Storia moderna e regionale (i+p) - STORIA DELLA REPUBBLICA DI VENEZIA (P) II MODULO (2010/2011)

Codice insegnamento
4S02203
Docente
Federico Barbierato
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-STO/02 - STORIA MODERNA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Primo semestre dal 4-ott-2010 al 22-gen-2011.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Obiettivi formativi

1. Fornire le principali coordinate della storia della città e dei territori ad essa soggetti fra Quattro e Settecento. 2. Inserire la storia della Repubblica nelle dinamiche politiche politiche, diplomatiche ed economiche internazionali. 3. Mettere a fuoco alcuni temi relativi alla dimensione culturale (dotta e popolare) fra cui il ruolo di Venezia quale centro di elaborazione del dissenso religioso. 4. Mettere in risalto le particolarità politiche dell’esperienza veneta in una prospettiva di confronto con altre realtà italiane ed europee

Prerequisiti: conoscenza, a livello scolastico, dei lineamenti principali della storia moderna.

Programma

Contenuto del corso:
• L'organizzazione politica e amministrativa dello stato veneto
• Il patriziato (struttura e composizione, ruolo sociale)
• L'economia (mercati e mercanti, l'economia cittadina e della terraferma, la flotta mercantile)
• L'amministrazione della giustizia a Venezia e nei territori dello Stato
• Società e modi di vita (vita quotidiana, consumi, alimentazione, malattie e cure, credenze etc …)
• Venezia nel contesto internazionale
• La religione (l'organizzazione ecclesiastica e la religione popolare. L'inquisizione e l'eresia).
• Editoria e commercio librario
• L'opinione pubblica e il suo controllo (giornali e gazzette, ridotti e caffè, gli ambasciatori, gli Inquisitori di Stato, i libri proibiti etc …)
• La cultura (le arti e le scienze, le accademie, la stampa, la cultura popolare)
• Gli spazi e i tempi del divertimento
• Il mito e l'antimito di Venezia

Testi di riferimento:

a) Parte generale

F.C. Lane, Storia di Venezia, Einaudi, Torino 2005
G. Ortalli, G. Scarabello, Breve storia di Venezia, Pacini editori, Pisa 1998.

b) Inoltre, un libro a scelta fra i seguenti

P. Preto, I servizi segreti di Venezia, Il Saggiatore, Milano 1994
G. Corazzol, Cineografo di banditi su sfondo di monti. Feltre 1634-1642, Unicopli, Milano 1997
F. Barbierato, Politici e ateisti. Percorsi della miscredenza a Venezia fra Sei e Settecento, Unicopli, Milano 2006
A. Ventura, Nobiltà e popolo nella società veneta del '400 e del '500, Unicopli, Milano 19942
L. Pezzolo, L'oro dello stato. Società, finanza e fisco nella Repubblica veneta del secondo '500, Il Cardo, Venezia 1990
E. Demo, L'«anima della città». L'industria tessile a Verona e Vicenza (1400-1550), Unicopli, Milano 2001
A. Viggiano, Lo specchio della Repubblica. Venezia e le isole Ionie nel '700, Cierre, Verona 1998
W. Panciera, L' arte matrice. I lanifici della Repubblica di Venezia nei secoli XVII e XVIII, Canova, Treviso 1996
C. Povolo, L’intrigo dell’Onore. Poteri e istituzioni nella Repubblica di Venezia tra Cinque e Seicento, Cierre edizioni, Verona 1997
G. Scarabello, Carcerati e carceri a Venezia dal XII al XVIII secolo, Supernova, Venezia 2009
A. Zannini, Venezia città aperta. Gli stranieri e la Serenissima XIV-XVIII sec., Marcianum Press, Venezia 2010
M.P. Pedani, Venezia porta d’oriente, il Mulino, Bologna 2010
E. Orlando, Sposarsi nel Medioevo. Percorsi coniugali tra Venezia, mare e continente, Viella, Roma 2010
J.G. Sperling, Convents and the body politic in late Renaissance Venice, Chicago University Press, Chicago 2000
J.M. Ferraro, Nefarious Crimes, Contested Justice: Illicit Sex and Infanticide in the Republic of Venice, 1557-1789, The Johns Hopkins University Press, Baltimore 2008

N.B. I non frequentanti dovranno aggiungere la lettura di uno dei due volumi – scelto liberamente in base ai propri interessi – di C. Fumian, A. Ventura (a cura di), Storia del Veneto, Laterza, Roma-Bari 2004

Modalità d'esame

colloquio orale