Letteratura italiana moderna e contemporanea (p) (2004/2005)

Corso disattivato

Orario lezioni

2SemLettere
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 14.00 - 15.40 lezione Studio Studio Prof. Giuseppe Fornari  
martedì 14.00 - 15.40 lezione Studio Studio Prof. Giuseppe Fornari  

Obiettivi formativi

il corso si propone di restituire, attraverso l'analisi di autori e testi scelti tra i più significativi a cavallo di Otto-Novecento, i tratti essenziali e più caratteristici dell'immaginario e della sensibilità borghesi del periodo.

Programma

Interni borghesi tra Otto e Novecento: il salotto della politica, alcove, musei privati e ville, la scuola, la banca, il caffè di provincia, terme e casinò, soffitte.
Testi di riferimento: Appunti dalla lezioni. Inoltre, lettura di: Antonio Fogazzaro, Daniele Cortis (1885); Gabriele d’Annunzio, Il piacere (1889) e L’innocente (1889); Edmondo De Amicis, Amore e ginnastica (1892); Italo Svevo, Una vita (1892); Luigi Gualdo, Decadenza (1894); Alfredo Oriani, Vortice (1899); Guido Gozzano, una scelta di alcune liriche dai Colloqui(1911). I testi indicati si possono trovare tutti in edizioni poco costose (Mondadori, Garzanti, Einaudi, Bompiani, ecc.); andranno comunque letti in versioni attendibili, fornite di buone introduzioni e di notizie essenziali sugli autori e sulle opere, che saranno richieste all’esame.
Metodi didattici: lezioni frontali.
Prerequisiti: buona conoscenza della cultura e della letteratura italiane tra Ottocento e Novecento e conoscenza per linee generali della cultura europea dello stesso periodo
I non frequentanti dovranno concordare alcune letture integrative col docente nell’orario di ricevimento (non per telefono, né per e-mail, salvo in casi autenticamente disperati).

Modalità d'esame

colloquio o prova scritta (composizione), da decidere sulla base del numero degli iscritti. Per la prova d’esame è richiesta una conoscenza approfondita delle opere indicate, la loro analisi critica (con i necessari riferimenti biografici agli autori), e naturalmente anche una dettagliata conoscenza (quantomeno fino a tutti gli anni Venti) soprattutto della letteratura italiana del secondo Ottocento e del primo Novecento (quadri storiografici, linee di tendenza, fenomeni più rilevanti, nozioni biografiche essenziali degli autori più rappresentativi).