Textual studies and editorial technique (2020/2021)

Codice insegnamento
4S004057
Docente
Paolo Pellegrini
Coordinatore
Paolo Pellegrini
crediti
6
Settore disciplinare
L-FIL-LET/13 - FILOLOGIA DELLA LETTERATURA ITALIANA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
CuCi IB dal 9-nov-2020 al 9-gen-2021.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Il corso ripercorre la storia del metodo filologico dall'antichità all'epoca moderna, illustra le tecniche del metodo del Lachmann e le acquisizioni della Nuova filologia. Gli studenti esamineranno alcuni esempi concreti sia di ricostruzione stemmatica sia di filologia d'autore, facendo particolare attenzione al rapporto tra ricostruzione del testo e problemi interpretativi.
Risultati formativi
Al termine dell’insegnamento gli studenti dovranno dimostrare di: - conoscere i principi generali della critica testuale e le recenti riflessioni sulla disciplina; - Abbozzare uno stemma codicum a partire da alcuni semplici specimina testuali; - Distinguere un errore da una variante di trasmissione e applicare i criteri di lectio difficilior e usus scribendi; - Analizzare la struttura di un testo e riconoscerne le unità costitutive ai fini della ricostruzione stemmatica.

Programma

ARGOMENTI DEL CORSO E MODALITÀ DIDATTICHE
Il corso si sviluppa lungo tre direttrici generali:
1. Principi generali di filologia
2. Il metodo del Lachmann
3. Filologia delle strutture
Per gli studenti frequentanti la didattica consisterà in lezioni frontali nel corso delle quali saranno illustrati partitamente gli argomenti del corso e si procederà alla illustrazione di alcune tipologie di ricostruzione filologica dei testi. In particolare saranno esaminate le edizioni critiche di alcuni classici italiani secondo l’ordine seguente:
1. ricognizione della tradizione manoscritta;
2. analisi delle ricostruzione stemmatiche; lettura di testi e verifica degli stemmi;
3. osservazioni da parte degli studenti.
Gli studenti verranno stimolati dal docente a intervenire in prima persona e ad affrontare direttamente le problematiche connesse alla ricostruzione degli stemmata codicum e della fisionomia linguistica dei testi, così da verificare le competenze acquisite nel corso delle lezioni.

TESTI DI RIFERIMENTO
Leighton D. Reynolds, N. G. Wilson, Scribes and Scholars: Guide to the Transmission of Greek and Latin Literature, Oxford, Clarendon Press, 1968 (or further editions)

MATERIALE DIDATTICO
Il docente farà uso di modalità didattiche e-learning, provvedendo a fornire gli studenti di diapositive e materiali che verranno via via usati a lezione. Per tenere il passo con una materia in rapida evoluzione, il docente metterà a disposizione una selezione di articoli in riviste specializzate, capitoli di libro e risorse digitali (in lingua inglese)
La piattaforma e-learning andrà consultata anche per le comunicazioni docente-studente e per tutto ciò che riguarda gli orari, lo svolgimento delle lezioni e eventuali sospensioni. Durante tutto l’anno accademico il docente riceverà gli studenti in orario affisso alla bacheca virtuale e costantemente aggiornato.
Gli studenti non frequentanti dovranno integrare i materiali del corso con 1 saggio a scelta concordato con il docente.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Leighton D. Reynolds, Nigel G. Wilson Scribes and Scholars: Guide to the Transmission of Greek and Latin Literature Clarendon Press [Oxford] 1968

Modalità d'esame

*** "In relazione alla situazione derivante dall'emergenza Coronavirus la modalità d’esame sotto riportata viene modificata per la sessione estiva 2020, in accordo con le indicazioni di ateneo, in prova orale con modalità telematica [ZOOM].

L’esame è orale ed è costituito da due quesiti:
1. Discussione di una questione di metodo di carattere generale riguardante i diversi approcci filologici al testo.
2. Discussione di un caso di studio particolare riguardante un autore o un testo affrontato a lezione, da illustrare e giustificare mostrando di sapere applicare le conoscenze acquisite.
I non frequentanti dovranno illustrare anche il contenuto di uno degli articoli concordati con il docente.
Ciascuno dei due quesiti pesa per 15/30 sulla valutazione finale (con eventuale lode). Per i non frequentanti ciascuno dei tre quesiti pesa per 10/30 sulla valutazione finale.