Storia medievale, del cristianesimo e delle chiese - STORIA MEDIEVALE (2019/2020)

Codice insegnamento
4S001216
Docente
Marco Stoffella
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem 2A dal 17-feb-2020 al 28-mar-2020.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Approfondire uno o più aspetti o temi specifici della società medievale attraverso la lettura e il commento, orale e scritto, di fonti di varia tipologia e la lettura e la discussione di rilevanti apporti storiografici. Far acquisire allo studente gli strumenti metodologici e critici necessari per l’avvio di un lavoro di ricerca autonomo.

Obiettivi e risultati di apprendimento attesi
Si tratta di un modulo dell’insegnamento integrato di Storia Medievale, del Cristianesimo e delle Chiese. Esso ha come primo obiettivo quello di far comprendere allo studente le complessità della ricerca storica; permette inoltre di acquisire parte degli strumenti utili a svolgere ricerche autonome e percorsi di approfondimento individuali.
L’insegnamento si prefigge di far raggiungere agli studenti le seguenti conoscenze:
- conoscenza a livello generale dell’organizzazione politica e sociale europea tra V e XV secolo;
- conoscenza dell’attuale dibattito storiografico sul tema “Comunità cittadine e rurali nell’Italia longobarda e carolingia”.
Il corso intende consentire il raggiungimento da parte degli studenti delle seguenti abilità:
- capacità di distinguere diverse tipologie di fonti medievali;
- capacità di analizzare autonomamente, in versione originale, le fonti che si riferiscono al tema specifico del corso;
- capacità di analizzare autonomamente saggi della medievistica nelle principali lingue moderne;
- capacità di scrivere brevi papers sulle tematiche affrontate o su argomenti affini a quelli dell’argomento del corso.

Prerequisiti
Per seguire i temi affrontati sono necessarie conoscenze di base della storia politica e sociale dell’età medievale. E’ auspicata, ma non è necessaria, una conoscenza di base del latino tale da permettere la lettura e la comprensione delle fonti presentate a lezione; di queste sarà fornita una traduzione in una delle principali lingue europee contemporanee; diversamente le fonti saranno tradotte e commentate dal docente a lezione.

Programma

COMUNITÀ CITTADINE E RURALI NELL’ITALIA LONGOBARDA E CAROLINGIA
Le lezioni introduttive saranno dedicate alla presentazione del dibattito storiografico sul tema, con uno sguardo più ampio all’intero periodo medievale; in una di queste lezioni il docente sarà affiancato dalla Prof. Wendy Davies, emerita dell'UCL e dell'Università di Oxford e visiting professor presso il Dipartimento di Culture e Civiltà. In quelle successive l’attenzione sarà focalizzata sul ruolo delle comunità nelle società dell’Italia longobarda e carolingia, con particolare attenzione alla parte centro-settentrionale della penisola attraverso un dossier di fonti che sarà analizzato e discusso in modo seminariale. La parte finale dell’insegnamento sarà dedicato agli aspetti culturali e al ruolo svolto da alcune comunità in questo rispetto. Particolare attenzione sarà data ad alcuni aspetti legati alla cultura materiale, e alle produzioni/riproduzioni e trasmissioni di testi o di opere di carattere storico, giuridico e scientifico durante il periodo preso in esame. Gli studenti si cimenteranno con l’analisi di fonti originali e saranno loro fornite informazioni di base per poterne comprendere la rilevanza. Nel corso dell’ultima settimana d’insegnamento sono previste tre uscite didattiche, parte delle quali si svolgeranno in lingua inglese con la presenza di alcuni studenti della Freie Universität, Berlino e del Prof. Dr. Stefan Esders. Una delle uscite sarà dedicata a Verona, ad alcuni suoi monumenti e alla Biblioteca Capitolare; una seconda meta è individuata nella città di Brescia e ad alcune evidenze architettoniche; una terza meta riguarderà Lucca e l’Archivio Storico Diocesano. Gli aspetti organizzativi legati alle uscite didattiche verranno discussi e comunicati ai soli frequentanti in occasione della prima lezione: gli interessati sono invitati a contattare il docente per mail entro il 25 agosto, in modo da permettere al docente di cercare dei co-finanziamenti per l'uscita a Lucca e dei preventivi vantaggiosi.

Metodi didattici e attività di apprendimento richieste allo studente

L’insegnamento avrà carattere seminariale, con lezioni frontali, discussioni di gruppo e esercitazioni e sarà basato sul commento e l’interpretazione di proposte storiografiche recenti, nonché sul confronto diretto con le fonti.
Dopo aver acquisito un quadro storico e storiografico generale, durante il corso gli studenti potranno provare ad analizzare autonomamente o a piccoli gruppi, organizzati per competenze, alcune tra le fonti proposte. Una volta impratichitisi con l’approccio alle fonti edite, nella terza parte del corso i frequentanti avranno la possibilità di lavorare sulla documentazione originale in vista delle uscite didattiche. Gli studenti potranno cimentarsi singolarmente o a gruppi con la scrittura di brevi saggi su degli argomenti legati alle escursioni previste i cui contenuti potranno essere illustrati in occasione delle visite fuori sede.

LETTURE PER TUTTI GLI STUDENTI
È imprescindibile la conoscenza approfondita di un buon manuale di storia medievale. Per questo motivo sono consigliati tre manuali con un taglio differente tra loro: il classico manuale di G. VITOLO, Medioevo. I caratteri originali di un’età di transizione, Milano, Sansoni, 2000; i più recenti T. LAZZARI, G. ALBERTONI, Introduzione alla storia medievale, Bologna, il Mulino, 2015; A. ZORZI, Manuale di storia medievale, Novara, Utet, 2016.
A tutti coloro che possiedono già delle conoscenze di base si consiglia il volume di R. BORDONE, G. SERGI, Dieci secoli di medioevo, Torino, Einaudi, 2009. Oltre allo studio del manuale, e a completamento della formazione generale, è previsto lo studio di 7 capitoli a scelta dal volume: Storia Medievale, Roma, Donzelli, 1998.
LETTURE PER GLI STUDENTI FREQUENTANTI
Sono parte del programma d’esame DUE volumi a scelta tra i seguenti testi, di cui uno dovrà essere inerente il programma d’esame:
P. BROWN, Il riscatto dell’anima. Aldilà e ricchezza nel primo cristianesimo occidentale, Torino, Einaudi, 2016; S. GASPARRI, C. LA ROCCA, Tempi barbarici. L’Europa occidentale tra antichità e medioevo (300-900), Roma, Carocci, 2012; G. HALSALL, Barbarian Migrations and the Roman West (376-568), Cambridge, Cambridge University Press, 2007; P.J. GEARY, Il mito delle nazioni. Le origini medievali dell’Europa, Roma, Carocci, 2009; C. WICKHAM, L’eredità di Roma. Storia d’Europa dal 400 al 1000 d.C., Roma-Bari, Laterza, 2014; J.M.H. Smith, L’Europa dopo Roma, Una nuova storia culturale 500-1000, Bologna, Il Mulino, 2008; M. MEIER, Giustiniano, Bologna, Il Mulino, 2007; S. GASPARRI, Italia longobarda. Il regno, i Franchi, il papato, Roma-Bari, Laterza, 2012; S. COSENTINO, Storia dell’Italia bizantina (VI-XI secolo). Da Giustiniano ai Normanni, Bologna, Bononia University Press, 2008; P. CAMMAROSANO, Storia dell’Italia medievale. Dal VI all’XI secolo, Roma-Bari, Laterza, 2001; P. CAMMAROSANO, Nobili e re. L’Italia politica dell’alto medioevo, Bari, Laterza, 1999; R. MCKITTERICK, History and Memory in the Carolingian World, Cambridge, Cambridge University Press, 2004; R. MCKITTERICK, Charlemagne. The formation of a European Identity, Cambridge, Cambridge University Press, 2008; A. BARBERO, Carlo Magno. Un padre dell’Europa, Roma-Bari, Laterza, 2000; T. LAZZARI, Le donne nell’alto Medioevo, Milano-Torino, Bruno Mondadori, 2010; M. COSTAMBEYS, M. INNES, S. MACLEAN, The Carolingian World, Cambridge, Cambridge University Press, 2011; S. PATZOLD, C. van RHIJN (eds.), Men in the Middle. Local Priests in early Medieval Europe, Berlin, De Gruyter, 2016; S. GASPARRI, Voci dai secoli oscuri. Un percorso nelle fonti dell’alto medioevo, Roma, Carocci, 2017; S. GASPARRI, Desiderio, Roma, Salerno, 2019; H. KELLER, Gli Ottoni. Una dinastia imperiale fra Europa e Italia (secc. X e XI), Roma, Carocci, 2012; A.A. SETTIA, Castelli medievali, Bologna, Il Mulino, 2017; L. PROVERO, L’Italia dei poteri locali. Secoli X-XII, Roma, Carocci, 1998; G. ALBERTONI, L. PROVERO, Il feudalesimo in Italia, Roma, Carocci, 2003; N. D’ACUNTO, ‪L'età dell'obbedienza‬: ‪papato, impero e poteri locali nel secolo XI, Napoli, Liguori, 2007; G. ALBERTONI, Vassalli, feudi, feudalesimo, Roma, Carocci, 2015; C. WICKHAM, Sonnambuli verso un nuovo mondo. L’affermazione dei comuni italiani nel XII secolo, Roma, Viella, 2017; A. AUGENTI, Archeologia dell’Italia medievale, Roma-Bari, Laterza, 2016; G. SERGI, Antidoti all’abuso della storia. Medioevo, medievisti, smentite, Napoli, Liguori, 2010.‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬

LETTURE PER GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI:
Sono parte del programma d’esame TRE volumi a scelta tra i testi sopra riportati, di cui DUE inerenti i temi affrontati durante il corso.

DOSSIER DI FONTI: solo per gli studenti frequentanti, saranno distribuiti dal docente a lezione e in formato elettronico.

LETTURA DI SAGGI O ANALISI DI UN PICCOLO CORPUS DI FONTI PER L’ELABORATO PERSONALE: è possibile redigere un breve saggio individualmente o in un piccolo gruppo per approfondire degli argomenti inerenti il corso. La scrittura di un saggio sostituisce la lettura di uno dei due volumi obbligatori. Maggiori informazioni saranno fornite agli interessati durante le prime lezioni; i non frequentanti potranno chiedere informazioni a ricevimento oppure tramite mail.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Sergi, Giuseppe Antidoti all’abuso della storia. Medioevo, medievisti, smentite Liguori 2010
Augenti, Andrea Archeologia dell’Italia medievale Laterza 2016
Halsall, Guy Barbarian Migrations and the Roman West (376-568) Cambridge University Press 2007
Barbero, Alessandro Carlo Magno. Un padre dell’Europa Laterza 2000
Settia, Angelo A. Castelli medievali Il Mulino 2017
McKitterick, Rosamond Charlemagne. The formation of a European Identity Cambridge University Press 2008
Gasparri, Stefano Desiderio Salerno 2019
Bordone Renato, Sergi Giuseppe Dieci secoli di medioevo Einaudi 2009
Meier, Misha Giustiniano Il Mulino 2007
Keller, Hagen Gli Ottoni. Una dinastia imperiale fra Europa e Italia (secc. X e XI) Carocci 2012
Rosamond McKitterick History and Memory in the Carolingian World Cambridge University Press 2004 0 521 53436 4
Albertoni Giuseppe, Provero Luigi Il feudalesimo in Italia Carocci 2003
Geary, Partick J. Il mito delle nazioni. Le origini medievali dell’Europa Carocci 2009
Brown, Peter Il riscatto dell’anima. Aldilà e ricchezza nel primo cristianesimo occidentale Einaudi 2016
Lazzari Tiziana, Albertoni Giuseppe Introduzione alla storia medievale Il Mulino 2015
Gasparri, Stefano Italia longobarda. Il regno, i Franchi, il papato Laterza 2012
Lazzari, Tiziana Le donne nell’alto Medioevo Bruno Mondadori 2010 8861592198
Wickham, Chris L’eredità di Roma. Storia d’Europa dal 400 al 1000 d.C. Laterza 2014
Zorzi, Andrea Le signorie cittadine in Italia (secoli XIII-XV) Bruno Mondadori 2010 9788861592230
D'Acunto Nicolangelo L'età dell'obbedienza‬: ‪papato, impero e poteri locali nel secolo XI Liguori 2007
Smith, Julia M.H. L’Europa dopo Roma, Una nuova storia culturale 500-1000 Il Mulino 2008
Provero, Luigi L’Italia dei poteri locali. Secoli X-XII Carocci 1998
Vitolo, Giovanni Medioevo. I caratteri originali di un’età di transizione Sansoni 2000
Patzold Steffen, Van Rhjn Carine (eds) Men in the Middle. Local Priests in early Medieval Europe De Gruyter 2016
Cammarosano, Paolo Nobili e re. L’Italia politica dell’alto medioevo Laterza 1999
Chris Wickham Sonnambuli verso un nuovo mondo. L’affermazione dei comuni italiani nel XII secolo Viella 2017 9788867286546
Cosentino, Salvatore Storia dell’Italia bizantina (VI-XI secolo). Da Giustiniano ai Normanni Bononia University Press 2008
Cammarosano, Paolo Storia dell’Italia medievale. Dal VI all’XI secolo Laterza 2001
Vari Storia Medievale Donzelli 1998
Gasparri Stefano, La Rocca Cristina Tempi barbarici. L’Europa occidentale tra antichità e medioevo (300-900) Carocci 2012
Costambeys Marios, Innes Matthew, MacLean Simon The Carolingian World Cambridge University Press 2011
Albertoni, Giuseppe Vassalli, feudi, feudalesimo Carocci 2015
Gasparri, Stefano Voci dai secoli oscuri. Un percorso nelle fonti dell’alto medioevo Carocci 2017

Modalità d'esame

L’obiettivo del colloquio finale individuale consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obietti formativi indicati.
L’esame si svolgerà esclusivamente in forma orale e sarà costituito da due momenti distinti: nel primo lo studente dovrà rispondere a domande finalizzate alla verifica dell’acquisizione di conoscenze generali inerenti l’intera storia medievale sulla base di quanto acquisto tramite lo studio individuali di manuali e letture di carattere generale. Solo dopo aver accertato positivamente l’acquisizione e la conoscenza degli aspetti generali si potrà procedere alla seconda parte dell’esame, dedicata alla verifica dell’acquisizione dei contenuti tratti dalle letture scelte individualmente. Lo studente potrà alternativamente presentare e discutere un paper dedicato a un argomento inerente il corso e precedentemente concordato col docente (max. 10 pagine = 20.000 battute). A seconda dell’argomento e della consistenza dell’elaborato, esso potrà parzialmente sostituire una lettura individuale; il paper, il cui argomento sarà preventivamente concordato con il docente, dovrà essere inviato almeno 3 giorni lavorativi prima della prova d’esame per e-mail. Nel caso di una consegna immediatamente a ridosso dell’appello il docente si riserva la possibilità di non valutare l’elaborato. Sarà infine premiato chi sceglierà testi in lingua inglese tra le letture a scelta.
L’esito della valutazione del modulo di Storia medievale non potrà essere verbalizzato se non al completamento dell’intero insegnamento integrato e delle sue prove; il voto finale sarà formulato sulla base della media aritmetica delle due prove e sarà registrato esclusivamente dalla Prof. Maria Clara Rossi una volta completati i 12 cfu e prenotata la verbalizzazione per il modulo erogato dalla medesima docente.

Altre Informazioni
E’ auspicata la frequenza. Gli studenti non frequentanti dovranno contattare il docente via mail o a ricevimento prima di presentarsi all’esame al fine di evitare equivoci e per concordare l’eventuale argomento dell’elaborato personale.