Storia dell'arte veneta (m) (2019/2020)

Codice insegnamento
4S000938
Docente
Alessandra Zamperini
Coordinatore
Alessandra Zamperini
crediti
6
Settore disciplinare
L-ART/02 - STORIA DELL'ARTE MODERNA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem 1A dal 23-set-2019 al 31-ott-2019.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Fornire gli strumenti per affrontare l’analisi della ritrattistica veneta del XVI e del XVII secolo; in particolar modo l’acquisizione di una chiave di lettura iconografica e iconologica, che, secondo un approccio interdisciplinare, si confronti con fonti storico-artistiche, storiche e letterarie.

Programma

Il corso intende fornire gli strumenti per analizzare lo sviluppo stilistico e i temi di base nella scultura di Antonio Canova (1757-1822). In particolar modo, saranno privilegiati: lo studio dell'evoluzione formale con l'ausilio di confronti; la lettura iconografica e iconologica, secondo un approccio interdisciplinare, con fonti storico-artistiche, storiche e letterarie.
Il corso si propone inoltre di evidenziare l’importanza di Canova nella scultura europea, analizzando le relazioni dell'artista con la cultura contemporanea, non solo in ambito figurativo.

L'obiettivo del corso è di fornire agli studenti gli strumenti fondamentali per riconoscere le principali strutture culturali della scultura di Canova nell’ambito del Neoclassicismo; riconoscere le iconografie prevalenti nel catalogo dello scultore; affrontare criticamente i problemi connessi alle interpretazioni; riconoscere le fonti essenziali. Durante il corso, gli studenti sono costantemente invitati a verificare direttamente sulle opere d'arte (le cui immagini sono proposte a lezione e caricate sulla piattaforma elearning) la validità di quanto appreso; inoltre, gli studenti sono invitati a prendere atto e ad esprimersi sulle problematiche insite in alcune opere d'arte, in modo che possano sviluppare autonome capacità di analisi e di autonoma revisione dei concetti appresi.

Il contesto veneto e italiano della seconda metà del Settecento e il Neoclassicismo.
Antonio Canova (Possagno, 1757- Venezia, 1822):
1. La formazione e i lavori degli esordi.
2. I committenti: a Venezia; in Italia; in Europa, con particolare riferimento ai Bonaparte e agli Asburgo.
3. Il rapporto con l’arte classica nel Neoclassicismo e in Canova.
4. Il significato delle opere: motivi innovativi, celebrazione della committenza, gusto collezionistico.
All'inizio delle lezioni verrà fornita ulteriore bibliografia, oltre a quella già indicata.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Marco Fabio Apolloni Canova Giunti 1996 9788809761643 Il testo vale come supporto per una prima visione generale su Canova; altre edizioni sono ammesse
Sergej Androsov, Mario Guderzo, Giuseppe Pavanello (curatori) Canova Skira 2003 9788831756945 pp. 7-11; 13-19; 21-29; 67-75; 93-107; 162-205; 329-343; 347-409. P.S.: sono incluse pagine intere solo di immagini.
Giuseppe Pavanello Dentro l'urne confortate di pianto. Antonio Canova e il Monumento funerario di Maria Cristina d'Austria Scripta - Fondazione Cini Onlus 2012 9788896162446
Ferdinando Mazzocca - Manlio Pastore Stocchi (curatori) La gloria di Canova Istituto di Ricerca per gli Studi su Canova e il Neoclassicismo 2007 9788890288500 pp. 7-16; 53-57; 111-119
Autori vari La mano e il volto. Nobile semplicità, serena grandezza Canova Edizioni 2008 9788884092083 pp. 17-29; 73-84; 93-97
Giuseppe Pavanello - Dino Carpanetto La Venere di Canova. Paolina Borghese Bonaparte Utet 2012

Modalità d'esame

Esame orale. Lo studente dovrà dimostrare di riconoscere e descrivere i principali elementi culturali e formali delle opere di Antonio Canova commentate nel corso; le principali iconografie, le loro fonti tipologiche e letterarie.