Storia moderna (i) (2005/2006)

Corso disattivato

Codice insegnamento
4S01288
Docente
Alessandro Arcangeli
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-STO/02 - STORIA MODERNA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
2° sem dal 20-feb-2006 al 31-mag-2006.

Orario lezioni

2° sem
Giorno Ora Tipo Luogo Note
martedì 15.40 - 17.20 lezione Aula 1.1  
mercoledì 15.40 - 17.20 lezione Aula 1.1  

Obiettivi formativi

conoscenza della storia generale dal 1450 al 1815, con particolare attenzione per la storia culturale europea.

Programma

Prerequisiti: conoscenza, a livello scolastico, dei lineamenti principali della storia moderna.

Contenuto del corso: introduzione metodologica e storiografica, seguita dalla presentazione di una scelta significativa di temi e problemi di storia moderna.

Testi di riferimento:
1. Roberto Bizzocchi, Guida allo studio della storia moderna, Laterza, Roma-Bari 2002, pp. 1-122 (NB – trattandosi di opera concepita per “integrare il manuale”, lo studente dovrà consultare un buon libro di testo delle scuole superiori ogni volta che il riferimento a fatti che non conosce o non ricorda glielo richieda).
2. Uno a scelta fra i seguenti libri, i cui temi e metodi verranno illustrati dal docente nella seconda parte del corso:
a. Peter Burke, Linguaggi e comunità nell’Europa moderna, il Mulino, Bologna 2006;
b. Lorraine Daston e Katharine Park, Le meraviglie del mondo. Mostri, prodigi e fatti strani dal Medioevo all’Illuminismo, Carocci, Roma 2000;
c. Natalie Zemon Davis, Il dono: vita familiare e relazioni pubbliche nella Francia del Cinquecento, Feltrinelli, Milano 2002;
d. Ottavia Niccoli, Rinascimento anticlericale, il Mulino, Bologna 2005;
e. Adriano Prosperi, Dare l’anima: storia di un infanticidio, Einaudi, Torino 2005.

Metodi didattici: lezioni frontali ed esercitazioni.

Modalità d'esame

questionario scritto (concernente sia il manuale, sia il libro a scelta), integrato da colloquio orale di discussione dei risultati. Fra le due parti della prova non c’è distinzione di programma.