Storia del vicino oriente antico (i+p) - II MODULO PARTE (P) (2013/2014)

Codice insegnamento
4S02202
Docente
Simonetta Ponchia
crediti
6
Settore disciplinare
L-OR/01 - STORIA DEL VICINO ORIENTE ANTICO
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
I semestrino B dal 18-nov-2013 al 18-gen-2014.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

I semestrino B
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 11.50 - 13.30 lezione Aula 1.3  
martedì 11.50 - 13.30 lezione Aula 1.3  
mercoledì 11.50 - 13.30 lezione Aula 1.3  

Obiettivi formativi

conoscenza delle fasi della civiltà ambienti geografici e principali vicende storiche del Vicino Oriente antico; conoscenza delle principali fonti storiche relative ai periodi trattati e acquisizione delle metodologie di base per la loro analisi, conoscenza degli orientamenti storiografici più recenti sulle tematiche e della bibliografia di base. La seconda parte del corso (p) mira a far acquisire una conoscenza più approfondita di alcuni settori della documentazione storica del Vicino Oriente, la conoscenza delle metodologie e della bibliografia specifica per la loro analisi e degli strumenti della ricerca anche in un approccio che integri metodologie storiche, filologiche e archeologiche.

Programma

Prerequisiti: conoscenze storiche e linguistiche generali

Contenuto del corso:
il corso (i+p) presenta una panoramica complessiva della storia del Vicino Oriente dalla preistoria al primo millennio a.C.
La seconda parte del corso (p) sarà dedicata alla presentazione del pensiero scientifico, attestato prevalentemente dalle fonti del I mill. a.C., negli ambiti dell’astrologia/astronomia e della medicina e farmacopea.

Testi di riferimento: Per il corso progredito si farà riferimento alle fonti in traduzione e alla letteratura secondaria offerte nei volumi seguenti: R. Watson – W. Horowitz, Writing Science before the Greeks, CHANE 48, 2011, D. Brown, Mesopotamian Planetary Astronomy-Astrology, 2000; B. Janowski – D. Schwemer, Texte zur Heilkunde, TUAT 5, Gütersloh 2010; M. Stol, Epilepsy in Babylonia, CM2, Groningen 1993; articoli da Le Journal des médicines cunéiformes.
Indicazioni più dettagliate sulla bibliografia verranno fornite durante il corso.

Metodi didattici: lezione frontale, analisi guidata della documentazione. La frequenza è vivamente consigliata. Chi fosse impossibilitato a frequentare è invitato a prendere contatto con la docente per concordare il programma.

Modalità d'esame

verifiche in itinere scritte; esame orale.