Teoria e tecniche della comunicazione multimediale (m) (2015/2016)

Codice insegnamento
4S02376
Docente
Tiziana Cavallo
Coordinatore
Tiziana Cavallo
crediti
6
Settore disciplinare
L-ART/06 - CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Semestrino IIB dal 18-apr-2016 al 4-giu-2016.

Orario lezioni

Semestrino IIB
Giorno Ora Tipo Luogo Note
giovedì 15.40 - 18.10 lezione Aula H  
venerdì 15.40 - 18.10 lezione Aula H  

Obiettivi formativi

Obiettivo di questo insegnamento è fornire alle studentesse e agli studenti gli strumenti teorico-pratici per la creazione di un progetto di comunicazione transmediale. Si farà riferimento a concetti come multimedialità, crossmedialità e transmedialità per chiarirne caratteristiche specifiche e differenze fondamentali al fine di individuare gli step utili per ideare e realizzare un progetto completo e originale.
Saranno utilizzati esempi e best practice - soprattutto in lingua inglese - nell'ambito della comunicazione di marketing, del giornalismo e delle relazioni pubbliche.

Programma

Il corso affronterà i seguenti argomenti, utilizzando in aula prodotti multimediali, digitali, alternando lezioni - o parte di esse - teoriche e pratiche nonchè alcune testimonianze in aula con ospiti professionisti dello storytelling nelle sue diverse accezioni.
1. Introduzione ai concetti di multimedialità, crossmedialità e transmedialità.
2. Introduzione allo storytelling: storia, strumenti e pratiche tra Italia e resto del mondo.
2.1 Tecniche di storytelling.
3. Evoluzione dello storytelling grazie e con i nuovi media.
4. Transmedia storytelling: definizioni ed esempi.
5. I 4 step di un progetto transmediale.
6. Come comunicare un progetto transmediale.
7. Progettare il transmedia storytelling per aziende ed enti.

Modalità d'esame

In base alla composizione dell'aula sarà deciso se l'esame consisterà in lavori di gruppo o singoli. Di fatto, l'esame sarà realizzato in forma orale con esposizione di un project work (ideazione di un progetto transmediale secondo le indicazioni date durante il corso) il cui tema sara' preventivamente concordato a lezione e presentato nelle prime due lezioni. Inoltre sarà verificata la preparazione con domande orali su un testo intero (G. Rodari) e su parti di testi, che comporranno una dispensa che sarà disponibile al Centro Copia in via San Francesco (ATTENZIONE NEL CORSO DELL'A.A. 2015-16 LA DISPENSA SARA' DIVERSA DAGLI ANNI PRECEDENTI E APPENA DISPONIBILE - ENTRO I PRIMI DI MAGGIO - LA DOCENTE LO COMUNICHERA' A LEZIONE).

1. Gianni Rodari (1974), "Grammatica della fantasia", casa editrice a scelta, si consiglia Einaudi (per intero).

I BRANI DELLA DISPENSA DEI FREQUENTANTI SONO TRATTI DA:

2. Andrea Fontana (2009), "Manuale di Storytelling", Rizzoli, Milano (alcuni capitoli - dispensa) e stesso autore altri testi.
3. Andrea Philips (2012), "A creator's guide to transmedia storytelling", McGraw Hill, New York (alcuni capitoli, in inglese - nella dispensa).
4. Max Giovagnoli (2013), "Transmedia Storytelling", Apogeo Next, Milano (alcuni capitoli - nella dispensa)
5. Henry Jenkins (2006), "Cultura convergente", Apogeo, Milano (introduzione- nella dispensa).
6. Articoli da Internet ed altre fonti.

Si consiglia anche la lettura, non obbligatoria di:
6. Andrea Bettini (2015), Non siamo mica la Coca-Cola, ma abbiamo una bella storia da raccontare. Usare il Corporate Storytelling senza essere una multinazionale", Franco Angeli, Milano.

ATTENZIONE: Per i NON frequentanti si richiede la preparazione di RODARI per intero come per i frequentanti e in aggiunta i testi di Fontana (Manuale di Storytelling) e quello di Giovagnoli per INTERO. Ad essi si aggiunge sempre la dispensa denominata NON FREQUENTANTI (che sarà diversa da quella dei frequentanti e che si troverà nella nuova versione A.A. 2015-16 al Centro Copia di via San Francesco, accanto alla Biblioteca Frinzi, entro il 10 maggio 2016). I non frequentanti NON devono preparare il project work.

Si consiglia ai NON frequentanti di contattare via email per dubbi la docente almeno 1 mese prima della data di esame prescelta: tiziana.cavallo@univr.it

Eventuali altri materiali (articoli, capitolo di libri e altri materiali) saranno indicati a lezione. La maggior parte del materiale usato a lezione - in versione file - sarà caricato sulla piattaforma di ELearning d'Ateneo dove saranno anche inseriti altri avvisi e/o informazioni sul corso.

Opinione studenti frequentanti - 2015/2016