Analisi dei testi antichi e pragmatica della comunicazione

Data inizio
1 giugno 2004
Durata (mesi) 
36
Responsabili (o referenti locali)
Ricottilli Licinia

La ricerca si varrà, oltre che delle metodologie tradizionali (analisi filologica, linguistica, stilistica, storico – letteraria, etc.), di un un metodo d’indagine nuovo, ma già applicato ad altri testi antichi, fra cui quello plautino (L. Ricottilli, Strategie relazionali e `ridefinizione’ di un progetto di matrimonio nell’Aulularia (vv. 120-176), in Lecturae Plautinae Sarsinates III Aulularia, a cura di R.Raffaelli e A. Tontini, Quattroventi, Urbino 2000, pp. 31-48) e quello virgiliano (L. Ricottilli, Gesto e parola nell’ Eneide, Bologna 2000), e compatibile con le teorie grammaticali e retoriche degli antichi, e cioè la pragmatica della comunicazione. Si tratta di un metodo di analisi che si concentra sulle relazioni fra i personaggi, e sulle forme, linguistiche e non linguistiche che esprimono tali relazioni. Secondo quest’ottica, il personaggio non viene più considerato e valutato di per sé, come una entità isolata, ma nei mutamenti e negli equilibri relazionali che instaura con gli altri personaggi. Sui presupposti teorici della pragmatica della comunicazione, si vedano Watzlawick – Helmick Beavin – Jackson 1972 = P. Watzlawick, J. Helmick Beavin, D.D. Jackson, Pragmatica della comunicazione umana. Studio dei modelli interattivi, delle patologie e dei paradossi, trad. it., Roma 1971 (New York 1967).

Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Collaboratori esterni

Renata Raccanelli
Università di Verona Linguistica letteratura Scienze della comunicazione titolare di contratto
Pubblicazioni
Titolo Autori Anno
Conversatio. Rapporto interpersonale e comunicazione teatrale in Terenzio, pp. 1-191. Licinia Ricottilli 2004

Attività

Strutture