Letteratura latina (p) (2020/2021)

Codice insegnamento
4S02184
Docenti
Evita Calabrese, Renata Raccanelli
Coordinatore
Evita Calabrese
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
CuCi IIB dal 14-apr-2021 al 29-mag-2021.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone di approfondire la letteratura latina sia nelle sue problematiche fondamentali (con particolare riguardo al suo sviluppo storico, ai generi letterari e alla formazione dei canoni), sia attraverso alcune sue opere particolarmente significative. Prerequisiti: Conoscenze di base della lingua latina Risultati di apprendimento attesi: al termine dell’insegnamento lo studente: - dimostra conoscenze progredite di lingua latina (fonetica, morfologia, sintassi), di prosodia e metrica, metodi di critica del testo; - affina la capacità autonoma di comprensione, traduzione e interpretazione dei testi in programma; - approfondisce la capacità autonoma di svolgere un’analisi filologica, linguistica e storico-letteraria dei testi latini previsti dal programma; - è in grado di svolgere un’analisi metrica dei testi in poesia; - perfeziona la capacità di interpretare i testi in rapporto al contesto storico e letterario; - è in grado di esporre in maniera approfondita e con modalità espressive chiare e ben organizzate i diversi contenuti del programma; - è in grado di collegare in maniera approfondita gli argomenti del corso con il contesto generale della storia della letteratura latina e con le caratteristiche dei generi letterari; - è in grado di sviluppare una riflessione personale e una analisi approfondita sui testi latini oggetto del corso; - mostra di aver acquisito una metodologia critica per l’approccio ai testi letterari latini.

Programma

Prerequisiti: è presupposta e verrà verificata in sede di esame la conoscenza di base della fonetica, della morfologia, della sintassi e della metrica della lingua latina.
Contenuto del corso: il VII libro delle Metamorfosi di Ovidio:
MODULO 1, 24 ore, Evita Calabrese: nel corso del modulo si illustreranno le caratteristiche, contenutistiche e formali, del genere epico; verranno inoltre illustrate le caratteristiche peculiari dell’arte ovidiana, con particolare riferimento all’opera epica rappresentata dalle Metamorfosi; ampio spazio verrà dedicato ad una lettura, con traduzione e analisi, del libro VII delle Metamorfosi: in tale percorso, si farà riferimento alle particolarità linguistiche e stilistiche del testo e si fornirà una lettura metrica, preceduta dall’esposizione dei fondamenti della metrica latina e delle caratteristiche dell’esametro.
MODULO 2, 12 ore, Renata Raccanelli: percorsi di lettura attraverso il VII libro delle Metamorfosi ovidiane.
Testi di riferimento:
Ovidio, Metamorfosi, a cura di E. J. Kenney. Volume IV (Libri VII-IX), Milano, Arnoldo Mondadori Editore/ Fondazione Lorenzo Valla, 2011.
A. Traina, G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario, Bologna, Pàtron, 2007, capp. V-IX.
M. Bettini, G. Pucci, Il mito di Medea. Immagini e racconti dalla Grecia a oggi, Torino, Einaudi, 2017.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
M. Bettini, G. Pucci Il mito di Medea. Immagini e racconti dalla Grecia a oggi Einaudi 2017
E. J. Kenney (a cura di) Ovidio, Metamorfosi, volume IV (libri VII-IX) Mondadori/ Fondazione Lorenzo Valla 2011
A. Traina, G. Bernardi Perini Propedeutica al latino universitario (edizione 6) Pàtron 2007

Modalità d'esame

L’esame, che verterà sull’intero settimo libro delle Metamorfosi ovidiane, avrà modalità orale; si richiederà lettura metrica, traduzione e analisi linguistica, stilistica e metrica di uno o più brani tratti dal testo oggetto del corso; si accerterà inoltre il possesso dei prerequisiti, ovvero la conoscenza della fonetica, morfologia, sintassi, prosodia e metrica della lingua latina, al fine di accertare i risultati di apprendimento attesi, soprattutto la capacità autonoma di approccio ai testi letterari latini.
Verrà attribuita una valutazione unica, in trentesimi, al termine della prova.
Le modalità d’esame non prevedono una differenziazione tra frequentanti e non frequentanti.