Letteratura italiana (m) - I MODULO PARTE (I) (2018/2019)

Codice insegnamento
4S02260
Docente
Fabio Danelon
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 1A dal 24-set-2018 al 10-nov-2018.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

La testualità come luogo di conoscenza e verifica dello specifico letterario, nelle sue connessioni formali, tematiche, storiche, simboliche, sullo sfondo della civiltà italiana e occidentale. PREREQUISITI Conoscenza della tradizione letteraria; capacità di orientamento e di contestualizzazione storica.

Programma

Prerequisiti: Conoscenza della tradizione letteraria; capacità di orientamento e di contestualizzazione storica.


Contenuto del corso:
Prima parte (prof. Fabio Danelon, 36 ore):

Gli oggetti nei "Promessi sposi". Modi d’uso del materiale e del concreto nel romanzo di Alessandro Manzoni.

Scopo del corso è approfondire un documento fondamentale nella storia del romanzo italiano.

Testi di riferimento: Prima parte:

Si richiede la lettura e lo studio approfondito dei "Promessi sposi" in un’edizione integrale e commentata. Si suggerisce: Alessandro Manzoni, I promessi sposi, a cura di Francesco de Cristofaro, Milano, Rizzoli-BUR, 2014

- Appunti delle lezioni.

- Per un orientamento sulla storia del romanzo italiano moderno va studiato almeno uno dei seguenti volumi (due per i non frequentanti):
Gino Tellini, Storia del romanzo italiano, Firenze, Le Monnier
Matteo Palumbo, Il romanzo italiano da Foscolo a Svevo, Roma, Carocci

Per un approfondimento su Manzoni romanziere andranno studiati almeno due dei seguenti volumi (tre per i non frequentanti):
Pierantonio Frare, Leggere “I promessi sposi”, Bologna, il Mulino, 2016;
Alessandro Bosco, Il romanzo indiscreto. Epistemologia del privato nei “Promessi sposi”, Macerata, Quodlibet, 2013;
Salvatore S. Nigro, La tabacchiera di don Lisander. Saggio sui “Promessi sposi”, Torino, Einaudi 2012;
Vittorio Spinazzola, Il libro per tutti. Saggio su “I promessi sposi”, Milano, CUEM, 2008;
Guido Baldi, L'Eden e la storia. Lettura dei “Promessi sposi”, Milano, Mursia, 2004;
Ezio Raimondi, Il romanzo senza idillio. Saggio sui “Promessi sposi”, Torino, Einaudi, 2000

Sono inoltre consigliati, per ulteriori approfondimenti sul tema:

Oggetti della letteratura italiana, a cura di Gian Mario Anselmi e Gino Ruozzi, Bologna, Carocci, 2008;
Francesco Orlando Gli oggetti desueti nelle immagini della letteratura. Rovine, reliquie, rarità, robaccia, luoghi inabitati e tesori nascosti, Torino, Einaudi, 1993;

Altre indicazioni bibliografiche saranno fornite nel corso delle lezioni.


Metodi didattici: Lezioni frontali. Esercizi di lettura e di interpretazione dei testi. I materiali didattici proposti sono aderenti al programma.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Vittorio Spinazzola Il libro per tutti. Saggio sui "Promessi sposi" CUEM 2008
Alessandro Bosco Il romanzo indiscreto. Epistemologia del privato nei "Promessi sposi" Quodlibet 2013
Matteo Palumbo Il romanzo italiano da Foscolo a Svevo Carocci 2007
Ezio Raimondi Il romanzo senza idillio. Saggio sui "Promessi sposi" Einaudi 2000
Alessandro Manzoni I promessi sposi Rizzoli-BUR 2014 (ed. Francesco de Cristofaro)
Salvatore S. Nigro La tabacchiera di don Lisander. Saggio sui "Promessi sposi" Einaudi 2012
Guido Baldi L'Eden e la storia. Lettura dei "Promessi sposi" Mursia 2004
Pierantonio Fare Leggere "I promessi sposi" il Mulino 2016
Gino Tellini Storia del romanzo italiano Le Monnier Università 2017

Modalità d'esame

Modalità svolgimento esame sia per gli studenti frequentanti sia per quelli non frequentanti: Accertamento orale delle conoscenze acquisite, relativamente a ciascuno dei punti in cui il programma è distinto. In ispecie: 1) Verifica delle conoscenze relative alle caratteristiche e alla storia della forma romanzo; 2) Verifica della capacità di comprensione e analisi critica approfondita e di contestualizzazione nella storia del genere del testo oggetto del corso anche attraverso gli strumenti offerti dalla bibliografia critica di riferimento.

N.B. importante!!
Sarà necessario aver sostenuto con esito positivo l’esame sul punto 1 (prof. Fabio Danelon), prima di poter sostenere l’esame sul punto 2 con il prof. Corrado Viola. Il voto finale sarà unico per tutto il programma del corso.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018