Spettacolo e media (m) (2019/2020)

Codice insegnamento
4S008068
Docente
Simona Brunetti
Coordinatore
Simona Brunetti
crediti
6
Settore disciplinare
L-ART/05 - DISCIPLINE DELLO SPETTACOLO
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem 1A, Sem 1B

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Il corso ha l’obiettivo di presentare le teorie e di fornire gli strumenti per lo studio del rapporto tra spettacolo e media, cioè delle tecnologie usate per costruire, fissare, trasmettere, fruire, commentare la rappresentazione e i vari coefficienti della messa in scena dall'antichità all'era digitale. Al termine del corso gli studenti saranno in grado di - comprendere le varie possibili interazioni tra media e arti performative; - analizzare gli aspetti culturali, sociali ed ideologici ad esse sottesi; - comporre in autonomia brevi elaborati scritti su un frammento di allestimento scenico; - acquisire gli strumenti per mantenersi in una dinamica di apprendimento che permetta di proseguire nel tempo il proprio aggiornamento nel campo

Programma

Prerequisiti
Un conoscenza di base dei concetti chiave della disciplina. Utile la lettura di: Luigi Allegri, "Prima lezione sul teatro", Laterza, 2012.

Contenuto del corso
Il corso si propone di affrontare questioni legate all'interpretazione dell’attore e all'allestimento di alcuni spettacoli, legati alla tradizione italiana, attraverso l'analisi delle testimonianze rimaste nei video televisivi, registrazioni audio o filmati digitali. Il periodo di principale interesse sarà concentrato nella seconda parte del Novecento, dal 1968 al 1999 circa.

Testi di riferimento
1. Appunti dalle lezioni e materiali di approfondimento. Gli studenti non frequentanti integreranno la bibliografia con lo studio di: Luigi Allegri, "Invito a teatro", Laterza, 2018.
2. Analisi critica di passi scelti da "Kean, o genio e sregolatezza" tratti dalle versioni di Dumas, Sartre e Gassman-Lucignani.
3. Studio dei drammi: Pirandello, "Il piacere dell’onestà"; Bontempelli, "Nostra Dea"; Vondel, "Lucifero"; (fotocopie).
4. Studio dei relativi saggi interpretativi: S. Brunetti, "Il 'Kean' di Vittorio Gassman 'inquadrato' da Francesco Rosi, in "Francesco Rosi. Il cinema e oltre", Mimesis, 2019, pp. 225-238; S. Brunetti, "Il salotto della tortura in un cielo magrittiano: 'Il piacere dell’onestà' di Pirandello-Puggelli", in "Prigioni e Paradisi. Luoghi scenici e spazi dell’anima nel teatro moderno", Esedra, 2011, pp. 185-196; S. Brunetti, "La divina donna-manichino di Massimo Bontempelli", in "Teatri di figura. La poesia di burattini e marionette fra tradizione e sperimentazione", Edizioni di Pagina, 2014, pp. 49-61; S. Brunetti, "Dal cielo ai bassifondi. Il primo allestimento italiano del 'Lucifer' di Vondel per la regia di Antonio Syxty (1999)", in "Tra Venezia e Saturno. Storia, drammaturgia e poesia per Paolo Puppa", Titivillus, 2017, pp. 88-97.
5. "Estetica dello spettacolo e dei media", LED, 2012.
6. Luigi Allegri (a cura di), "Il teatro e le arti. Un confronto fra linguaggi", Carocci, 2017.

Metodi didattici
Lezioni frontali affiancate all'analisi di fonti di varia natura (documenti d’archivio, iconografia, riprese di spettacoli teatrali, film, frammenti video, audio ecc.). Conferenze, fonti, letture e testi critici verranno ulteriormente precisati durante il corso. Alcuni materiali, necessari per la preparazione dell’esame, verranno messi a disposizione dalla docente. Il commento critico di uno degli adattamenti teatrali o cinematografici analizzati a lezione costituirà parte integrante del colloquio d’esame. Per gli studenti ERASMUS è prevista una bibliografia di studio specifica.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Maddalena Mazzocut-Mis, Elena Tavani (a cura di) Estetica dello spettacolo e dei media LED 2012 978-88-7916-489-4
Luigi Allegri (a cura di) Il teatro e le arti. Un confronto fra linguaggi Carocci 2017

Modalità d'esame

Colloquio orale con valutazione finale espressa da un voto in trentesimi. Le domande proposte ai candidati mireranno da un lato a verificare l’apprendimento di specifiche questioni teoriche proposte dai testi ai punti 5 e 6, dall'altro a testare la capacità di analizzare uno dei drammi e degli spettacoli proposti seguendo i modelli offerti a lezione.

In relazione alla situazione derivante dall'emergenza Coronavirus la modalità d’esame sopra riportata viene modificata per la sessione estiva 2020, in accordo con le indicazioni di ateneo, in prova orale con modalità telematica.