;
- acquisire la capacità di utilizzare gli strumenti informatici e della comunicazione telematica, negli ambiti specifici di applicazione;
- sviluppare adeguate capacità di comunicazione e di relazione, nella consapevolezza delle differenze etniche, culturali e di genere.

Descrizione del percorso formativo
Gli insegnamenti sono articolati in due aree, una linguistica e letteraria e una storica, archeologica, artistica e geografica; alle due aree corrispondono due percorsi formativi (letterario e storico), tali tuttavia da garantire a ciascuno studente un numero di CFU che gli consenta ad una laurea magistrale di ambito letterario o storico (LM14 o LM84).
Alcuni insegnamenti del corso di laurea in Lettere sono articolati in modulo introduttivo e modulo progredito; sono inoltre previsti, nell'arco dei tre anni, laboratori obbligatori di composizione italiana, latino e informatica umanistica per accompagnare i relativi insegnamenti e fornire strumenti adeguati per l'avviamento ad autonome attività di studio e ricerca.
In relazione alle finalità generali del corso di studio e a quelle specifiche dei percorsi, il Corso di laurea in Lettere distribuisce l'offerta formativa complessiva prevista all'interno del triennio secondo una scansione progressiva dei contenuti disciplinari e dei rispettivi obiettivi formativi:
- il primo anno, comune ai due percorsi, presenta accentuate caratteristiche propedeutiche ed ha lo scopo di fornire conoscenze, capacità e competenze relative alla formazione storico-letteraria, filologica, linguistica e storica di base, nonché riguardo alla geografia antropica;
- il secondo anno, pur assegnando ancora un significativo numero di crediti alla formazione di base (nell'ambito della geografia, della lingua e letteratura latina, della linguistica e filologia antica, della storia), lascia spazio ad alcune specificazioni caratterizzanti, che variano in base al percorso scelto: nel percorso letterario lo studente approfondisce l'area delle letterature antiche (latino e greco), medievali, moderne, anche attraverso le metodologie di studio specifiche della linguistica e della filologia; nel percorso storico lo studente approfondisce l'area delle discipline storiche e antropologiche, anche in relazione alle rispettive metodologie di studio;
- il terzo anno è quasi interamente dedicato alle discipline caratterizzanti del percorso scelto: nel percorso letterario prevalgono gli insegnamenti filologici e letterari, nel percorso storico quelli storici. In entrambi i percorsi le discipline caratterizzanti guideranno inoltre gli studenti nella preparazione dell'elaborato finale. Sia nel percorso letterario che in quello storico viene riservato uno spazio specifico per una letteratura straniera a scelta dello studente.
Sbocchi professionali
A) Assistenti di archivio e di biblioteca Funzione in un contesto di lavoro a) Gestione del patrimonio librario e documentale in posizione di coadiutore d'archivio o di bibliotecario; b) compilazione schede bibliografiche anche comportanti elementari conoscenze di lingua latina; c) redazione di indici anche comportanti elementari conoscenze di lingua latina; d) elementare descrizione di fondi d'archivio (inventari di consistenza, ecc.); e) organizzazione dell'ufficio prestiti. Competenze associate alla funzione - capacità di realizzare una ricerca documentaristica su argomento dato; - capacità di gestire richieste di informazioni; - capacità di gestire la corrispondenza; - capacità di catalogare documenti librari e cartacei; - capacità di applicare le conoscenze di base della lingua latina acquisite nella gestione e catalogazione di documenti librari e cartacei. Sbocchi occupazionali Archivi e biblioteche di enti pubblici e istituzioni private. B) Tecnici dell'organizzazione della produzione radiotelevisiva, cinematografica e teatrale Funzione in un contesto di lavoro a) redazione di testi nell'ambito dell'organizzazione dei palinsesti e dei programmi radiotelevisivi; b) redazione di testi nell'ambito della produzione cinematografica e nell'organizzazione di rassegne cinematografiche; c) redazione di testi nell'ambito della produzione teatrale e dell'organizzazione di eventi teatrali. Competenze associate alla funzione - capacità di ricercare dati e informazioni nell'ambito delle discipline dello spettacolo; - capacità di interpretare prodotti ed eventi nell'ambito delle discipline dello spettacolo; - competenze di scrittura progettuale di eventi culturali nell'ambito delle discipline dello spettacolo (in lingua italiana e in una lingua straniera). Sbocchi occupazionali Aziende e imprese nell'ambito della produzione radiotelevisiva, cinematografica e teatrale.
Dipartimento di riferimento
Culture e Civiltà
Macro area
Scienze Umanistiche
Area disciplinare
Lettere, Arti e Comunicazione