Protostoria (i) (2020/2021)

Codice insegnamento
4S004608
Docente
Mara Gioia Migliavacca
Coordinatore
Mara Gioia Migliavacca
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
L-ANT/01 - PREISTORIA E PROTOSTORIA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
CuCi IIB dal 14-apr-2021 al 29-mag-2021.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Obiettivi del corso sono: • Fornire una buona preparazione metodologica di base e un quadro generale dei temi della disciplina. • Favorire, per le diverse fasi della protostoria, un approccio critico alle fonti materiali che consentono la ricostruzione del mondo protostorico a diversi livelli di complessità: i manufatti; gli insediamenti nel territorio e nella loro organizzazione; il quadro economico: sistemi produttivi, circolazione e scambi; l’organizzazione socio- politica e ideologica. • Offrire una conoscenza sintetica ma organica della protostoria dell’Italia settentrionale nelle sue trasformazioni dall’antica Età del bronzo alla romanizzazione. • Sottolineare le connessioni tra la protostoria dell’Italia settentrionale e le altre aree (centro e nord-europee, mondo italico e mediterraneo). • Coinvolgere gli studenti nella conoscenza delle risorse del territorio che consentono un approccio diretto ai temi di studio.

Programma

Il corso illustrerà i cambiamenti intercorsi dall’Età del Rame fino alla romanizzazione nel rapporto con l’ambiente e nell’organizzazione delle società umane, con attenzione particolare al territorio dell’Italia nord-orientale, inserito nel più ampio quadro delle trasformazioni che interessarono da un lato l'Europa, dall'altro l’Italia peninsulare, l'Egeo e il Mediterraneo. Si presterà attenzione all’evoluzione cronologica della cultura materiale, agli aspetti insediativi, tecnologici, economici, sociali, rituali e ideologici, ricorrendo anche ad alcuni casi studio. Parte del corso sarà dedicata alla metodologia e all’interpretazione dei dati nella ricerca preistorica.
Si prevedono lezioni frontali, incontri seminariali ed esercitazioni, eventualmente integrati da visite a collezioni museali, siti archeologici e/o mostre di carattere archeologico.
MODULO 1 Introduzione alla protostoria. Fonti e cronologia.
La comparsa del metallo e conseguenze economico e sociale.
MODULO 2 Età del Rame. La tecnologia metallurgica e i processi di trasformazione indotti.
Aspetti crono-culturali, insediativi, economici, ideologici.
MODULO 3 Età del Bronzo, testimonianze archeologiche.
Aspetti crono-culturali, insediativi, economici, rituali, ideologici.
Le palafitte: organizzazione e scambi.
MODULO 4 Terremare e castellieri, una grande trasformazione del paesaggio.
Testimonianze archeologiche.
Aspetti crono-culturali, insediativi, economici, rituali, ideologici.
MODULO 5 Il crollo del mondo terramaricolo.
Gli inizi dell’Età del Ferro: introduzione della metallurgia del ferro.
Testimonianze archeologiche e fonti.
Aspetti crono-culturali, insediativi, economici, rituali, ideologici.
Il fenomeno proto-urbano.
MODULO 6 La seconda Età del Ferro.
Il ruolo della scrittura e la definizione etnica del popolamento.
Aspetti crono-culturali, insediativi, economici, rituali, ideologici.


Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
A.M. Bietti Sestieri L'Italia nell'età del bronzo e del ferro: dalle palafitte a Romolo (2200-700 a. C.) Carocci 2010 9788843052073
D. Cocchi Genick Preistoria QuiEdit 2009
G. Leonardi e V. Tiné (a cura di) Preistoria e Protostoria del Veneto, XLVIII Riunione Scientifica IIPP Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria 2015

Modalità d'esame

L’obiettivo della prova d’esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati.
La prova d'esame consiste in un colloquio orale. Nella prima parte, lo studente/la studentessa illustreranno un argomento o un caso-studio a propria scelta connesso al programma svolto che avranno autonomamente approfondito; seguirà una serie di domande volte ad accertare la conoscenza e la comprensione del programma svolto, nei suoi aspetti metodologici e di contenuto.
In relazione alla situazione derivante dall'emergenza Coronavirus la modalità d’esame sopra riportata verrà eventualmente modificata, in accordo con le indicazioni di ateneo, in: prova orale con modalità telematica.
“La modalità a distanza è comunque garantita per tutti gli studenti
che lo chiederanno nell’anno accademico 2020/21”