Diritto della comunicazione (p) (2020/2021)

Codice insegnamento
4S02224
Docente
Mattia Cavaleri
Coordinatore
Mattia Cavaleri
crediti
6
Settore disciplinare
IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
CuCi IA, CuCi IB

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Il corso si prefigge l’obiettivo di introdurre gli studenti all'apprendimento degli strumenti giuridici di base e dei principi generali fondanti l’ordinamento giuridico nazionale, con particolare riferimento alla libertà di espressione, alla libertà di stampa ed alla libertà di informazione. Uno spazio sarà dedicato anche all’ordinamento comunitario. Il corso, tenuto conto del fatto che trattasi del primo insegnamento in ambito strettamente giuridico che gli studenti si trovano ad affrontare, prevede una parte introduttiva che fornisce ai discenti le nozioni giuridiche di base propedeutiche per la comprensione delle nozioni più specialistiche. Nello specifico si analizzeranno le normative, anche di natura deontologica, che si sono succedute nel tempo, così da fornire gli elementi fondamentali per la comprensione della regolamentazione giuridica della comunicazione. Il corso permette agli studenti di acquisire conoscenza del panorama normativo settoriale e dei limiti che incontrano la libertà di espressione ed il diritto di cronaca costituzionalmente garantiti

Programma

Programma del corso:

A) Parte generale:

- introduzione alla materia giuridica, con specifico riferimento ai concetti di norma giuridica, di ordinamento giuridico e di posizione soggettiva sostanziale.

- Forme di stato e forme di governo.

- L’Unione Europea.

- Le fonti del diritto.

- La Corte costituzionale.

- L’organizzazione della Pubblica Amministrazione.

B) Parte speciale:

- Il principio di libertà di manifestazione del pensiero e di espressione; la libertà di stampa e di informazione; il diritto di cronaca, critica e satira.

- La disciplina della stampa

- L’ordinamento della professione di giornalista: diritti e doveri del giornalista; legislazione e normativa regolamentare e deontologica; le responsabilità del giornalista.

- La disciplina del sistema radiotelevisivo.

- La disciplina della cinematografia e del teatro.

- I finanziamenti dello spettacolo.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Bin R. - Pitruzzella C. Diritto costituzionale (Edizione 21) G. Giappichelli 2020 9788892129900 Il Docente indicherà le parti del volume facenti parte del programma d'esame
Caretti Paolo, Carbone Andrea Diritto dell'informazione e della comunicazione nell'era della convergenza Il Mulino 2019 Il Docente indicherà le parti del volume facenti parte del programma d'esame
Gardini G. Le regole dell'informazione. L'era della post-verità G. Giappichelli 2017 Il Docente indicherà le parti del volume facenti parte del programma d'esame

Modalità d'esame

In condizioni ordinarie, la modalità di esame è la seguente:
prova scritta, volta all’accertamento del livello di conoscenza delle diverse parti del programma.
La prova prevede, di norma, l'indicazione di quattro tracce-domande, a risposta aperta - e, se del caso, anche chiusa - da svilupparsi a cura del candidato, al fine di valutarne il livello di conoscenza del programma, tenendo conto delle capacità espositive e della proprietà di linguaggio anche sotto il profilo dell'utilizzo della terminologia tecnico-giuridica.
La prova può avere durata tra un'ora e mezza e due ore circa.
La modalità d’esame è la medesima per gli studenti frequentanti e non frequentanti