Letteratura latina a (i) (2007/2008)

Corso disattivato

Orario lezioni

Obiettivi formativi

conoscenza della letteratura latina sia nelle sue problematiche fondamentali (con particolare riguardo ai generi letterari) sia in alcune sue opere particolarmente significative; acquisizione delle capacità di base per un’analisi linguistica e storico-letteraria dei testi prosastici e poetici latini.

Programma

Prerequisiti: conoscenze di base della lingua latina.

Contenuto del corso: la letteratura latina ed i generi letterari; caratterizzazione contrastiva, con brevi campioni di testo, dei generi più importanti; lettura e commento linguistico e storico- letterario del Laelius vel de amicitia di Cicerone (§§ 18-66).

Testi di riferimento:
1. A. Cavarzere, A. De Vivo, P. Mastandrea, Letteratura latina. Una sintesi storica, Roma, Carocci, 2003; traduzione dei seguenti testi (di cui verrà fornita una dispensa): T. M. Plautus, Asinaria vv. 267-307; L. Accius, Brutus vv. 17-38 (edizione D’Antò, Lecce 1980); P. Vergilius Maro, Aeneis XII vv. 1-46; Q. Horatius Flaccus, Saturae I 1 vv. 1-53; S. Propertius, Elegiae I 1; Petronius Arbiter, Satyricon 37,1 – 38, 16;
2. M. T. Cicerone, L’amicizia, introduzione e note di E. Narducci, trad. di C. Saggio, Milano, Rizzoli (BUR), 1988 e successive ristampe (traduzione dei §§ 18-66); R. Raccanelli, L’amicitia nelle commedie di Plauto, Bari, Edipuglia, 1998, pp. 7-68.

Metodi didattici: lezioni frontali.

N.B. E’ presupposta e verrà verificata in sede di esame la conoscenza della morfologia, della sintassi e del lessico di base della lingua latina. Chi non avesse tali conoscenze preliminari è invitato a frequentare il Tutorato di latino e/o a sostenere le relative prove di verifica (il cui superamento comporta l’acquisizione di 3 crediti del settore F), durante il primo anno, prima di iniziare la frequenza degli insegnamenti del gruppo L-FIL-LET/04 (Letteratura latina, Grammatica latina, Storia della lingua latina).

Modalità d'esame

colloquio orale condotto in parte direttamente sui testi latini.