Storia dell'arte moderna (i+p) (2020/2021)

Codice insegnamento
4S02161
Crediti
12
Coordinatore
Enrico Dal Pozzolo
Altri corsi di studio in cui è offerto
L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
I MODULO PARTE (I) 6 L-ART/02-STORIA DELL'ARTE MODERNA CuCi IIA Enrico Dal Pozzolo
II MODULO PARTE (P) 6 L-ART/02-STORIA DELL'ARTE MODERNA CuCi IIB Enrico Dal Pozzolo

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone di far acquisire una conoscenza generale dei principali fenomeni nel campo dell’arte moderna, sia dal punto di vista teorico e metodologico sia da quello di un approccio concreto alla lettura dell’opera. Il corso progredito si propone di evidenziare la complessità delle tappe formative di un percorso d’artista attraverso l’analisi della sua produzione, scegliendo tra le figure di maggiore rilievo nella pittura europea dell’età moderna.

Programma

Contenuto del corso: il corso fornisce una conoscenza di base degli sviluppi principali dell’arte in Italia che si registrano a partire dagli inizi del XV secolo (Tardogotico e primo Rinascimento) e giungono alla fine del XVIII e all’avvio del XIX secolo (Neoclassicismo e primo Romanticismo). Essendo impossibile fornire un’analisi completa dei tanti aspetti connessi a tale ampio periodo, saranno proposte alcune focalizzazioni, con riflessioni sulla metodologia storico-artistica e aperture sui campi della storia del gusto e del collezionismo in una prospettiva di interrelazione metodologica.
ARGOMENTI
a. I fenomeni culturali in Italia e in Europa dal primo Rinascimento al Neoclassicismo
b. I protagonisti di tali fenomeni culturali
c. La lettura delle opere principali di tali protagonisti
Testi di riferimento: S. Settis, T. Montanari, Arte. Una storia Naturale e civile, Einaudi: vol. 3 (tutto), vol. 4, fino a p. 349 (tutto il Neoclassicismo e primo Romanticismo compreso); G. Sciolla, Studiare l’arte: metodo, analisi e interpretazione delle opere e degli artisti, Utet (varie edizioni disponibili). Si richiede la conoscenza di tutte le immagini riprodotte nel manuale di Settis e Montanari, che saranno oggetto di prova d’esame. A coloro che non hanno mai studiato storia dell'arte, si suggerisce la lettura di La storia dell’arte raccontata da H. Gombrich, Phaidon (o altre edizioni).

Metodi di insegnamento: Lezioni con powerpoint, video ed eventuali conferenze di approfondimento. Qualora organizzato, per migliorare la capacità personale di leggere le opere, si raccomanda la partecipazione (non obbligatoria) del "Seminario di orientamento per la lettura delle opere pittoriche" (eventuali informazioni online).

Modalità d'esame

Le modalità previste per lo svolgimento dell’esame sono due.
La prima è più tradizionale e prevede una prova scritta in aula. Essa è suddivisa in tre parti.
La prima parte (a) consiste in una prova di riconoscimento di venti immagini tratte dal manuale di Settis e Montanari, ognuna proiettata per il tempo di un minuto: bisognerà indicare il titolo dell’opera, la data (o il periodo, se la data non è certa) di esecuzione e – se possibile - il luogo di ubicazione. La seconda parte (b) consiste in una domanda più ampia su un tema specifico: il tempo concesso per l’elaborato è di 40 minuti. Seguirà una domanda più breve (c), per la quale si avranno a disposizione 20 minuti. La durata complessiva dell’esame in questa modalità è quindi di 80 minuti. La correzione avverrà entro i primi giorni successivi all’esame. Si precisa che nelle prove b e c verranno valutati non solo i contenuti, ma anche la forma espositiva e il rispetto delle regole ortografiche e grammaticali. Per ottenere un voto positivo (18 o superiore) è necessario che si riconoscano almeno dieci delle venti immagini proiettate e che le risposte ai quesiti b e c siano considerate sufficienti.
Seconda modalità.
In caso di necessità e/o opportunità didattica, è altresì prevista la possibilità di svolgere l’esame anche in forma telematica, utilizzando il sistema dei quesiti con risposta multipla. Tale possibilità verrà comunicata dal docente agli studenti con previo anticipo. La prova verrà svolta in una delle aule informatiche dell’Ateneo, se possibile, altrimenti da remoto, con collegamento zoom o similare. In questa seconda modalità le domande saranno divise in due blocchi: I – Riconoscimento di 20 immagini riprodotte nel manuale di Settis e Montanari, considerando vari aspetti delle stesse (autore dell’opera, soggetto, periodo, collocazione, ecc.) indicati nei manuali. Ad esempio: SLIDE 1 – DOMANDA: Autore dell’opera: 1: X; 2: Y; 3: Z; 4: nessuno di questi. Il tempo previsto è di circa 7 minuti, per ogni immagine è di 20 secondi. II - A seguire si propongono 40 domande in forma di quiz, ognuna con quattro risposte possibili, di cui una sola corretta (come sopra). Esse sono tratte dal manuale di Settis e Montanari e dal libro di Sciolla. Anche qui il tempo previsto per ogni domanda è di 20 secondi, con un totale per la prova complessiva (I + II) di 21 minuti. Alla fine delle due prove verranno mostrate le soluzioni ai vari quesiti. Per ottenere un voto positivo (18 o superiore), bisogna rispondere correttamente ad almeno 35 delle 60 domande. La correzione sarà immediata, in quanto elaborata dal sistema.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Salvatore Settis Tomaso Montanari Arte. Una storia Naturale e civile Einaudi 2019
G.C. Sciolla Studiare l'arte. Appunti sul metodo storico-artistico Utet 2001
Dal Pozzolo Dispensa   si veda il capitolo dedicato a Il Cinquecento, in Enrico Maria Dal Pozzolo, Pittura veneta, 24 Ore Cultura, Milano 2010, pp. 154-221. É inoltre necessario integrare tali letture con la memorizzazione delle immagini di altre opere di Tiziano caricati dal docente con elearning.
Fabrizio Biferali Tiziano. Il genio e il potere