Didattica della lingua e cultura latina (m) (2020/2021)

Codice insegnamento
4S007395
Docente
Renata Raccanelli
Coordinatore
Renata Raccanelli
crediti
6
Settore disciplinare
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
CuCi IA, CuCi IB

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

L’insegnamento mira a fornire strumenti e metodi per la didattica della lingua e della cultura latina nella scuola superiore; si propone altresì il consolidamento della conoscenza dei testi latini, in rapporto ai contesti storico-letterari e culturali, e il potenziamento delle competenze linguistiche e traduttive, imprescindibili per un approccio consapevole ed efficace alla didattica del latino. Prerequisiti: È presupposta una conoscenza di livello avanzato del latino. Risultati di apprendimento attesi: al termine dell’insegnamento lo studente conosce strumenti e orientamenti metodologici per l’insegnamento della lingua e della cultura latina; sa comprendere e tradurre i testi latini in programma, analizzandone le strutture grammaticali, le forme letterarie, i contesti culturali; acquisisce l'abitudine di riflettere criticamente sulla progettazione didattica, a partire dalla lettura dei testi latini.

Programma

Un percorso di lettura senecano, attraverso una scelta dalle Lettere a Lucilio, consentirà di affrontare temi relativi alla didattica del latino, in rapporto ad aspetti dell’insegnamento della lingua, della cultura e della letteratura.

1. Lettura e traduzione di una scelta di lettere da Seneca, Epistulae morales ad Lucilium (lettere 1-12, 15, 20-21, 25, 28-29, 32, 34-36, 47, 75).
Edizione critica di riferimento: L. Annaei Senecae Ad Lucilium Epistulae morales, rec. et adn. critca instruxit L. Reynolds, Oxonii 1965.
Oltre a un’edizione con testo a fronte (ad es. Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, introduzione di L. Canali, traduzione di G. Monti, Milano 1993, III edizione), si consiglia un commento (ad es. Lucio Anneo Seneca Lettere a Lucilio, Libro primo, a cura di G. Scarpat, Brescia 1975, oppure Chr.Richardson-Hay, First lessons: book 1 of Seneca’s Epistulae Morales. A commentary, Bern-Frankfurt am Main 2006).

2. Bibliografia:
R.R. Marchese, Uno sguardo che vede. L'idea di rispetto in Cicerone e in Seneca, Palermo 2016;
A.Traina, Lo stile “drammatico“ del filosofo Seneca, Bologna 1987, IV edizione;
F.Waquet, Latino. L’impero di un segno (XVI-XX secolo), trad. it. Milano 2004.

Ulteriore documentazione e bibliografia specifica sarà fornita a lezione.

Modalità didattiche:
Alle lezioni frontali si prevede di affiancare, ove possibile, attività di tipo seminariale, funzionali al coinvolgimento attivo e allo sviluppo dell’autonomia critica degli studenti, volte ad aprire spazi di discussione, di confronto e di sperimentazione in itinere delle metodologie acquisite.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
F.Waquet, Latino. L’impero di un segno (XVI-XX secolo) 2004
Lucio Anneo Seneca Lettere a Lucilio, introduzione di L. Canali, traduzione di G. Monti, (Edizione 3) Rizzoli, Milano 1993
R.R. Marchese Uno sguardo che vede. L'idea di rispetto in Cicerone e in Seneca 2016

Modalità d'esame

La prova d’esame consiste in un colloquio nel quale sarà accertato il grado di capacità autonoma di
-leggere, comprendere, tradurre e analizzare i testi latini in programma;
-contestualizzare i testi in esame nella loro cornice storico-letteraria e culturale;
-riflettere sulle opportunità di impiego didattico dei testi discussi;
-discutere con chiarezza e proprietà il contenuto dei saggi in programma, in relazione alle problematiche didattiche.

N.B. GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI SONO INVITATI A RIVOLGERSI ALLA DOCENTE PER CONCORDARE LETTURE INTEGRATIVE.

N.B. E’ obbligatorio superare la prova scritta di traduzione dal latino, prima della registrazione dell’ultimo esame del settore L-FIL-LET/04 che consente di arrivare ad un totale di 24 crediti nel settore, necessari per l’accesso all’insegnamento nelle classi A-11 (ex 51/A) e A-13 (ex 52/A). Tale prova scritta è propedeutica all'esame suddetto e quindi non dà luogo a crediti. Gli studenti sono pregati di portare in sede di esame l’attestazione del superamento della prova scritta o una stampa dei libretti triennale e magistrale.

IN RELAZIONE ALLA SITUAZIONE DERIVANTE DALL'EMERGENZA CORONAVIRUS LA MODALITÀ D’ESAME SOPRA RIPORTATA POTRA' ESSERE MODIFICATA IN ACCORDO CON LE INDICAZIONI DI ATENEO, IN PROVA ORALE CON MODALITÀ TELEMATICA.
La modalità a distanza è comunque garantita per tutti gli studenti che lo chiederanno nell’anno accademico 2020/21.