Economia e mercato dell'arte (m) (2015/2016)

Corso a esaurimento (attivi gli anni successivi al primo)

Codice insegnamento
4S02327
Docente
Cristina Spiller
Coordinatore
Cristina Spiller
crediti
6
Settore disciplinare
SECS-P/01 - ECONOMIA POLITICA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Semestrino IIA, Semestrino IIB

Orario lezioni

Semestrino IIA
Giorno Ora Tipo Luogo Note
giovedì 8.30 - 11.50 lezione Aula 1.2  
Semestrino IIB
Giorno Ora Tipo Luogo Note
giovedì 8.30 - 11.50 lezione Aula 1.2  

Obiettivi formativi

Obiettivi formativi: Il corso si propone di fornire allo studente degli elementi basilari per affrontare gli aspetti economici e mercantili più significativi connessi ai principali agenti del settore, alle tipicità dei beni artistico-culturali, all’arte figurativa, allo spettacolo dal vivo, all’arte riproducibile e ai possibili interventi attuabili a livello pubblico e privato.

Programma

Aspetti introduttivi: L’economia dell’arte nell’analisi economica. L’economia dei beni artistico-culturali e le altre scienze. Il ciclo del prodotto turistico e del prodotto artistico. Le fasi cicliche ella corrente artistica. Tendenza artistica, movimento artistico, scuola artistica. Un richiamo alla filiera artistica.
Preferenze, scelte e decisioni: Il significato dell’utilità. La tipologia dell’utilità. Il massimo edonistico individuale. Dalla utilità cardinale all’utilità ordinale. L’ottimo del consumatore. Variazioni di prezzo e di reddito. La costruzione della domanda totale. I vari effetti sulla domanda. Il coefficiente di elasticità puntuale della domanda. La costruzione dell’offerta totale. Il concetto di equilibrio.
Tipologia dei beni e principali attori: Scansione dei vari tipi di beni. Esternalità, free rider e spillover effect. Arte e mercato. Gli “attori” del comparto artistico-culturale. Criteri di valutazione. La querelle sull’investimento in arte.
Il mercato dell’arte riproducibile: Distinguo tra l’arte dal vivo e l’arte riproducibile. Il mercato cinematografico. Il mercato televisivo. Il mercato del libro. Il mercato del disco. Il mercato della fotografia.
Strategie e strumenti d’intervento pubblico e privato: Cenni sulle misure di conservazione e di valorizzazione. Le problematiche ambientali. Le politiche d’intervento pubblico. “Vecchio” e “nuovo” mecenatismo. Donazioni e sponsorizzazioni nell’arte e nella cultura. Arte e pubblicità.

Testi adottati
Nardi Spiller C., Incontro con l’economia dell’arte, Torino, G. Giappichelli, 2005.
Nardi Spiller C. e Pancaldi V., La dimensione economica dell’attività del gallerista, nella rivista “il Pensiero Economico Moderno”, Gennaio-Giugno 2014, pp. 37-61.
Nardi Spiller C. e Savi P., La dimensione economica e territoriale dell’attività umana, Verona, QuiEdit, 2010.
Candela G. e Scorcu A., Economia delle arti, Bologna, Zanichelli, 2004.
Santagata W., La fabbrica della cultura. Ritrovare la creatività per aiutare lo sviluppo del Paese, Bologna, Il Mulino, 2007.
Appunti presi a lezione.

Testi di riferimento
Alberro A., Arte concettuale e strategie pubblicitarie, Milano, Johan & Levi, 2011.
Giordano S., Disimparare l’arte. Manuale di antididattica, Bologna, Il Mulino, 2012.
Poli F., Il sistema dell’arte contemporanea, Bari, Laterza, 2008.
Vettese A., L’arte contemporanea Tra mercato e nuovi linguaggi, Bologna, Il Mulino, 2012

Modalità d'esame

L’esame, orale, richiede anche la presentazione di una tesina su un argomento preventivamente concordato con la docente.

Opinione studenti frequentanti - 2015/2016