Storia delle tecniche artistiche e del restauro (m) (2018/2019)

Codice insegnamento
4S02325
Docente
Monica Molteni
Coordinatore
Monica Molteni
crediti
6
Settore disciplinare
L-ART/04 - MUSEOLOGIA E CRITICA ARTISTICA E DEL RESTAURO
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. 1B dal 19-nov-2018 al 12-gen-2019.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Scopo del corso è illustrare in termini propedeutici le principali tecniche pittoriche in uso fra Medioevo ed età moderna e quindi approfondire il percorso di conoscenza di tali tematiche attraverso l'introduzione di casi studio che consentano di ampliare la riflessione critica sulle procedure tecniche del contesto culturale entro il quale gli artisti operano e sugli strumenti metodologici sui quali si fonda la disciplina.
Il percorso didattico prevede che gli studenti acquisiscano la capacità di ragionare criticamente la componente materiale delle opere pittoriche, riconoscendone le implicazioni storiche e i significati espressivi. Il focus di approfondimento sulla pittura parietale punta a offrire la consapevolezza tanto delle caratteristiche specifiche del modus operandi dei diversi pittori, quanto dell'elasticità operativa che improntava l'attività dei medesimi traducendosi in varianti anche significative riscontrabili fra un dipinto e l'altro. Inoltre attraverso i casi studio verranno introdotti approfondimenti sugli strumenti metodologici sui quali si fonda la disciplina e sulle tematiche conservative e di storia del restauro che accompagnano la vicenda evolutiva delle opere.

Programma

LA PITTURA MURALE DAL TRECENTO AL CINQUECENTO

Durante il corso verranno indagate ed approfondite le tecniche artistiche che caratterizzano l’esecuzione della pittura murale, focalizzando l’analisi sull’operato di alcuni maestri, in particolare Giotto, Pisanello e Raffaello. A tale scopo saranno presi in considerazione significativi casi studio attraverso i quali sarà possibile entrare nel dettaglio non solo delle specificità tecniche dei singoli pittori, ma anche introdurre aspetti relativi al contesto culturale in cui essi si collocano, alla diagnostica quale strumento di conoscenza dei processi creativi sottesi all’elaborazione artistica e alla storia del restauro e della conservazione.
A introduzione e accompagnamento di tali argomenti è previsto un percorso propedeutico generale sulle principali tecniche pittoriche in uso nel Medioevo e nell’Età Moderna, secondo una suddivisione che prenderà in esame di seguito la pittura murale, la pittura su tavola e la pittura su tela, in modo da offrire agli studenti una cornice di inquadramento dei singoli casi e gli strumenti metodologici essenziali alla conoscenza della materia.

Le tematiche trattate a lezione saranno illustrate tramite slides accompagnate da didascalie esplicative, che verranno rese disponibili anche ai non frequentanti in e-learning.



BIBLIOGRAFIA:

Per la preparazione della parte generale il testo di riferimento è il seguente:

- S. RINALDI, "Storia tecnica dell’arte", Bologna 2011: pp. 13-51 (la pittura murale); pp. 98-103 (i cartoni pittorici); pp. 109-167 (la pittura su tavola); pp. 169-205 (la pittura su tela).


I singoli casi-studio andranno approfonditi attraverso lo studio dei testi elencati qui di seguito ed illustrati nei power point caricati in e-learning:

- "Santa Chiara in Assisi. Architettura e decorazione", a cura di A. Tomei, Cinisello Balsamo 2002, pp. 180-184.

- F. CAPANNA, A. GUGLIELMI, "Osservazioni relative alla tecnica di esecuzione dei dipinti murali nella cappella, effettuate durante il cantiere di restauro", in "Giotto nella cappella degli Scrovegni. Materiali per la tecnica pittorica", volume speciale del "Bollettino d'Arte", 2005, pp. 47-62.

- F. CAPANNA, A. GUGLIELMI, "L'intonaco giottesco per la realizzazione dei finti marmi: riflessioni e comparazioni su procedimenti esecutivi", in "Giotto nella cappella degli Scrovegni. Materiali per la tecnica pittorica", volume speciale del "Bollettino d'Arte", 2005, pp. 73-78.

- "Progetto Giotto. Tecnica artistica e stato di conservazione delle pitture murali nelle cappelle Peruzzi e Bardi a Santa Croce", a cura di C. Frosinini, Firenze 2016-2017: pp. 65-76 (P.I. MARIOTTI, "La cappella Peruzzi. le vicende conservative e l'attuale stato di conservazione"); pp. 77-92 (F. BANDINI, "La cappella Peruzzi. Analisi della tecnica di esecuzione delle pitture"); pp. 151-160 (A. FELICI, "La cappella Bardi. Le vicende conservative e l'attuale stato di conservazione"); pp. 161-176 (M.R. LANFRANCHI, "La cappella Bardi. Analisi della tecnica di esecuzione delle pitture").

- E. AVAGNINA, "La tecnica pittorica di Pisanello attraverso le fonti e l’analisi delle opere veronesi", in "Pisanello", catalogo della mostra (Verona, Museo di Castelvecchio, 1996), a cura di P. Marini, Milano 1996, pp. 465-476.

- "Raffaello. La loggia di Amore e Psiche alla Farnesina", a cura di R. Varoli Piazza, Cinisello Balsamo 2002: pp. 71-97 ("L’organizzazione del cantiere nella Loggia di Amore e Psiche"); pp. 99-118 ("Rilevamento e descrizione delle varie tipologie di tratteggi e dei diversi stili pittorici degli incarnati"); pp. 297-327 ("Il restauro marattesco: progettazione e tecnica").

- "Raffaello: la rivelazione del colore. Il restauro della Madonna del Cardellino della Galleria degli Uffizi", a cura di M. Ciatti & Alii, Firenze 2008: pp. 79-92 (R. BELLUCCI, C. FROSININI,"Nuove indagini riflettografiche su Raffaello. Riflessioni per la pianificazione, l’elaborazione e la tecnica dell’underdrawing"); pp. 105-138 (P. RIITANO, "L’intervento di restauro").



Tutti i materiali bibliografici sono depositati presso la Copisteria 30 e oltre, Via Timavo 16, tel. 045 8007862.
Le immagini proiettate durante il corso – indispensabili per la preparazione dell’esame anche per i NON FREQUENTANTI – sono disponibili in e-learning.













Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
G. Basile (a cura di) Giotto nella cappella Scrovegni: materiali per la tecnica pittorica 2005 pp. 47-62; 73-78
P. Marini, a cura di Pisanello Electa 1996 8843557785 pp. 465-476
C. Frosini, a cura di Progetto Giotto. Tecnica artistica e stato di conservazione delle pitture murali nelle cappelle Bardi e Peruzzi a Santa Croce Edifir 2016 9788879707824 pp. 65-76; 77-92; 151-160; 161-176.
R. Varoli Piazza (a cura di) Raffaello. La Loggia di Amore e Psiche alla Farnesina Silvana Editoriale 2002 8882153711 pp. 71-97; 98-118; 297-327.
M. Ciatti & alii (a cura di) Raffaello: la rivelazione del colore. Il restauro della Madonna del Cardellino della Galleria degli Uffizi Edifir 2008 9788879703840 pp. 79-92; 105-138.
A. Tomei (a cura di) Santa Chiara in Assisi architettura e decorazione Silvana Editoriale 2002 pp. 180-184.
Simona Rinaldi Storia tecnica dell'arte (Edizione 1) Carocci 2011 9788843059041 pp. 13-51; 98-103; 109-167; 169-205.

Modalità d'esame

L’esame è inteso ad accertare da parte degli studenti la conoscenza delle tematiche illustrate durante le lezioni, lo studio della bibliografia indicata nel programma e la capacità di discutere criticamente i casi di studio proposti durante il corso e resi disponibili anche ai non frequentanti tramite i power point caricati in e-learning.
L'esame si svolgerà in forma orale, con domande aperte sui temi trattati a lezione (riproposti anche per i non frequentanti in e-learnig) e sulla bibliografia indicata nel programma e con l'ausilio delle immagini di riferimento.
La valutazione sarà in trentesimi.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018