Filologia medievale e umanistica (m) (2020/2021)

Codice insegnamento
4S02278
Docente
Paolo Pellegrini
Coordinatore
Paolo Pellegrini
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
L-FIL-LET/13 - FILOLOGIA DELLA LETTERATURA ITALIANA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
CuCi IB dal 9-nov-2020 al 9-gen-2021.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone di affrontare la tradizione manoscritta di alcuni testi esemplari, con particolare riferimento alle opere di Dante Alighieri.
CONOSCENZE
Saranno illustrati i principi di base della critica testuale e del metodo del Lachmann. Saranno analizzate le edizioni critiche di alcune opere di Dante Alighieri. Saranno proposte esercitazioni condotte direttamente sui testimoni manoscritti ripercorrendo la classificazione dei testimoni e costituzione del testo nei suoi singoli passaggi.
RISULTATI DI APPRENDIMENTO
Al termine dell’insegnamento lo studente: 1) Imparerà a trascrivere un manoscritto e a produrre un'edizione diplomatica; 2) sarà in grado di distinguere tra errori e varianti e di classificare, su queste basi, i testimoni; 3) potrà leggere e analizzare l’apparato un'edizione critica con riferimento alle principali problematiche testuali; 4) acquisirà autonomia nella comprensione e nella interpretazione del testo.

Programma

Il programma si articola in tre fasi
1) Metodo del Lachmann
2) La tradizione testuale delle opere di Dante (Epistole)
3) Trascrizione e edizione di alcune epistole dantesche
La didattica consisterà in lezioni frontali nel corso delle quali gli studenti lavoreranno direttamente sulle riproduzioni dei testimoni delle opere di Dante, imparando a: (1) trascriverli; (2) riconoscere gli errori; (3) preparare un testo critico.
Gli studenti verranno stimolati dal docente a intervenire in prima persona e ad affrontare direttamente le problematiche connesse alla preparazione del testo.

TESTI DI RIFERIMENTO
La bibliografia, va integrata con il saggio di Giorgio Padoan, Introduzione a Dante, Firenze, Sansoni, 1975 (o 1981), disponibile sulla piattaforma e-learning in formato PDF.
Gli studenti non frequentanti sono tenuti a preparare anche il saggio di Gianfranco Folena, La tradizione delle opere di Dante Alighieri. In Atti del Congresso internazionale di studi danteschi, Firenze–Verona–Ravenna, 20–27 aprile 1965. Firenze: Sansoni, 1965, 1–78 disponibile sulla piattaforma e-learning in formato PDF

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
M. Bertè-M. Petoletti ‘La filologia medievale e umanistica’ Il Mulino 2017 9788815265432

Modalità d'esame

L’esame è orale ed è costituito da due quesiti:
1. Discussione di una questione generale relativa al metodo filologico..
2. Discussione di un caso di studio particolare relativo alla storia della tradizione delle opere di Dante, da illustrare e giustificare mostrando di sapere applicare le conoscenze acquisite.
I non frequentanti dovranno illustrare anche il contenuto di uno degli articoli concordati con il docente.
Ciascuno dei due quesiti pesa per 15/30 sulla valutazione finale (con eventuale lode). Per i non frequentanti ciascuno dei tre quesiti pesa per 10/30 sulla valutazione finale.