Storia dell'architettura e del paesaggio - STORIA DELL'ARCHITETTURA (I) II MODULO (2010/2011)

Codice insegnamento
4S02124
Docente
Loredana Olivato
crediti
6
Settore disciplinare
ICAR/18 - STORIA DELL'ARCHITETTURA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Primo semestre dal 4-ott-2010 al 22-gen-2011.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone di indagare la storia dell’architettura, con particolare attenzione allo sviluppo costruttivo del contesto veneto. Il momento rinascimentale sarà privilegiato.

Programma

Contenuto del corso: Storia dell’architettura veneta del Rinascimento

Si analizzeranno le opere più significative dell’architettura rinascimentale del Veneto a partire dall’introduzione del linguaggio albertiano a Venezia da parte di Mauro Codussi, per continuare con il rinnovo urbano operato da Michele Sanmicheli e Jacopo Sansovino, con lo sviluppo dell’architettura di villa coniugato da Andrea Palladio e dai suoi seguaci, fino all’audace sintesi offerta da Vincenzo Scamozzi tra la laguna e la terraferma.

Riferimenti bibliografici: appunti delle lezioni e testi
A titolo di anticipazione si era segnalato il testo – non più in commercio e dunque oggi reperibile solo in biblioteca – di M. TAFURI, L’architettura dell’Umanesimo, Bari, Laterza, 1969 (e ulteriori ristampe): solo le parti relative al Veneto.
I testi di riferimento per l’esame sono:
M. Morresi, Il secolo breve di Venezia, in Storia dell’architettura italiana. Il primo Cinquecento, Electa, Milano 2002, pp.318-353
P.Davies- D. Hemsoll, Michele Sanmicheli a Verona e a Venezia, in Storia dell’architettura italiana. Il primo Cinquecento, Electa, Milano 2002, pp.354-371
H. Burns, Da naturale inclinazione guidato, in Storia dell’architettura italiana. Il primo Cinquecento, Electa, Milano 2002, pp., 372-413
G. Beltramini, Padova, in Storia dell’architettura italiana. Il primo Cinquecento, Electa, Milano 2002,pp.414-433
D. Calabi, Venezia e Veneto, in Storia dell’architettura italiana. Il secondo Cinquecento, Electa, Milano 2001,pp.406-435
D. Battilotti, Le chiese di Palladio, in Storia dell’architettura italiana. Il secondo Cinquecento, Electa, Milano 2001,pp.436-453
D. Battilotti, La terraferma veneta e l’opera di Palladio, in Storia dell’architettura italiana. Il secondo Cinquecento, Electa, Milano 2001,pp.454-481
si consiglia di integrare con:
W. Wolters, L’architettura civile, L’architettura sacra, Le ville dei veneziani in N.Huse-W.Wolters, Venezia. L’arte del Rinascimento, Venezia 1986, pp.27-190

Metodi didattici: le lezioni si svolgeranno secondo il ritmo di due incontri di due ore ciascuno alla settimana.
E' ovvio che le lezioni non possono prescindere da un adeguato corredo di immagini che saranno proiettate durante il corso.

Per tutti gli studenti ma, in particolare, per i non frequentanti:
consigliamo chi non può seguire il corso di fare il possibile per essere presenti almeno alla/e prima/e lezioni quando verranno fornite indicazioni utili per la gestione dell'esame.

Modalità d'esame

l'esame consiste in una prova scritta (due domande)