Storia dell'italiano letterario (m) (2020/2021)

Codice insegnamento
4S007403
Docente
Alessandra Zangrandi
Coordinatore
Alessandra Zangrandi
crediti
6
Settore disciplinare
L-FIL-LET/12 - LINGUISTICA ITALIANA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
CuCi IIA dal 15-feb-2021 al 1-apr-2021.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Il corso si propone di offrire una conoscenza della storia dell’italiano letterario, con specifica attenzione al linguaggio della prosa, e di favorire in questo modo l’abilità di analizzare autonomamente i testi della tradizione. OBIETTIVI FORMATIVI SPECIFICI: L’insegnamento si propone due obiettivi formativi specifici: 1) trasmettere una visione sistematica del linguaggio della prosa italiana, nella sua evoluzione diacronica (dalle origini alla modernità) e nelle sue diverse componenti formali. 2) analizzare in modo approfondito un filone o un autore significativi per la tradizione linguistica della prosa italiana, mostrando le implicazioni della sua lingua con gli altri elementi del sistema stilistico (strutture narrative, processi argomentativi, impostazione discorsiva). RISULTATI FORMATIVI ATTESI: Al termine del corso si attende che gli studenti siano in grado di applicare sul piano operativo le conoscenze acquisite e, dunque, di procedere in autonomia all’analisi linguistica di un testo in prosa letteraria italiana, intesa quale elemento fondamentale per la sua interpretazione complessiva.

Programma

PROGRAMMA

I due romanzi del 1889. Attraverso la lettura e l’analisi linguistica e stilistica dei romanzi Il piacere e Mastro-don Gesualdo (pubblicati entrambi nel 1889) il corso intende far emergere le caratteristiche proprie della narrativa del Decadentismo e del Verismo, che in Italia si sviluppano parallelamente e con esiti molto diversi.
I due romanzi di d’Annunzio e Verga verranno confrontati con testi precedenti dei due autori (rispettivamente, Le vergini delle rocce e Tigre reale) per evidenziare l’evoluzione della loro prosa.

BIBLIOGRAFIA

Lettura integrale dei seguenti testi:
Gabriele d’Annunzio, Il piacere (qualsiasi edizione)
Gabriele d’Annunzio, Terra vergine (qualsiasi edizione)
Giovanni Verga, Mastro-don Gesualdo (edizione consigliata: Einaudi 1992 e ristampe successive, con introduzione e note di Giancarlo Mazzacurati)
Giovanni Verga, Tigre reale

Studi:
Maurizio Dardano, Romanzo, in Storia dell’italiano scritto. II. La prosa letteraria, a cura di Giuseppe Antonelli, Matteo Motolese, Lorenzo Tomasin, Roma, Carocci 2014, pp. 359-420.
Giancarlo Alfano, L’anno 1889, in Il romanzo in Italia. II. L’Ottocento, a cura di Giancarlo Alfano e Francesco de Cristofaro, Roma, Carocci 2018, pp. 307-21.
Gian Luigi Beccaria, Figure ritmico-sintattiche della prosa dannunziana, in Id., L’autonomia del significante. Figure del ritmo e della sintassi in Dante, Pascoli, D’Annunzio, Torino, Einaudi 1989, pp. 285-318.
Angelo Piero Cappello, Gabriele d’Annunzio, la questione della lingua e l’italiano contemporaneo, in D’Annunzio e la lingua italiana d’oggi, 42° Convegno nazionale di studi, 26-28 novembre 2015, «Rassegna Dannunziana», a. XXXIV, n. 69-71 (2018), pp. 54-97.
Francesco Bruni, Sulla lingua del Mastro-don Gesualdo, in Id., Prosa e narrativa dell’Ottocento. Sette studi, Firenze, Franco Cesati 1999, pp. 235-92.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Gian Luigi Beccaria Figure ritmico-sintattiche della prosa dannunziana, in Id., L’autonomia del significante. Figure del ritmo e della sintassi in Dante, Pascoli, D’Annunzio, pp. 285-318 Einaudi 1989
Angelo Maria Cappello Gabriele d’Annunzio, la questione della lingua e l’italiano contemporaneo, in D’Annunzio e la lingua italiana d’oggi, 42° Convegno nazionale di studi, 26-28 novembre 2015, «Rassegna Dannunziana», a. XXXIV, n. 69-71 (2018), pp. 54-97 2018
Giancarlo Alfano L'anno 1889, in Il romanzo in Italia. II. L’Ottocento, a cura di Giancarlo Alfano e Francesco de Cristofaro, pp. 307-21 Carocci 2018
Maurizio Dardano Romanzo, in Storia dell’italiano scritto. II. Prosa letteraria, pp. 359-420 Carocci 2014
Francesco Bruni Sulla lingua del Mastro-don Gesualdo, in Id., Prosa e narrativa dell’Ottocento. Sette studi, pp. 235-92. Franco Cesati 1999

Modalità d'esame

L’esame è in forma orale ed è inteso ad accertare le conoscenze relative agli argomenti trattati durante il corso e la capacità di analisi e interpretazione dei testi.