Filologia medievale e umanistica (p) (2020/2021)

Codice insegnamento
4S01174
Docenti
Paolo Pellegrini,
Coordinatore
Paolo Pellegrini
crediti
6
Settore disciplinare
L-FIL-LET/13 - FILOLOGIA DELLA LETTERATURA ITALIANA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
CuCi IB dal 9-nov-2020 al 9-gen-2021.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

L’insegnamento propone un percorso didattico il cui scopo è quello di fornire basi concettuali e metodologiche necessarie per lo studio e la comprensione dell’umanesimo italiano, in particolare nella prospettiva filologica, letteraria e storico-culturale. Per il conseguimento di tale obiettivo è prevista un’articolazione, secondo un 'iter' piano e graduale, in due fasi: una introduttiva – che occuperà la prima metà del corso –, nella quale verranno ampiamente illustrate natura e caratteristiche della disciplina, con particolare riguardo per il suo ambito tematico-cronologico, per la sua storia e per le sue finalità, per tutti gli strumenti necessari e utili per chi desideri occuparsene; una di più specifico approfondimento – per la seconda metà del corso –, che sarà centrata sul tema monografico espresso nel programma e che consisterà nella applicazione e verifica pratica, su un importante testo umanistico, dei principi e fondamenti della disciplina prima enunciati e illustrati in generale.

Programma

ARGOMENTI PRINCIPALI DEL CORSO
La prima parte del corso tratta dei principi generali della filologia e del metodo del Lachmann. Attraverso l'esame di alcuni casi concreti gli studenti impareranno a distinguere un errore da una variante e a costruire uno stemma codicum

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
M. Bertè-M. Petoletti ‘La filologia medievale e umanistica’ Il Mulino 2017 9788815265432

Modalità d'esame

L’esame è orale ed è costituito da due quesiti:
1. Discussione di una questione di metodo di carattere generale riguardante i diversi approcci filologici al testo.
2. Discussione di una specifica questione relativa all'argomento della seconda parte del corso, da illustrare e giustificare mostrando di sapere applicare le conoscenze acquisite.
I non frequentanti dovranno illustrare anche il contenuto di uno degli articoli concordati con il docente.
Ciascuno dei due quesiti pesa per 15/30 sulla valutazione finale (con eventuale lode). Per i non frequentanti ciascuno dei tre quesiti pesa per 10/30 sulla valutazione finale.