Corsi di laurea magistrale

Offerta formativa attuale

Laurea magistrale in Editoria e giornalismo
Il corso di laurea magistrale si propone di offrire un’adeguata preparazione nel settore oggi in rapida espansione dell'editoria e del giornalismo nelle sue più diverse espressioni (dalla carta stampata alla radio e alla televisione, così come nei new media), con particolare riguardo al campo dell'innovazione tecnologica, della multimedialità, nonché degli scenari internazionali del commercio del libro e degli altri prodotti editoriali. Il corso intende inoltre fornire un'adeguata preparazione professionale di base nel settore più generale delle relazioni pubbliche, nel quale si assiste sempre più all'emergere di nuove figure professionali alle quali viene affidato il compito di monitorare le comunicazioni con il pubblico, sia nel campo istituzionale come in quello delle aziende private.

► Dati statistici del corso di studi su opinione degli studenti, carriera universitaria e sbocchi occupazionali
 
Laurea magistrale in Linguistics

Il corso offre una preparazione avanzata nelle scienze del linguaggio, generali e applicate.
Interamente impartito in lingua inglese e nelle rispettive lingue della linguistica d'area (francese, spagnolo, tedesco, russo e italiano), rappresenta un percorso formativo internazionale in grado di contraddistinguersi nel panorama universitario italiano anche per la particolare attenzione alla dimensione europea. L’offerta formativa è arricchita dalla presenza di docenti stranieri invitati a tenere moduli nell’ambito di un’offerta didattica interdipartimentale, incentrata sulle linguistiche, ma fortemente orientata ad un approccio interdisciplinare.
Il laureato magistrale sarà in grado di approfondire teorie e metodi di indagine per lo studio scientifico del linguaggio in tutte le sue manifestazioni, anche per un loro uso applicativo, in relazione all'italiano e alle principali lingue europee, nonché alle lingue antiche; sarà in possesso di un ampio bagaglio di conoscenze utili per il proseguimento degli studi nell’ambito dei Dottorati di Ricerca e dei Master di secondo livello; e possederà le competenze linguistico-glottodidattiche per concorrere alla selezione per l’accesso al percorso abilitante per l’insegnamento dell’italiano come lingua seconda (Classe di concorso A23).
Per il raggiungimento di tali competenze, il percorso didattico prevede lo studio delle scienze linguistiche e un'ampia scelta di discipline filologiche e letterarie e di insegnamenti di area psicologica, filosofica e statistico-computazionale. A supporto della didattica tradizionale, sono altresì proposti attività seminariali e laboratori di linguistica sperimentale. 

Il corso si propone di formare laureati con un elevato livello di conoscenza delle teorie linguistiche, delle relative metodologie e tecniche di analisi, e che siano in grado di applicarle in svariati ambiti lavorativi, grazie all’acquisizione di una profonda consapevolezza del funzionamento del linguaggio ai fini di ricerca, di didattica e di consulenza nell'analisi di materiali scritti o parlati. Possibili sbocchi lavorativi per i laureati magistrali in Linguistics, proiettabili anche in ambito internazionale, concernono le attività di consulenza linguistica in vari ambiti, dalla redazione di testi alle attività di cooperazione internazionale, alle politiche di integrazione linguistica degli immigrati, alla gestione del plurilinguismo, infine alla progettazione e valutazione di strumenti informatici per il trattamento di corpora linguistici e della comunicazione verbale. 

Per l’iscrizione al corso di studi è richiesto il possesso di 60 crediti formativi universitari in settori scientifici disciplinari (SSD) afferenti alle aree linguistica (di cui 6 CFU obbligatori nel SSD L-LIN/01), filologico-letteraria, storico-filosofica, socio-psicologica, o complementari (ad es. antichistica, geografica, informatica). 
È prevista inoltre la verifica della preparazione personale per chi avesse ottenuto nel corso di sudi precedente un voto al di sotto del 100/110. Tale verifica consiste in un colloquio che verte su argomenti basilari di ambito linguistico sincronico, diacronico e filologico.
È richiesto inoltre il livello di certificazione B1 o equivalente di inglese come competenza linguistica.


Ulteriori informazioni / Further info: https://sites.google.com/site/mastersdegreelinguisticsunivr/home

► Dati statistici del corso di studi su opinione degli studenti, carriera universitaria e sbocchi occupazionali

Laurea magistrale interateneo in Arte
A partire dall’anno accademico 2015/2016 è attivata la nuova laurea magistrale interateneo in Arte (LM 89), per iniziativa congiunta delle Università di Trento e di Verona. Tale iniziativa consolida la collaborazione tra le due sedi già avviata con la Laurea Magistrale di Scienze Storiche (dal 2012-2013) e con quella in Quaternario, Preistoria e Archeologia, allargata anche alle Università di Ferrara e Modena (dal 2014-2015). La struttura interateneo del corso consente di rafforzare e ampliare l’offerta formativa, mettendo in valore risorse e competenze - anche d'ambito scientifico - già attive nei due Atenei.
La gestione amministrativa è svolta a turno dai due Atenei. La sede amministrativa, per i primi tre anni di attivazione del corso (a.a. 2015/16 - 2017-2018) è attribuita all’Università di Verona. Di seguito l’alternanza avrà una cadenza biennale. La gestione amministrativa è svolta a turno dai due Atenei a cadenza biennale:
  • Sede amministrativa a.a. 2015/17 e a.a. 2017/18: Università di Verona
  • Sede amministrativa a.a. 2018/19 e a.a. 2019/20: Università di Trento

Obiettivi formarivi
Il CdS si propone di fornire una formazione avanzata nel campo delle discipline storico artistiche, con attenzione ai diversi ambiti delle arti visive, della musica e dello spettacolo, dal Medioevo al periodo contemporaneo. Obiettivo primario sarà quello di fornire delle solide basi metodologiche e una piena consapevolezza delle coordinate storico-critiche, con rigoroso approccio scientifico, dando attenzione privilegiata alla considerazione delle opere in sé e nel loro contesto spaziale, storico e culturale.
La conoscenza diretta delle opere e l'acquisizione delle metodologie di ricerca saranno facilitate da visite ai complessi monumentali del territorio, nonché da viaggi di studio a musei e monumenti italiani e stranieri. Gli studenti potranno, inoltre, partecipare a iniziative di approfondimento su temi specifici o, anche, sperimentare sul campo le conoscenze acquisite grazie a stage e tirocini presso musei ed enti territoriali preposti alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio artistico.
 
Nel quadro della laurea magistrale interateneo in Arte lo studente potrà costruire il proprio percorso di studio sulla base degli insegnamenti offerti tanto a Trento quanto a Verona.
L’offerta formativa obbligatoria è garantita in entrambe le sedi, mentre quella a scelta consente allo studente di scegliere in rapporto all’indirizzo dato al proprio percorso formativo.
Il percorso formativo nelle discipline caratterizzanti prevede un numero consistente di crediti relativi ai SSD riguardanti le discipline storico-artistiche, ma anche la storia e la legislazione. Già in quest’ambito saranno possibili delle scelte, legate al percorso privilegiato dallo studente, in ambito medievale, moderno o contemporaneo.
Con gli insegnamenti affini e con quello/quelli a scelta dello studente, il percorso formativo potrà essere indirizzato verso settori di approfondimento più specifico.
Lo studente iscritto potrà, infatti, scegliere tra due aree tematiche: quella storico artistica e quella legata alle   discipline della musica e dello spettacolo.
Tale scelta si effettua, in particolare, nel quadro degli insegnamenti offerti nell’ambito degli affini   e, poi, nelle opzioni in ambito D (a scelta dello studente). Per definire il proprio percorso di studio in modo proficuo e mirato, lo studente  dovrà  fare riferimento ai seguenti tutors e dovrà confrontarsi con il docente con il quale deciderà di discutere la tesi di laurea.
 


Università di Trento
Sito:  http://web.unitn.it/lettere/38440/corso-di-laurea-magistrale-in-arte
Contatti sede di Trento
Presidio didattico - Dipartimento di Lettere e Filosofia
via Tommaso Gar, 14 - 38122 Trento
Telefono +39 0461 282983
Fax +39 0461 282982
E-mail: supportostudentilettsoc@unitn.it
 
Referente
Prof.ssa Laura Cavazzini 
email: laura.cavazzini@unitn.it

Università di Verona:

Contatti sede di Verona
UO Didattica Lettere, Arti e Servizio Sociale
via San Francesco 22 - 37129 Verona
Telefono +39 045 8028216
Fax +39 045 8028518
E-mail: didattica.lettere@ateneo.univr.it

Referenti
Area storico – artistica:
Prof.ssa Tiziana Franco
email: tiziana.franco@univr.it

Prof. Valerio Terraroli
email: valerio.terraroli@univr.it

Area musicale e dello spettacolo:
Prof.ssa Simona Brunetti
email: simona.brunetti@univr.it

Prof. Markus Ophalders
email: markus.ophalders@univr.it

► Dati statistici del corso di studi su opinione degli studenti, carriera universitaria e sbocchi occupazionali

 
Laurea magistrale interateneo in Quaternario, preistoria e archeologia
Il corso di laurea magistrale in Quaternario, Preistoria e Archeologia si prefigge di formare figure professionali che abbiano raggiunto: una solida preparazione culturale nella padronanza del metodo scientifico di indagine e delle conoscenze necessarie per l'attuazione della ricerca a carattere archeologico; un'adeguata capacità di analisi delle componenti naturali, sia biotiche che abiotiche, nella prospettiva dell'indagine del rapporto e dell'interazione uomo/ambiente nel corso della preistoria e della storia; la conoscenza degli aspetti scientifici che interessano l'evoluzione dell'Uomo con particolare riguardo ai contenuti naturalistici, sia nella loro prospettiva storica che evoluzionistica, sia nel costante rapporto con le modalità di vita e le strategie di sussistenza adottate dalla nostra specie nel corso del tempo; un solido metodo di analisi e di conoscenza, in un'ottica storicistica, dei processi evolutivi e delle testimonianze materiali lasciate dall'uomo dalla più remota preistoria all'età classica e medievale; la capacità di interpretare e di contestualizzare tutte le fonti documentarie utili alla comprensione delle forme insediative e delle manifestazioni culturali del passato; la conoscenza dei manufatti e degli artefatti antichi intesi nelle loro componenti fisiche e nelle loro valenze immateriali; la capacità di programmare e attuare interventi a carattere interdisciplinare sia in termini di coordinamento che di sviluppo di differenti linee di ricerca nell'ambito delle discipline che caratterizzano la classe; valide basi teoriche e metodologiche e consolidata perizia pratica nell'esecuzione dello scavo stratigrafico; un'adeguata conoscenza e padronanza delle tecniche di archiviazione, di gestione e di analisi delle informazioni riguardanti i contenuti dell'Archeologia e della Preistoria, con specifiche competenze sulle caratteristiche formali e compositive della documentazione materiale e con sviluppo degli aspetti di ordine biologico e abiologico; un'adeguata capacità di intervento nell'ambito delle tecniche di riconoscimento, interpretazione e recupero dei materiali in depositi archeologici.

Calendario didattico CdLM Quaternario, Preistoria e Archeologia - a.a 2018/2019:
PERIODI DIDATTICI a.a. 2018/2019 SESSIONI D’ESAME a.a. 2018/2019
1 semestre 1 ottobre – 21 dicembre 2018 Sessione invernale 7 gennaio – 22 febbraio 2019
2 semestre 25 febbraio – 25 maggio 2019
 
Sessione estiva 27 maggio – 31 luglio 2019
Sessione autunnale 2 settembre – 27 settembre 2019

L’inizio delle lezioni del I semestre per il primo anno è previsto a partire dal 15 ottobre (o nella prima data utile a partire da questa, a seconda dei giorni stabiliti in orario)
L’inizio delle lezioni del secondo anno è previsto per lunedì I ottobre.
 
Per consultare il calendario delle lezioni:
http://www.unife.it/interfacolta/lm.preistoria/studiare/orario-delle-lezioni

Le lezioni della sede di Verona si terranno in videoconferenza o in presenza, nelle aule Betti e Maffei presso il chiostro in via Lungadige Porta Vittoria.

Sito di riferimento persso l'Università di Ferrara:  http://www.unife.it/interfacolta/lm.preistoria

 
Laurea magistrale interateneo in Scienze storiche
E' attivata a partire dall'anno accademico 2012/2013 la nuova laurea magistrale interateneo in Scienze storiche (LM 84), a cui prendono parte congiuntamente l’Università di Trento e quella di Verona. Il nuovo corso di studi corrisponde a un progetto strategico volto a rafforzare la formazione magistrale nel campo storico attraverso la sinergia fra le due università, fra le quali erano già attive da tempo delle collaborazioni. La partecipazione dei due Atenei consente di dar vita a un’offerta didattica più ampia con il coinvolgimento di un maggior numero di docenti e l’attivazione di una più ampia gamma di insegnamenti. La gestione amministrativa è svolta a turno dai due Atenei a cadenza biennale:
  • Sede amministrativa a.a. 2012/13 e a.a. 2013/14: Università di Trento
  • Sede amministrativa a.a. 2014/15 e a.a. 2015/16: Università di Verona
  • Sede amministrativa a.a. 2016/17 e a.a. 2017/18: Università di Trento
  • Sede amministrativa a.a. 2018/19 e a.a. 2019/20: Università di Verona
Primo anno di corso: l’erogazione delle attività formative è tenuta in parallelo in entrambe le sedi universitarie, in modo da consentire agli studenti di scegliere dove frequentare le attività.

Secondo anno di corso: l’erogazione delle attività formative è di norma  ripartita tra le due sedi in relazione al percorso scelto:
  • Antichità e Medioevo (Università di Trento)
  • Società e istituzioni nell’età moderna e contemporanea (Università di Trento)
  • Società e culture dal Medioevo all’età contemporanea (Università di Verona)
In aggiunta, è ora attivo un accordo con la Technische Universität Dresden che consente a una selezione di studenti, che svolgano parte dei loro studi a Dresden e parte a Trento o a Verona, di conseguire la doppia laurea.
 
La laurea magistrale in Scienze storiche è indirizzata allo studio di tutte le forme della memoria, nella continua interrelazione tra le discipline storiche propriamente dette e quelle scienze (un tempo dette ‘ausiliarie’) che si occupano della loro comprensione. Mira pertanto a fornire una alta qualificazione circa le modalità di creazione e di conservazione della memoria: sapere come si usava e come si usa tramandare il ricordo degli avvenimenti e delle opinioni, e distinguere all’interno di quanto ci è giunto tra realtà, finzione e luogo comune. Si impara dunque a esercitare una critica che, sia pure in modo più specializzato, non è altro che l’atteggiamento che dovrebbe guidare ogni cittadino consapevole nei confronti strutture del potere e dei meccanismi dell’informazione. Un corso di studi per chi intende dedicarsi professionalmente all’insegnamento della storia nelle scuole medie e superiori, ma anche un prezioso tassello della formazione di chi vorrà occuparsi di conservazione della memoria (archivisti, bibliotecari), di chi intende operare nella pubblicistica e nell’editoria, di chi sceglie come orizzonte di impegno la vita politica.
 
Sito dell'Università di Trento:
http://www.unitn.it/lettere/23196/scienze-storiche-interateneo-unitn-univr
Contatti sede di Trento
Presidio didattico - Dipartimento di Lettere e Filosofia
via Tommaso Gar, 14 - 38122 Trento
Telefono +39 0461 282983
Fax +39 0461 282982
E-mail: supportostudentilettsoc@unitn.it
 
Contatti sede di Verona
UO Didattica e studenti di Culture e Civiltà
E-mail: didattica.lettere@ateneo.univr.it
Prof. Alessandro ARCANGELI 
E-mail: alessandro.arcangeli@univr.it  
Dott. Federico BARBIERATO
E-mail:  federico.barbierato@univr.it
Prof. Gian Maria VARANINI
E-mail: gianmaria.varanini@univr.it

Dati statistici del corso di studi su opinione degli studenti, carriera universitaria e sbocchi occupazionali
 
Laurea magistrale in Tradizione e interpretazione dei testi letterari
Il Corso di laurea magistrale in Tradizione e Interpretazione dei Testi letterari ha come proprio obiettivo principale quello di garantire l’acquisizione di una preparazione avanzata di carattere disciplinare in ambito filologico-letterario. Tale formazione avviene grazie alla specificità degli insegnamenti previsti dal piano nel corso del biennio, suddivisi in due curricula (filologico-letterario e internazionale) e comprensivi di due possibili ‘percorsi’ (classico/moderno) che si intrecciano e si intersecano costantemente attraverso lo studio delle lingue classiche (Greco e Latino) e delle filologie antiche e medioevali, romanze e moderne, nonché della Letteratura italiana umanistica, moderna e contemporanea.
Peculiare attenzione è rivolta agli stili, ai generi letterari, alla trasmissione dei testi e alla loro analisi filologica, storico-linguistica e storico-letteraria anche in chiave comparatista.
Le conoscenze così acquisite mirano
✓ a fornire allo studente del corso magistrale le condizioni e i saperi per innescare e mettere in pratica in piena autonomia percorsi di ricerca, progetti di diffusione/mantenimento/incremento delle conoscenze nell’ambito letterario-testuale sopra descritto;
✓ ad acquisire le necessarie competenze per elaborare tecniche e metodi di analisi nell’ambito delle scienze filologiche e letterarie (comparare e collazionare testi);
✓ ad apprendere a comunicare, modificare ed elaborare testi di carattere scientifico, storico-letterario e creativo e/o di carattere compilativo (dizionari, libri scolastici, ecc.)
✓ ad acquisire le competenze per svolgere attività redazionale ed editoriale anche con il supporto delle moderne tecnologie informatiche.
Il primo anno del biennio magistrale offre al discente conoscenze di carattere generale e condiviso, con la possibilità di acquisire crediti formativi anche in discipline storiche, storico-artistiche, linguistiche e di didattica, mentre alcuni dei corsi ‘dedicati’ e caratterizzanti (i.e.: filologico-letterari) sono concentrati, ancorché non esclusivamente, nel secondo anno.
Lo studente dovrà conseguire una piena e autonoma capacità di gestione di tutte le attività connesse con la produzione, l’analisi, la circolazione e la definizione della qualità di forme testuali (anche differenti da quelle legate specificamente alla produzione filologico-letteraria).

Dall'a.a. 2015/16 l'Università di Augsburg e l'Università degli Studi di Verona attivano il corso di laurea magistrale congiunto italo tedesco con doppio diploma in "Europäische Kommunikationskulturen/Italienisch" / Trazione e interpretazione dei testi letterari - curriculum internazionale, che prevede il primo anno presso la sede di Verona e il secondo presso la sede di Augsburg. Il periodo di studi a Verona ha lo scopo di fornire le competenze specialistiche e offre in particolare conoscenze professionalizzanti nei campi della ricerca, del giornalismo, dell'editoria e della comunicazione; il periodo di studi ad Augsburg ha un carattere interdisciplinare grazie all'intreccio tra varie discipline come la Linguistica romanza, la Letteratura romanza, la Storia dell'arte, la storia medievale, moderna e contemporanea, la Musicologia, l'Archeologia greca e romana, integrate in corsi di studio già attivati con Internationale Literaturen, Kunst-und Kulturgeschichte, Ethik der Textkulturen, Europastudien, Anwendungsorientierte Interkulturelle Sprachwissenschaft.

Gli studenti devono presentare la propria candidatura entro il 30 giugno di ogni anno, presentando la seguente documentazione:
- Curriculum in italiano o in tedesco
- Autocertificazione della documentazione allegata

•gli studenti che si immatricolano ad Augsburg devono inviare la documentazione:
- all’indirizzo postale:  Lehrstuhl für Romanische Sprachwissenschaft, Prof. Dr. Sabine Schwarze,   Universität Augsburg, Universitätsstraße 10,  D-86159 Augsburg
e all'indirizzo mail:
- sabine.schwarze@philhist.uni-augsburg.de

• gli studenti che si immatricolano a Verona devono inviare la documentazione:
-  alla U.O. Didattica e studenti di Culture e Civiltà, Università degli Studi di Verona, via san Francesco 22, 37129 Verona
o all'indirizzo mail:
- didattica.lettere@ateneo.univr.it

Referenti per il curriculum Internazionale: prof.ssa Sabine Schwarze e prof. Fabio Forner

Indirizzo web dell'Università di Augsburg

► Dati statistici del corso di studi su opinione degli studenti, carriera universitaria e sbocchi occupazionali

 
Inserisci la matricola per vedere la tua offerta formativa nell'anno corretto.

Offerta formativa