Museologia e storia dell'arte veneta - STORIA DELL'ARTE VENETA (P) II MODULO (2010/2011)

Codice insegnamento
4S02136
Docente
Alessandra Zamperini
crediti
6
Settore disciplinare
L-ART/02 - STORIA DELL'ARTE MODERNA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Secondo semestre dal 28-feb-2011 al 4-giu-2011.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Obiettivi formativi

Le lezioni mirano a offrire allo studente alcuni strumenti conoscitivi e metodologici per accostare l’arte veneta del Quattro e del Cinquecento, sia dal punto di vista dell’evoluzione formale, sia da quello iconografico e iconologico.

Programma

Prerequisiti: non necessari; tuttavia si ritiene utile la conoscenza dei lineamenti di base della storia dell’arte moderna del Quattro e del Cinquecento (si consiglia – per una maggior dimestichezza con gli argomenti – di preparare l’esame dopo aver sostenuto i moduli introduttivi di Storia dell’Arte Moderna).

Contenuto del corso: il corso si propone di tracciare un profilo dell’arte veneta nelle sue manifestazioni più significative del XV e del XVI secolo, con particolare attenzione a quanto accade a Venezia, senza tuttavia trascurare gli episodi più rilevanti dell’entroterra (Padova e Verona).

Argomenti trattati a lezione (che saranno oggetto dell’esame):
- La prima metà del Quattrocento a Venezia: da Gentile da Fabriano ad Antonio Vivarini
- La prima metà del Quattrocento nell’entroterra: Pisanello; l’esperienza padovana
- la seconda metà del Quattrocento a Venezia: Jacopo, Gentile e Giovanni Belini
- la seconda metà del Quattrocento a Padova: Andrea Mantegna
- La scultura quattrocentesca
- La stagione del Cinquecento: Giorgione, Tiziano, Tintoretto, Veronese
- La scultura del Cinquecento

Testi di riferimento:
I testi di riferimento verranno indicati nel corso delle lezioni e, in contemporanea, verranno segnalati sul sito.

NB: tutti i testi citati saranno comunque reperibili nella Biblioteca Frinzi e in quella del Dipartimento di Tempo, Immagine, Spazio e Società.

Metodi didattici: lezioni frontali in aula accompagnate dalla proiezione di immagini e dall’analisi dei testi.

Modalità d'esame

prova orale.