Forme della comunicazione politica in una città medievale. Il sistema delle fonti (documentarie, epigrafiche, cronistiche) (continuazione, anno 2003)

Data inizio
1 luglio 2003
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Culture e Civiltà
Responsabili (o referenti locali)
Varanini Gian Maria

Il progetto di ricerca prevede l’approfondimento delle modalità seguite dai regimi politici di una città del tardo medioevo per l’elaborazione di un messaggio politico e la creazione o il mantenimento di un consenso. Tale approfondimento sarà svolto mediante un preliminare censimento di fonti di diversa tipologia, una successiva analisi delle interrelazioni esistenti fra tali tipologie e una analisi (ancora successiva) delle modalità di ricezione del messaggio politico da parte dei destinatari (i cittadini medesimi da un lato, altre istituzioni politiche dall’altro). Saranno inoltre analizzate le interrelazioni con le forme di comunicazione non verbale (visiva, rituale, cerimoniale). L’esempio scelto è quello di Verona in età comunale e scaligera.Ci si propone in particolare la pubblicazione del manoscritto "Eloquium super arengis" di Ivano di Bonafine de Berinzo, cancelliere di Cangrande I della Scala, un importante manuale di cancelleria inedito del XIV secolo conservato alla Beinecke Library di Yale (USA. Parte della ricerca (quella avente per oggetto le fonti epigrafiche) sarà svolta in collaborazione con l’insegnamento di Paleografia e diplomatica dell’Università di Verona, Dipartimento di Scienze storiche artistiche e geografiche





Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Gian Maria Varanini
Professore ordinario

Collaboratori esterni

Elena Banterla
Venezia laureata in epigrafia medievale
Andrea Brugnoli
Centro di documentazione per la storia della Valpolicella laureato in storia

Attività

Strutture